Keystone
RUSSIA 2018
11.06.18 - 12:120
Aggiornamento : 17:11

Pronti a stupire ancora: la Navas caraibica sbarca in Russia

Con il Mondiale alle porte, vi presentiamo le tre avversarie della Svizzera in ordine cronologico. Il terzo ostacolo che affronteremo è la Costa Rica, che quattro anni fa eliminò Italia ed Inghilterra

10 mesi fa In Russia per esorcizzare il Mineirazo
10 mesi fa La Serbia ai piedi di mister cento (e più) milioni

MOSCA (Russia) - Un tempo si parlava della Nazionale centro-americana solamente per un motivo: «Si dice il Costarica o la Costa Rica?». Fino allo scorso Mondiale in Brasile. Dove la Costa Rica (per comodità la chiameremo così) ha dimostrato a tutti quanto questo problema fosse irrilevante. I centro-americani hanno parlato con i fatti. Hanno disegnato calcio. E a farne le spese sono state due potenze del pallone mondiale: l'Italia e l'Inghilterra. Cinque Coppe del Mondo in due. Sorprese, abbattute ed eliminate. Spazzate via dall'uragano caraibico. I "Ticos" hanno poi piegato (ai rigori) anche la Grecia agli ottavi, prima di arrendersi ai quarti, sempre dal dischetto, all'Olanda.

La favola di Cenerentola - La storia costaricana ai Mondiali era però iniziata 24 anni prima. Ad Italia 90 i Ticos vissero infatti la loro prima favola. Da debuttanti superarono contro ogni pronostico il primo turno battendo Scozia (1-0) e Svezia (2-1). Per poi arrendersi contro la Cecoslovacchia negli ottavi. In seguito i caraibici parteciparono ad altre due rassegne iridate (2002 e 2006) senza però lasciare il segno (4 punti in  Giappone e Corea, 0 in Germania). In Russia, alla quinta partecipazione ad una fase finale di un Mondiale, Costa Rica vuole stupire ancora. Anche se l'impresa brasiliana sarà difficilmente ripetibile.

La stella fra i pali - Per provare a bissare il miracolo di quattro anni fa, i Ticos potranno ancora contare su un giocatore che di miracoli se ne intende. Protagonista assoluto con le sue parate salva risultato, aveva trascinato i suoi compagni tra le migliori otto compagini del mondo. Lui è Keylor Navas. Pilastro dei triplici campioni d'Europa del Real Madrid e uomo simbolo della Costa Rica. Il portiere è praticamente un'istituzione nel suo Paese. Tanto che nel 2017 è stato pure girato un film in suo onore che a maggio di quest'anno è sbarcato a Cannes: "Hombre de Fe", (uomo di fede in italiano). La pellicola ripercorre la storia del numero uno costaricano da quando era bambino e viveva in un piccolo villaggio nel sud del Paese, fino alla fama con i "blancos". Keylor vorrà essere attore protagonista anche in Russia. Ad assisterlo nell'impresa ci saranno il regista del Deportivo La Coruna Celso Borges e gli attaccanti Bryan Ruiz (Sporting Lisbona) e Joel Campbell (Betis Siviglia). Per il primo, quello russo, potrebbe essere l'ultimo palcoscenico mondiale. Per il secondo rappresenta l'ultima chiamata per rilanciarsi nel calcio che conta dopo un lungo pellegrinaggio tra Inghilterra, Portogallo e Spagna. Per evitare che il sipario cali (troppo presto) sulla sua carriera. La trama del film costaricano in Russia, insomma, è ancora tutta da scrivere. Sperando che dalla penna dello sceneggiatore non sgorghi un "dramma" per gli elvetici. 

Portieri (3)

1. Keylor Navas (Real Madrid)
18. Patrick Pemberton (Alajuelense)
23. Leonel Moreira (Herediano)

Difensori (9)

2. Johnny Acosta (Aguilas Dorados)
3. Giancarlo Gonzalez (Bologna)
4. Ian Smith (Norrköping)
6. Oscar Duarte (Espanyol)
8. Bryan Oviedo (Sunderland)
15. Francisco Calvo (Minnesota United)
16. Cristian Gamboa (Celtic Glasgow)
19. Kendall Waston (Vancouver)
22. Ronald Matarrita (New York City)

Centrocampisti (7)

5. Celso Borges (La Coruna)
7. Christian Bolanos (Saprissa)
9. Daniel Colindres (Saprissa)
13. Rodney Wallace (New York City)
14. Randall Azofeifa (Herediano)
17. Yeltsin Tejeda (Losanna)
20. David Guzman (Portland)

Attaccanti (4)

10. Bryan Ruiz (Sporting Lisbona)
11. Johan Venegas (Saprissa)
12. Joel Campbell (Betis Siviglia)
21. Marco Urena (Los Angeles)

Testa a testa - La Nazionale di Petkovic affronterà la Costa Rica nella sua terza fatica al Mondiale. Quello in terra russa - previsto per il 27 giugno a Novgorod - sarà pure il terzo scontro diretto tra le due compagini. Fino ad ora il bilancio è in perfetta parità con una vittoria  a testa (entrambe in incontri amichevoli).

2010: Svizzera - Costa Rica 0-1 (Amichevole)
2006: Svizzera - Costa Rica 2-0 (Amichevole)

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report