Keystone
RUSSIA 2018
07.07.18 - 08:000
Aggiornamento : 16:35

I figli di Ibra contro il ciclone-Kane

Nella giornata odierna si affrontano Svezia e Inghilterra in occasione del terzo match dei quarti di finale

SAMARA (Russia) - Che l'Inghilterra potesse arrivare ai quarti dei Mondiali - sfatando un tabù lungo 12 anni e la maledizione dei rigori per giunta - è una sorpresa relativa, visto un girone tutt'altro che irresistibile e un tabellone senza big, ma che ad affrontarli per un posto in semifinale (a Samara, ore 16) ci fosse la Svezia, ci credevano in pochi.

Data come cenerentola, la nazionale nordica è riuscita a fare di una forza il suo handicap maggiore, ovvero l'assenza di re Ibra. Lo ha spiegato bene Berg, che ha preso il posto proprio del bomber della Mls: «Senza di lui abbiamo giocato bene in questi due anni. E' il miglior giocatore che abbiamo mai avuto in Svezia ma abbiamo imparato a fare a meno di lui e credo che ci siamo riusciti bene. Contro la Svizzera abbiamo meritato di passare e ora vogliamo continuare. Sento dire che siamo una squadra molto difensiva ma noi giochiamo sempre così, non dovrebbe essere una sorpresa».

Nel '94 la Svezia di Brolin arrivò terza ai Mondiali americani, ma Berg non fa paragoni: «Siamo ancora lontani da quel traguardo». Sta di fatto che, eccezion fatta per le due reti subite dalla Germania - di cui l'ultima rocambolesca al 95' - in tre partite su quattro Olsen non ha subito gol. Non sarà più la nazionale spettacolare di un tempo, ma la Svezia è sicuramente quella più concreta e che riesce ad esaltare al massimo le proprie caratteristiche. Se riuscirà a uscire indenne dal ciclone-Kane (6 gol per il bomber inglese) il più sarà fatto ma non sarà facile.

L'Inghilterra ha impressionato solo nelle prime due gare, prima del ko (forse voluto) con il Belgio e della maratona con la Colombia dove ha palesato qualche problema, ma non c'è solo Kane. Anche Sterling sembra ispirato e di sicuro il pronostico è tutto dalla parte degli inglesi che mai nella storia recente erano stati così vicini ad arrivare a una finale mondiale (ultimo risultato pesante la semifinale Mondiale del '90).

Bilancio di precedenti equilibrato: otto vittorie inglesi, sette svedesi e nove pareggi ma negli ultimi anni una sola vittoria britannica, 3-2 a Euro 2012. Il miglior marcatore di questa sfida è il grande assente Ibrahimovic, protagonista con quattro reti (una in rovesciata da 32 metri) dell’ultimo incontro tra le due nazionali: il 14 novembre del 2012 quando a Stoccolma gli scandinavi si imposero per 4-2. Ma questa non è più la sua Svezia. E nessuno oggi più lo rimpiange.

Queste le probabili formazioni:

Svezia (4-4-2): Olsen; Krafth, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Berg, Toivonen. CT: Andersson

Inghilterra (3-5-2): Pickford; Walker, Stones, Maguire; Young, Lingard, Henderson, Dele Alli, Trippier; Sterling, Kane. CT: Southgate

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
DEL
2 ore

«Lapierre? Era entusiasta di venire a Berlino»

Il direttore sportivo della compagine tedesca - Stéphane Richer - si è espresso in merito al trasferimento dell'attaccante canadese in Germania

TENNIS
3 ore

Teichmann vince un altro derby

A Losanna Jil Teichmann, dopo il successo contro Timea Bacsinszky, ha superato anche la giovane Simona Waltert. Nei quarti sfiderà Tamara Korpatsch

CICLISMO
5 ore

Zampata di Simon Yates sui Pirenei

Il 26enne britannico ha vinto la 12esima tappa del Tour de France. Alaphilippe resta in giallo: invariata la classifica dei "big"

SERIE A
7 ore

Fabian Schär: futuro al Milan?

Il difensore centrale della nazionale elvetica è legato al Newcastle fino al 2021, ma...

MERCATO
10 ore

Neymar-Juve, si può? «Continui contatti»

In rotta con il PSG la stella brasiliana è pronta a cambiare aria. Real in pole?

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile