RUSSIA 2018
27.06.18 - 14:190

La storia di Gabriel Jesus, dalla strada al Mondiale

Nel 2014 l'attaccante verdeoro decorava le strade in vista dei Mondiali in Brasile. Oggi guadagna 6 milioni annui col Manchester City

MOSCA (Russia) - C’è una fotografia, scattata nel 2014 e postata su Twitter, che ritrae un ragazzo brasiliano di nemmeno 17 anni, intento a dipingere i marciapiedi di San Paolo di giallo-verde, in vista del Mondiale brasiliano. Il lavoro perfetto per un giovane attaccante delle giovanili del Palmeiras, che portava a casa uno stipendio da poco più di 5mila euro all'anno e sognava il calcio che conta. Il ragazzo nella foto si chiama Gabriel Jesus.

All’epoca per lui il Manchester City era più di un sogno e la serie A brasiliana ancora lontana. Poi l’esplosione. Tredici gol e quattro assist in 22 gare. Numeri che convinsero Guardiola e il City a non farselo scappare. Oggi Gabriel Jesus vale un contratto da 6 milioni di euro a stagione, guadagna cinquemila euro in poche ore e, dopo due gare in sordina, è pronto a vivere da assoluto protagonista il prosieguo del Mondiale in Russia. Fra le abitazioni fatiscenti delle favelas di San Paolo oggi nessuno dipinge i marciapiedi, ma a sovrastare il campetto da calcio di terra e polvere c’è un murales interamente dedicato all’attaccante del City. Tuttavia lui, il campione che dopo ogni rete fa il segno del telefono e appena può chiama sua madre proprio per ricordarsi le sue origini, pare proprio non aver dimenticato il ragazzo, nemmeno diciassettenne, intento a dipingere marciapiedi, sognare il Mondiale e la Nazionale brasiliana.

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sergejville 1 anno fa su tio
Grande Gabriel!!! Forte, velocissimo, talentuoso e umile.
Jenaplynski 1 anno fa su tio
@sergejville Fin quando non si monterà la testa come tutti gli altri grazie ai soldoni che guadagnano, passando giornate a mettere in mostra il potere dei soldi e compilation di tette e chiappe sui vari social... Mi auguro di no per lui, sarebbe bello se qualcuno indicasse la strada dell'umiltà ai bimbi viziati e frignoni quali i giocatori di calcio...
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
1 ora
«Io non giocherei, noi ultima ruota del carro»
Ripresa difficile per i calciatori: corpo e mente messi alla prova.
LUGANO
4 ore
Convivere con il virus: Lugano, lentamente si riparte
Il gruppo di Super League si è ritrovato agli ordini di mister Jacobacci.
HCAP
8 ore
«Salary cap, licenze e retrocessioni: giusto riflettere a 360°»
Luca Cereda: «Dal 1. giugno comincerà il secondo blocco della preparazione. Flynn e D'Ags? Ci raggiungeranno in luglio»
SVIZZERA
16 ore
Gli spettatori potrebbero tornare allo stadio da luglio
Daniel Koch: «Lo sport è un settore importante e adesso le restrizioni devono essere allentate»
LIGUE 1
16 ore
«Uno scandalo assoluto, siamo degli idioti»
Aulas, patron del Lione, è furioso: «Ripartono anche in Spagna. Qui il protocollo Uefa non è stato nemmeno guardato»
SCI ALPINO
18 ore
Moser dona 300'000 franchi, Wengen si salva?
Swiss-Ski ha deciso di ritirare la richiesta di sostituzione del Lauberhorn dal calendario della FIS
FORMULA 1
22 ore
«Sogno e prego che Schumi possa migliorare»
Felipe Massa, ex compagno di Schumacher ai tempi della Ferrari: «Ho informazioni dirette sul suo stato di salute, ma...»
SERIE A
1 gior
Dubbi su Juve-Inter: aperta un'indagine
Il patron della Lazio è stato subito convocato per fornire chiarimenti e approfondire i suoi sospetti
TENNIS
1 gior
Naomi Osaka da record: più di 37 milioni d'introiti in un anno
Mai nessuno nella storia del tennis femminile era stato in grado di raggiungere un guadagno simile in una sola stagione
TENNIS
1 gior
King Roger: «Non mi sto allenando e non vedo motivi per farlo»
Il campione renano è rilassato: «Era dal 2016 che non stavo a casa per cinque settimane consecutive»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile