Immobili
Veicoli
Imago/archivio
LUGANO
20.07.21 - 08:000
Aggiornamento : 30.09.21 - 13:41

«Ho già avuto contatti con due squadre, ma ci vorrà un po' di tempo»

Il difensore Lorenz Kienzle, finito sotto i ferri a inizio aprile, sta recuperando dall’intervento al ginocchio destro.

Il 33enne lavora ogni giorno con lo staff del Centro dello sport di Ars Medica: «In questi casi bisogna rimboccarsi le maniche. NL a 13 squadre? Contento per la promozione dell'Ajoie. Spero che i tifosi tornino presto alla pista, senza di loro l'hockey è un po' noioso».

LUGANO - Fermato da un brutto infortunio lo scorso 27 marzo e giunto a naturale scadenza di contratto col Davos, dove ha militato nelle ultime due stagioni, a 33 anni Lorenz Kienzle sta lavorando intensamente per tornare arruolabile e scrivere i prossimi capitoli della sua carriera. L’ex difensore di Lugano (2010-2016) e Ambrì (campionato 2018/19), resta legatissimo al Ticino - dove vive con la sua famiglia - e sta affrontando proprio nel nostro Cantone la riabilitazione dopo l'operazione al crociato.

«All’inizio, quando ho capito che il ginocchio destro era “andato”, è stata dura - interviene Kienzle, operatosi a inizio aprile - Poi, in questi casi, non c’è molto da fare: ci si rimbocca le maniche per tornare più forti di prima e si resta su col morale. Ora mi sto godendo l’estate con la mia famiglia e mi alleno ogni giorno con lo staff del Centro dello sport di Ars Medica, super competente sia a livello di cure fisioterapiche che per la preparazione atletica».

In situazioni di questo tipo, con i tempi di recupero stimati in circa 9 mesi, serve pazienza.
«È difficile prevedere con esattezza quando potrò tornare a giocare. Magari, da sportivo d’élite, potrà volerci un pochino meno. Ora di fatto sono in stand-by; il primo obiettivo è quello di tornare in piena salute. Ho già avuto contatti con due squadre, ma per questo ci vorrà un po’ di tempo».

Insomma un passo alla volta.
«Sì, a stagione in corso vedrò le possibilità che si presenteranno, quali squadre avranno bisogno di un innesto. Magari iniziando anche con un try-out. I miei affetti sono in Ticino, ma non ho problemi a varcare il Gottardo. Ho già avuto esperienze di questo genere facendo avanti e indietro da Davos: so come gestire la situazione. L’obiettivo è comunque quello di rimanere in National League».

Visti i tanti contatti nel mondo dell’hockey ticinese, per Kienzle i Rockets potrebbero rappresentare la giusta “palestra” post-infortunio?
«Non abbiamo ancora preso in considerazione questa possibilità, ma per allenarsi sarebbe sicuramente bello».

Infine uno sguardo al campionato 2021/22. Tredici squadre al via, con l’Ajoie promosso tra le grandi e i turni - giocoforza - ancora più “spezzettati”. Cambierà qualcosa?
«Non credo, in effetti i turni completi erano già diventati merce rarissima. Sono contento per la promozione dell’Ajoie, squadra che può contare su una tifoseria spettacolare. Li ho già affrontati in finale di Coppa Svizzera e so di cosa parlo. I giurassiani saranno un valore aggiunto per la National League. Il tutto nella speranza che, un po’ alla volta, si possa tornare anche alla normalità nelle piste. Senza tifosi giocare a hockey è un po’ noioso».

HOCKEY: Risultati e classifiche

TiPress/archivio
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
angie2020 5 mesi fa su tio
auguri
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
TENNIS
2 ore
Espulsione dall'Australia: parla Nole
Le parole del serbo a margine della sentenza definitiva.
MELBOURNE
3 ore
Game, set, match: Djokovic espulso dall’Australia
Vincono il Ministro e l’opinione pubblica: l’Australia espelle il no vax Djokovic
HCL
12 ore
Lugano sculacciato dallo Zugo
Colati a picco nel periodo centrale, i bianconeri sono caduti rovinosamente sul ghiaccio dei Tori (5-0).
MOTO GP
15 ore
Melandri: «Ho preso il Covid volontariamente». Poi ritratta: «Scherzavo»
L'ex pilota di MotoGP nella bufera dopo alcune dichiarazioni.
FCL
19 ore
Segnali positivi, il Lugano cala il tris e stende il Vaduz
I ticinesi, in campo a Cornaredo per il secondo test amichevole, hanno sconfitto la capolista della Challenge League.
TENNIS
19 ore
«Ora basta, bisognava solo seguire le regole e vaccinarsi»
In tanti, nel mondo del tennis, sono stanchi della telenovela Djokovic. Intanto spunta l'ipotesi di visto transitorio.
SCI ALPINO
21 ore
Kriechmayr trionfa davanti a Feuz, forti emozioni per l'ultima di Janka
L'austriaco ha vinto la seconda Discesa di Wengen. Ancora in evidenza Feuz e Odermatt.
SCI ALPINO
23 ore
Fantastica Gut-Behrami, successo a Zauchensee
La ticinese si è imposta in Discesa davanti a Weidle e Siebenhofer. Out Sofia Goggia.
MOTOGP
1 gior
Marc Marquez torna (finalmente) in pista: «Netto miglioramento»
La Honda spera che l'iberico possa scendere in pista in occasione del primo test pre-stagionale a Sepang (5 febbraio).
HCAP
1 gior
L’Ambrì ritrova il sorriso a Rapperswil
Primo successo del 2022 per la squadra di Cereda (2-5).
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile