Tipress, archivio
PRIMA LEGA
16.09.21 - 08:000
Aggiornamento : 17.09.21 - 10:54

«Via da Lugano per scelta mia. Cereda? Ho imparato tanto»

Vasco Soldini, dal titolo con le Ladies al prematuro addio in estate: «Non sentivo intorno a me la fiducia del club».

L'ex head-coach delle bianconere è uno degli assistenti dei GDT Bellinzona e in precedenza ha collaborato otto anni con l'attuale allenatore dell'Ambrì: «Il lavoro paga, abbiamo vinto».

BELLINZONA - Vasco Soldini è l'allenatore che soltanto qualche mese fa aveva condotto le Ladies Lugano sul tetto svizzero. L'entusiasmo per aver portato l'ottavo titolo alla Cornèr Arena – sponda sezione femminile – non è però bastato per proseguire insieme.

Il 53enne si è infatti “scontrato” con il club per quanto riguarda alcune vedute e valutazioni di natura tecnica, così ha deciso di cambiare aria. «Ho avuto delle incomprensioni con i vertici societari e ho preferito lasciare il mio incarico», sono state le parole di Soldini. «Le mie richieste – che secondo me andavano esaudite, poiché avrebbero permesso alla squadra di evolvere ulteriormente – non sono state prese in considerazione ed è stato un peccato dopo aver conquistato il campionato. Il club mi avrebbe riconfermato, ma non sentendo intorno a me la fiducia del comitato non me la sono sentita di continuare questa avventura». 

Nella sua carriera – iniziata nel 2008 – il tecnico ticinese ha prevalentemente svolto il ruolo di assistant-coach nei settori giovanili di Ambrì e Lugano, dopodiché al primo vero tentativo in qualità di allenatore principale è stato in grado di vincere. «Ero partito come vice e dopo due partite mi hanno promosso. Avevo delle idee diverse rispetto al precedente head-coach, ma sono riuscito a poco a poco a trasmetterle alla squadra. Non è stato semplice, ma il lavoro paga e alla fine abbiamo vinto. L'ideale sarebbe stato ripartire con la stessa attitudine vista sul ghiaccio qualche mese fa. Avevamo gettato le basi e stavo cercando di inserire una filosofia di lavoro diversa – basata sul modello nord americano – ma non sono stato ascoltato».

Attualmente il 53enne ricopre la carica di vice-allenatore dei GDT Bellinzona, sia in Prima sia in Seconda Lega. «Sono fortunato perché ho trovato una sistemazione interessante. Mi piace molto questo ruolo: l'assistente vive maggiormente lo spogliatoio rispetto all'allenatore e uno dei suoi compiti è quello di interagire con i giocatori, per provare a essere il "collante" perfetto fra le due parti. Svolgo questo lavoro da una vita, ma adesso sono pronto e mi piacerebbe fare il salto di qualità. Cereda? Nella mia vita sono stato prevalentemente il suo assistente e in otto anni di collaborazione ci siamo tolti diverse soddisfazioni. Sotto certi aspetti avevamo la stessa filosofia, ma lui aveva la capacità di andare oltre. Ho imparato davvero tanto al suo fianco... e a Biasca abbiamo anche centrato la promozione in Swiss League». 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Boss 1 mese fa su tio
un po’ lapa…
Evry 1 mese fa su tio
Le adulazioni.... non sentiva le fiducia perchè probabilmente non la meritava. In fatti molti altri dopo di lui si sono travati a loro agio, Ma lu cosa pensa di essere... via dall'HCAP qual'altra squadro lo ingaggerebbe.... quella di Biasca siciuramente risponderebbe alle sue capacità.... dai avanti e auguri
Bibo 1 mese fa su tio
@Evry ma quanto sei co....? ha vinto il campionato l'anno scorso e lo avrebbero confermato ma lui ha voluto andarsene lo stesso. Lo so che è inutile risponderti visto che probabilmente sei ritardato in fatto di hockey ma... Auguri per la tua guarigione
Evry 1 mese fa su tio
@Bibo si nota che sei un essere molto... educato... fatti i fatti tuoi e impoara a vivere, auguri
Bibo 1 mese fa su tio
@Evry Non è questione di essere educato, è che spari sentenze senza conoscere proprio nulla! Dici che in molti dopo di lui si sono trovati a loro agio...ma se lui l'anno scorso ha vinto il campionato! chi sarebbero i molti dopo di lui? per favore, evita di commentare senza saperne niente...
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
2 ore
L'Ambrì a caccia di conferme, il Lugano cerca il riscatto
I biancoblù hanno colto tre successi nelle ultime cinque gare, mentre i cugini bianconeri sono reduci da tre ko di fila.
VIDEO
CAMPEONATO DE PORTUGAL
11 ore
Follia in Portogallo: maxi rissa e spari della polizia... in campo
È successo nella sfida fra Clube Olímpico do Montijo-Vitória de Setúbal B, terminata 0-0. Guarda il video...
SERIE A
11 ore
Il Venezia fa la voce grossa, Fiorentina liquidata
Vlahovic e compagni si sono inchinati ai lagunari: 1-0 il risultato finale.
HCL
15 ore
Lugano con Bertaggia ed Herburger, Hudacek verso il debutto
I bianconeri di McSorley si preparano alla trasferta di Rapperswil. «Giochiamo semplice e torniamo al successo».
NATIONAL LEAGUE
18 ore
Korpikoski rinforza il Bienne
L'attaccante finlandese ha firmato con i Seelanders.
NATIONAL LEAGUE
22 ore
Lugano e Ambrì, emozioni contrastanti
Fine settimana positivo per l'Ambrì, l'incerottato Lugano continua invece a balbettare.
SERIE A
1 gior
Arrampicata-Juve, Roma in ginocchio
Basta Kean, e la Juve innesta la quarta (vittoria)
PARIGI
1 gior
Icardi a pezzi: niente allenamento, Wanda ha già lasciato Parigi
Nel frattempo Wanda Nara è rientrata a Milano con i bambini.
SERIE A
1 gior
Il solito Ibra: «Voi camminate, io volo»
Appena rientrato dopo un lungo stop, l'attaccante del Milan ha provato subito una rovesciata.
CALCIO
1 gior
«Sono stufo, basta Messi»
Patrice Evra sul Pallone d'Oro: «Deve andare a Jorginho o Kanté»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile