Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch (ENNIO LEANZA)
+10
HCAP
22.02.21 - 22:170
Aggiornamento : 23.02.21 - 15:15

Coraggio, qualità e fortuna... e la serie nera si è interrotta

Prestazione caparbia per i biancoblù, capaci di battere 3-2 lo Zurigo e di tornare decimi (in solitaria) in classifica.

All'orizzonte gli "spareggi" con Rapperswil e Langnau.

di Redazione
Antonio Fontana

ZURIGO - In una delle sfide sulla carta più complesse l’Ambrì ha ritrovato il successo e il sorriso, riuscendo a imporsi per 2-3 in casa dei Lions e rompendo così il filotto di sette sconfitte consecutive.

Nell’odierno schieramento leventinese hanno trovato spazio i giovani Cajka e Pastori - che hanno preso il posto degli infortunati Incir e Pezzullo - mentre fra i pali Viktor Östlund è stato preferito a Damiano Ciaccio. Il portiere svedese si è comportato bene fin dal primo periodo, neutralizzando prontamente un paio di insidiose conclusioni zurighesi. Anche il suo collega Flüeler, dall’altro lato della pista, non è stato da meno, in quanto ha sventato un temibile contropiede biancoblù orchestrato da Nättinen e Müller. Complice anche il buon lavoro dei due estremi difensori la prima frazione si è quindi chiusa a reti bianche.

Nella prima parte di periodo centrale il match è proseguito sugli stessi binari nei quali si era incanalato nei venti minuti iniziali. La truppa di Luca Cereda ha infatti continuato a tenere testa ai dinamici Lions, evitando in maniera puntuale di conceder loro spazi. La prima imprecisione di serata in fase difensiva è però stata fatale per i biancoblù, che intorno a metà partita sono andati sotto nel punteggio. Il vantaggio zurighese è stato firmato in boxplay dal solito Andrighetto, il quale non ha esitato ad approfittare di una leggerezza di Perlini e ha gonfiato la rete (30’37”).

Dopo il pesante errore commesso, il numero 96 anglo-canadese ha avuto ben due chance per farsi perdonare nel terzo periodo. Proprio sul suo bastone sono infatti capitate due azioni fotocopia, che l’hanno visto duellare con il portiere avversario. Nel primo caso l’attaccante leventinese si è fatto ipnotizzare da Flüeler, ma all’occasione successiva non ha fallito, mettendo a segno il preziosissimo punto del pari (50’52”). In maniera del tutto inaspettata e rocambolesca, l’Ambrì è poi riuscito a passare in vantaggio. Il punto dell’1-2 è infatti stato figlio di un clamoroso svarione difensivo di Tim Berni, che, pressato da Kneubuehler, ha infilato il disco nella sua porta (56’00”). Grassi e soci hanno così approfittato del momento di confusione dello Zurigo per allungare nel punteggio, segnando un altro gol con Perlini (58’08”). Il finale è stato comunque al cardiopalma, in quanto i Lions sono riusciti immediatamente ad accorciare le distanze grazie a Noreau (59’16”). I sopracenerini sono però riusciti a resistere al forcing finale, guadagnando quindi tre punti più che meritati.

Flynn e compagni avranno ora a disposizione quattro giorni per tirare il fiato, prima di un weekend fondamentale che li vedrà affrontare il Rapperswil (venerdì, ore 19.45) e il Langnau (domenica, ore 15.45).

ZURIGO-AMBRÌ 2-3 (0-0; 1-0; 1-3)
Reti: 30’37” Andrighetto 1-0; 50’52” Perlini (Kneubuehler, Isacco Dotti) 1-1; 56’00” Fischer 1-2; 58’08” Perlini (Flynn) 1-3; 59’16” Noreau (Rautiainen) 2-3.
AMBRÌ: Östlund; Fischer, Hächler; Isacco Dotti, Fohrler; Zaccheo Dotti, Ngoy; Perlini, Flynn, Kneubuehler; Nättinen, Müller, Zwerger; Cajka, Novotny, Grassi; Mazzolini, Kostner, Trisconi; Pastori; Neuenschwander.
Penalità: 4x2’ Zurigo; 4x2’ + 1x10’ Ambrì.
Note: Hallenstadion, zero spettatori. Arbitri: Hebeisen, Salonen, Obwegeser, Kehrli.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (ENNIO LEANZA)
Guarda tutte le 14 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 anno fa su tio
Ok, ma adesso giò dò dida, umiltà e concretezze, auguri
Nano10 1 anno fa su tio
veramente ridicolo il goal del 1 a 2 anche questa volta Zurigo vestito da Babbo Natale e alleato Hcap
Evry 1 anno fa su tio
Finalmenmte Bene ma a Fohrler serve finalmente una punizione con i fiocchi ! aguri
Nano10 1 anno fa su tio
Goal del 1a 2 veramente ridicolo anche questa volta Zurigo vestito da Babbo Natale e alleato con Hcap 🤔
Findus 1 anno fa su tio
Una vittoria tanto tanto casuale che però fa molto piacere! Ma rischia di nascondere le solite cose: il solito goal in SH, errori assurdi, penalità assurde, infortuni assurdi Mah il weekend dirà la verità.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CONFERENCE LEAGUE
2 ore
La Roma di Mou si prende la Conference: decide un lampo di Zaniolo
I giallorossi piegano il Feyenoord 1-0 e conquistano la neonata Conference League.
IL SORPASSO... A QUATTRO RUOTE
4 ore
Che battaglia fra Ferrari e Red Bull: sarà la tecnologia l'arma vincente
Max Verstappen (110 punti) occupa la prima posizione della classifica generale davanti a Charles Leclerc (104).
SCI ALPINO
4 ore
Dal 1987 al 2027: Crans-Montana torna ad ospitare i Mondiali
Assegnati alla località vallesana i Mondiali di Sci del 2027.
HCAP
8 ore
Elias Bianchi lascia l'Ambrì
L'attaccante saluta i biancoblù dopo 530 partite, di cui 102 da capitano.
FCL
10 ore
«Orgoglioso del Lugano e della Città, speriamo di vincere altri trofei»
Joe Mansueto incontra i media al LAC: «Sono molto entusiasta della direzione e della leadership locale».
HCL
13 ore
Oliwer Kaski rinforza il Lugano
Il difensore finlandese, in arrivo dall'Avangard Omsk, è il quarto straniero dei bianconeri. Firmato un biennale.
CONFERENCE LEAGUE
14 ore
Roma-Feyenoord, Mou sogna un “titulo” per riscrivere la storia
A Tirana verrà incoronato il primo campione della neonata Conference League.
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
18 ore
Potere insensato più che i (tantissimi) milioni: Mbappé, il male del calcio
Arno Rossini: «Le scelte che farà saranno per il bene globale o solo per un suo tornaconto personale?»
TAMPERE & HELSINKI 2022
1 gior
Scontri da brividi: emessi gli ultimi verdetti
Nei quarti di finale della CdM si affronteranno Svezia-Canada, Germania-Cechia, Slovacchia-Finlandia e USA-Svizzera.
TENNIS
1 gior
Tsonga, lacrime e commozione: ultimo tango a Parigi
Il 37enne francese, battuto da Ruud nel primo turno, ha chiuso la sua carriera.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile