Ti-press (Samuel Golay)
+4
HCL
12.02.21 - 22:090
Aggiornamento : 13.02.21 - 12:53

Successo all'overtime per il Lugano, decisivo Heed

Prosegue il periodo stellare dei bianconeri, che alla Cornèr Arena hanno piegato il Friborgo per 3-2.

Tenace e compatta, la compagine ticinese ha portato a casa due punti dopo essere stata in svantaggio in due occasioni. Decisivo Heed a un decimo di secondo dalla fine del supplementare.

di Antonio Fontana

LUGANO - Il Lugano ci ha preso gusto, e pare proprio non avere la minima intenzione di fermarsi. Anche questa sera il complesso di Serge Pelletier ha mostrato una performance di grande compattezza, che gli ha permesso di avere la meglio su un rognoso Friborgo - 3-2 il risultato finale - e di incamerare l’ottava vittoria di fila.

Lo schieramento luganese è rimasto pressoché invariato rispetto alla trasferta di Langnau, eccezion fatta per uno scambio nelle linee offensive – tra Haussener, Bertaggia e Suri - e per il ritorno di Schlegel fra i pali. Chiesa e compagni sono parsi sin da subito determinati a proseguire la striscia di successi, viaggiando a ritmo elevato già in avvio di gara e portando più di un pericolo dalle parti di Hughes. Tuttavia sul finire del primo terzo i bianconeri sono stati clamorosamente beffati dagli avversari. Infatti a poco meno di un minuto dalla prima sirena Bertaggia ha sfiorato l’1-0 colpendo un palo, e proprio sul conseguente ribaltamento di fronte il Friborgo ha trovato il vantaggio grazie a Desharnais (19’19”).

Il rocambolesco gol subito non ha stordito la truppa di Serge Pelletier, che all’alba del periodo centrale ha sfruttato a dovere il primo powerplay della serata mettendo a segno il punto del pari con Herburger (24’36”). L’equilibrio nel risultato è però durato solo pochi minuti, in quanto i burgundi si sono portati nuovamente avanti con il punto firmato da Mottet (31’39”), abile ad approfittare dello spazio concessogli dalla retroguardia sottocenerina. Anche in questo caso i bianconeri hanno dimostrato grande tenacia nel non gettare la spugna e, a ridosso della seconda sirena, hanno nuovamente riacciuffato il pareggio, maturato da un rapido fraseggio capitalizzato al meglio da Arcobello (39’10”).

Nel terzo periodo ha regnato l’equilibrio, in quanto entrambe le squadre hanno tentato di farsi vedere in zona d'attacco, ma nessuna delle due è stata abbastanza cinica da concretizzare le occasioni e passare in vantaggio. Nei minuti finali la dea bendata ha sorriso a Sannitz e soci, facendo sì che la conclusione di Walser andasse a stamparsi sulla traversa.

Il match si è così dovuto decidere ai supplementari, dove è arrivato il punto decisivo firmato da Tim Heed (64’59”), che proprio allo scadere  si è fatto trovare pronto su un rebound e ha infilato Hughes, regalando l’ottavo successo di fila alla compagine bianconera.

Grazie a questa vittoria il Lugano rimane saldo al quarto posto in classifica, con 58 punti.

LUGANO – FRIBORGO 3-2 d.s. (0-1; 2-1; 0-0; 1-0)
Reti: 19’19” Desharnais (Bykov, Mottet) 0-1; 24’36” Herburger (Bürgler) 1-1; 31’39” Mottet 1-2; 39’10” Arcobello (Heed, Haussener) 2-2; 64’59” Heed (Fazzini) 3-2.
LUGANO: Schlegel; Wellinger, Heed; Chiesa, Loeffel; Wolf, Nodari; Antonietti, Walker; Haussener, Arcobello, Bodker; Bertaggia, Lajunen, Fazzini; Suri, Herburger, Bürgler; Lammer, Sannitz, Zangger.
Penalità: Lugano 3x2’; Friborgo 4x2’.
Note: Cornèr Arena, zero spettatori. Arbitri: Stricker, Borga, Fuchs, Steenstra.

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Samuel Golay)
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 2 mesi fa su tio
Oggi contro il Raperswil certamente non hanno fatto bella figura. Spero vivamente che ora si decida di lasciare ne4gli spogliatoi il 22 che tra i difensori più debolöi del campionato risulta il peggiore. Si possono riempire pagine di quello che NON sa fare, dal risparmiarsi a pecche inacettabili.... lasciate giocare dei giovani molto più capaci, GRAZIE e auguri
F/A-19 2 mesi fa su tio
@Evry Ciao Evry, non fai i complimenti alla Lara? In questi ultimi tempi ha vinto solo 4 gare in coppa del mondo, una medaglia d’oro ai mondiali di Cortina ed anche una medaglia di bronzo sempre ai mondiali di Cortina. Visto che ti intendi di sport e con lei non ci hai mai azzeccato, un tuo ripensamento sarebbe doveroso, anche solo per il rispetto nei suoi confronti, grazie e buona serata.
Evry 2 mesi fa su tio
adesso basta esultazioni, concentrarsi e dare il massimo vale per tutti eil 22 SVEGLIA e concenmtrati , auguroni
angie2020 2 mesi fa su tio
Bravi ragazzi.
Evry 2 mesi fa su tio
Bravi, ma con concentrazione fino all'ultimo sewcondo. I soliti... 22 e 27 con la testa nelle nuvole, il 22 poco attivo. speriamo che migliorano altrimenti meritano una vacanza... a Biasca. AUGURI
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
MLS
2 ore
«Con Ibra i compagni se la facevano sotto»
Dos Santos, ex compagno dello svedese in MLS: «Sai che se sbagli un passaggio ti rimprovera. Preferisco il Chicharito».
SUPER LEAGUE
11 ore
«Preso gol alla prima occasione»
Jacobacci abbacchiato dopo la sconfitta: «Non siamo stati veloci mentalmente»
SUPER LEAGUE
14 ore
Lugano sulle gambe, esulta il Vaduz
Terza sconfitta consecutiva per la truppa di Jacobacci, superata 0-2 dai biancorossi.
LIGUE 1
16 ore
Neymar il "povero": 3 milioni al mese (fino al 2025)
Nessuno, in tempo di pandemia, avrebbe potuto pagare di più il brasiliano.
MADRID
20 ore
Bomba spagnola: due anni senza Europa per Real, Barça e Juve
Ceferin e Infantino spingono ma traballano: se entrano in scena i Tribunali ordinari…
NAZIONALE
22 ore
Fazzini e Schlegel (e altri quattro) tagliati da Patrick Fischer
Niente Mondiale pure per Glauser, Marti, Heim e Fuchs
HCAP
1 gior
«Pronto al sacrificio, sono tornato per realizzare il mio sogno»
Inti Pestoni, il “figlio della Valle”: «Ottimo feeling con Duca e Cereda. Non volevo perdere questa occasione».
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Hofmann affonda il Ginevra: Zugo campione svizzero
I Tori, capaci di vincere anche gara-3 della finale (5-1), hanno conquistato il secondo titolo della propria storia.
CHALLENGE LEAGUE
1 gior
Cuore e grinta, il Chiasso vince e resta "vivo"
I momò superano 2-1 il Winterthur e tengono aperto il discorso salvezza.
SUPER LEAGUE
1 gior
«Carica e attributi: mi aspetto una grande reazione»
Maurizio Jacobacci, dopo la delusione del Letzigrund, si prepara al match col Vaduz.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile