Ti-press (Pablo Gianinazzi)
+21
HCAP
03.08.21 - 21:180
Aggiornamento : 04.08.21 - 06:55

L'Ambrì è al lavoro: «Vogliamo imporre il nostro gioco, servirà più velocità»

Il coach biancoblù: «Oltre alla solita attitudine, servirà una certa rapidità per diventare veramente pericolosi».

«La nostra squadra è quasi interamente vaccinata, gli altri dovranno sottoporsi a un tampone ogni 48 ore».

BIASCA - Le imprese olimpiche di Noè Ponti e Ajla Del Ponte hanno acceso l’interesse dell'intero Cantone che, da Chiasso ad Airolo, ha apprezzato e non poco gli exploit di due campioni sfornati a casa nostra. Fine luglio-inizio agosto in Ticino è però anche sinonimo di hockey, con i primi allenamenti sul ghiaccio e soprattutto le prime amichevoli. È proprio durante questo periodo che - per tutti gli appassionati - una pista da hockey torna ad essere una sorta di lunapark...

Lunedì l'Ambrì ha iniziato il training camp a Biasca: ancora assenti D'Agostini, Ciaccio e Bianchi, i cui processi di recupero proseguono. «Già sin dai primi giorni ho visto una squadra animata da tanta voglia di sacrificarsi - le parole di un soddisfatto Luca Cereda - Quest'anno la velocità sarà uno dei punti fondamentali della nostra stagione. Cercheremo di anticipare i movimenti degli avversari, imponendo il nostro gioco. Oltre alla solita attitudine, servirà infatti una certa rapidità d'esecuzione per diventare veramente pericolosi. In queste settimane lavoreremo per sviluppare e assimilare al meglio questo tipo di sistema».

Settimana scorsa avete annunciato la partenza di Müller, uno dei perni del vostro attacco... «Come è stato spiegato bene nel comunicato, è un insieme di fattori che ci ha portato a optare per questa soluzione. Nei colloqui di fine stagione ci siamo parlati in maniera schietta e da parte sua è emerso il desiderio di provare qualcosa di nuovo. Per quanto ci riguarda abbiamo inoltre dei paletti da rispettare, in funzione degli aiuti economici della Confederazione, maggiori rispetto a ciò che hanno richiesto gli altri club. È cosi che, messi insieme tutti gli elementi, si è arrivati alla separazione».

Il mercato ha comunque portato ad Ambrì dei giocatori interessanti: «Sì, siamo molto soddisfatti. Inizieremo con cinque stranieri, visto che resta l'incognita legata a D'Agostini».

Inevitabile, in questi mesi, non soffermarsi sulla pandemia. Come nel calcio, anche i giocatori di hockey dovranno "munirsi" di certificato Covid... «Sono d’accordo su questa scelta. È giusto che anche noi facciamo la nostra parte. Per uscire da questa situazione, e per poter disputare regolarmente il campionato, trovo sia una soluzione corretta. La nostra squadra è quasi interamente vaccinata, gli altri dovranno sottoporsi a un tampone ogni 48 ore. In generale quest'anno, viste le vaccinazioni, siamo confrontati con un numero minore di restrizioni e ciò agevola e non poco il lavoro di tutti». 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 25 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile