Keystone
RUSSIA 2018
10.07.18 - 12:500

Kylian Mbappé, il piccolo Obama sulle tracce di Pelé

Il giovane talento francese è l'unico U20 della storia dei Mondiali - insieme al mitico O'Rey - ad aver realizzato una doppietta in un match della rassegna iridata

SAN PIETROBURGO - Quando nel 1998 la Francia alzava al cielo la sua prima e, finora unica, Coppa del Mondo, lui non era ancora nato.

Nelle cinque partite giocate fin qui in Russia Kylian Mbappé ha già infranto due record: grazie al gol segnato contro il Perù è diventato il più giovane calciatore francese ad aver mai segnato in una competizione internazionale superando il precedente primato di David Trezeguet (risalente proprio al ’98), mentre la doppietta con cui ha trascinato i galletti alla vittoria per 4-3 sull’Argentina lo ha reso il secondo Under 20 della storia ad aver segnato due reti in un match mondiale. L’altro, ormai lo saprete, è un certo Pelé.

Mbappé è un predestinato, tanto esplosivo sul campo quanto pacato e riflessivo fuori. Non è un caso che, fra i tanti suoi soprannomi, vi sia “Le petit Obama”, affibbiatogli dall’ormai ex compagno di squadra Benjamin Mendy per il carisma da lui dimostrato durante la conferenza stampa di presentazione al Psg.

Lo scorso febbraio è stato invitato dal presidente Macron a una colazione all’Eliseo insieme al presidente della Liberia Weah e all’ex calciatore Drogba per discutere del futuro dello sport africano: «Se posso sfruttare la mia fama per aiutare l’Africa lo farò con grande piacere”, è stata la sua risposta.

Una bontà d’animo che Mbappé ha dimostrato anche con la maglia dei Bleus: come rivelato da Le Parisien, infatti, il giocatore ha rinunciato a tutti i guadagni provenienti dall’avventura in Russia con Nazionale (a oggi più di 150mila euro, ma potrebbero diventare 350mila in caso di trionfo finale) affinchè siano devoluti in beneficienza a “Premier de cordée”, un’associazione che attraverso lo sport aiuta i bambini malati e disabili.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
1 ora
Ferrari già indietro? «Sono meno ottimista dello scorso anno»
Mattia Binotto, team principal della Rossa: «Gli altri sono molto veloci. Ci sono 22 gare per sviluppare e crescere»
HCAP
11 ore
L'Ambrì non punge e cade ancora: il Ginevra fa festa alla Valascia
Biancoblù sconfitti 1-0 e condannati matematicamente ai playout. Shutout del 19enne Stéphane Charlin
HCL
11 ore
Preso a schiaffoni e (quasi) “eliminato”: Lugano, è un incubo
Battuti 0-6 dal Berna, i bianconeri sono tornati sotto la riga. Vincere le ultime due potrebbe non bastare per i playoff
SUPER LEAGUE
12 ore
Thun e Xamax muovono (ancora) la classifica
I bernesi hanno pareggiato 1-1 contro il Lucerna di Celestini. I neocastellani hanno impattato con lo Zurigo (1-1)
RIO DE JANEIRO
15 ore
"Adriano ucciso a Rio", l'Imperatore smentisce e se la ride
«Sono vivo, sono a casa», con queste parole l'ex fuoriclasse ha spento le voci che hanno fatto il giro del Brasile
SERIE B
17 ore
Italia, allarme coronavirus: rinviata anche Ascoli-Cremonese
Dopo i primi casi di contagio si moltiplicano le misure cautelari
TENNIS
19 ore
Antidoping a volontà, Federer tra i più bersagliati
Insieme con Nadal, nel 2019 il renano ha dovuto superare 29 controlli. Djokovic 24
SCI ALPINO
22 ore
Lara da sballo: bis a Crans-Montana! Corinne Suter si prende la Coppa
La ticinese ha trionfato anche nella seconda Discesa. Corinne Suter ha conquistato la Coppa di specialità
NATIONAL LEAGUE
22 ore
Grassi di ritorno ad Ambrì?
L'attaccante ticinese dovrebbe lasciare gli Orsi al termine della stagione
SCI ALPINO
1 gior
Odermatt secondo in Giappone
Il rossocrociato ha chiuso alle spalle del croato Filip Zubcic. Completa il podio lo statunitense Ford
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile