Imago (foto d'archivio)
+5
NATIONAL LEAGUE
18.05.21 - 12:000
Aggiornamento : 23:45

«Hofmann-NHL? A luglio, ma potrebbe tornare a Zugo»

«A Santeri abbiamo preferito Raphael; pensavamo saremmo riusciti a convincerlo»

«Budget alla mano non avremmo potuto rinnovare Santeri e Raphael».

ZUGO - Andate in archivio quasi tutte le grandi leghe planetarie, prima di assopirsi per il suo letargo estivo l’hockey ha ancora una portata succulenta da servire: gli attesissimi Mondiali di Riga.

Attesissimi perché, saltati quelli dello scorso anno in Svizzera, il digiuno da Nazionale dura dalla rassegna iridata slovacca del 2019. Attesissimi perché, per un paio di settimane almeno gli appassionati potranno mettere da parte i campanilismi vari e “spingere” tutti nella medesima direzione. Attesissimi perché, saranno una vetrina gigantesca e preziosa. Saranno infatti molti gli addetti ai lavori che seguiranno con occhio particolarmente attento le sfide lettoni: vedi mai che in una di quelle si possa scovare il prossimo giocatore da ingaggiare…

È questo anche il caso di uno Zugo che, fresco campione, non può permettersi di perdere tempo a lucidare scettro e corona: per conservare il trono rossocrociato, i Tori dovranno infatti migliorarsi. E non sarà semplice. Tanto più che hanno un certo Greg Hofmann da sostituire.

«Al momento la situazione di Hofmann è quella che conosciamo tutti - ha specificato il direttore sportivo Reto Kläy - Ha questa possibilità con i Columbus Blue Jackets per tentare l’avventura in NHL, ma ci vorrà un po’ per capire come andrà a finire». 

In caso di firma, al suo posto alla Bossard Arena planerà un altro attaccante straniero dopo l'appena arrivato Anton Lander?
«Sì, sicuro. Ma è presto per sbilanciarsi. Ora ci sono i Mondiali, che saranno importanti per Greg ma anche per noi. Poi più in là, verso inizio luglio, avremo delle certezze. Sapremo se l’accordo con Columbus si concretizzerà. In quel caso, avremo la possibilità di avere un import in più in rosa e quindi ci muoveremo per un attaccante. Poi si deve anche capire quale sarà la durata dell’eventuale contratto di Hofmann. Con noi aveva inizialmente firmato fino al 2023».

Potrebbe quindi tornare, nel caso in cui l’America gli fosse indigesta.
«È una possibilità concreta. Ne parleremo».

Oltre al già citato Lander, al momento le certezze a Zugo hanno il nome di Christian Djoos e Niklas Hansson. Svedesi. Forti. Bloccati con un biennale. Ma, viste le caratteristiche dei due scandinavi, non sarebbe stato più vantaggioso continuare con Diaz e Alatalo? Si sarebbero “salvati” due slot per gli stranieri…
«All’inizio della scorsa stagione, budget alla mano, abbiamo capito che non avremmo potuto offrire un rinnovo a entrambi i nostri difensori. Siamo stati costretti a scegliere e così abbiamo deciso di puntare tutto su Raphael, lasciando Santeri libero di scegliersi una nuova squadra. Come poi ha d’altronde fatto, accordandosi già in autunno con il Lugano». 

Pure Diaz, però, è partito.
«Non l’avevamo messo in conto: pensavamo saremmo riusciti a convincerlo, a tenerlo. Ora però ripartiamo dai nuovi arrivati».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Imago (foto d'archivio)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ic70 4 mesi fa su tio
Titolo articolo che purtroppo trae in inganno! Alatalo non ha rinnovato a Zugo ed il Lugano al momento giusto è riuscito ad averlo a lungo termine... non vedo dove stà il problema
Mat78 4 mesi fa su tio
Che arroganza dopo il titolo in quel di Zugo! Una squadra che prende Genoni e Hoffman a peso d'oro, che schiererà l'anno prossimo 5 stranieri in pista (partenza di Hoffman) e forse 6 nel roseter...e non 5 scappati di casa: Lander, Djoos, Hanssom e Kovar, e scommetto che Klingberg lo rinnovano... Parlare di soldi degli altri fa davvero sorridere. Vi gira di aver perso sia Diaz che Alaltalo? Avete puntato su altri giocatori, non è che Alatalo ha rifiutato la vostra offerta, non volevate/potevate pagare quanto vale, per cui è venuto a Lugano. Punto, zitti, a capo. Non credo poi che i vari Suri, Kreis e Herzog vadano a Zugo per 2 peperoni ed una melanzana...lacrime di coccodrillo Kläy! Già odiosi dopo 2 sole settimane dal titolo...
Bibo 4 mesi fa su tio
@Mat78 Pensa te com'è antipatico il lugano dopo 7 titoli... ;-)
Bibo 4 mesi fa su tio
@Mat78 A parte gli scherzi, cos' ha detto di così grave? non fermarti al titolo che è lì solo per fare click...semplicemente non potevano permettersi i 2 difensori puntando su 1 che poi è pure partito...
Mat78 4 mesi fa su tio
@Bibo Hai ragione, il titolo era veramente fuorviante e provocatorio, fra l'altro ora è pure cambiato... Però che dei paperoni come Kläy si lamentino di non avere abbastanza soldi per confermare Alatalo dopo aver comprato a peso d'ora tutto il meglio che c'era sul mercato e fatto man bassa dei migliori svizzeri, fa davvero sorridere (o arrabbiare, dipende dai punti di vista)...
Bibo 4 mesi fa su tio
@Mat78 Hai ragione, ma anche i Mantegazza non sono di meno (anzi...) e non sempre possono comprare tutto quello che vogliono... Forse è proprio per aver molti giocatori "cari" che ora devono fare scelte...
Mat78 4 mesi fa su tio
@Bibo Ma se non vinciamo da 15 anni!
cle72 4 mesi fa su tio
@Mat78 Spendere e avere i migliori giocatori non vuol dire vincere. D esempi è pieno lo sport in generale.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCAP
8 ore
L’Ambrì cade ma non piange
Ambrì agguerrito, Zugo implacabile: prima sconfitta in campionato
HCL
8 ore
Tre gol dell'ex Brunner: Lugano colpito e affondato
Il BIenne ha espugnato la Cornèr Arena 5-3. Per i sottocenerini da segnalare la doppietta di Fazzini.
COPPA SVIZZERA
8 ore
Il Lugano soffre ma si qualifica
Lungoyi, in extremis, ha regalato la qualificazione al Lugano
MOTOGP
11 ore
Non solo l'infortunio: «Marquez? Non è più rispettato come prima»
L'ex pilota Sito Pons si è espresso a proposito del motomondiale: «Quartararo, Mir e Martin non hanno paura di lui».
EUROPA LEAGUE
11 ore
Insulti e botte da orbi: arrestati 9 tifosi del Napoli
È successo prima della partita fra il Leicester e i partenopei, terminata in parità (2-2).
NHL
14 ore
Zanetti, il ticinese in NHL: «Devo continuare a lavorare al massimo»
Il difensore - draftato dai Flyers - è reduce dal Camp organizzato dalla franchigia di Philadelphia.
HCAP
18 ore
«Convincere: questa è stata la difficoltà più grande»
L'avvocato Brenno Canevascini: «Venerdì scorso sono rimasto a bocca aperta»
TICINO
18 ore
Miglior sportivo ticinese: ecco i venti finalisti
Guida la classifica provvisoria Ajla Del Ponte, davanti a Noé Ponti e Filippo Colombo.
NATIONAL LEAGUE
22 ore
«Si cresce un passo alla volta: ogni sfida è un’occasione per farlo»
Il Lugano di McSorley e l'Ambrì di Cereda guardano con fiducia agli insidiosi duelli del weekend.
EUROPA LEAGUE
1 gior
Rimonta Napoli: super Osimhen riacciuffa il Leicester
L'Europa League dei partenopei inizia con un pari in rimonta. Lazio ko a Istanbul.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile