Ginevra
3
Zugo
4
fine
(1-1 : 2-2 : 0-0 : 0-1)
La Chaux de Fonds
6
Kloten
2
fine
(3-1 : 1-1 : 2-0)
Ticino Rockets
5
Sierre
6
fine
(2-1 : 0-5 : 3-0)
Zugo Academy
0
Olten
4
fine
(0-1 : 0-2 : 0-1)
Winterthur
0
Turgovia
3
fine
(0-1 : 0-0 : 0-2)
GCK Lions
4
Langenthal
5
fine
(1-2 : 1-2 : 2-1)
Olten
8
Ticino Rockets
2
fine
(3-0 : 1-1 : 4-1)
Visp
2
Winterthur
1
fine
(0-0 : 0-0 : 2-1)
Sierre
4
GCK Lions
2
fine
(3-1 : 0-1 : 1-0)
Langenthal
4
La Chaux de Fonds
1
fine
(3-0 : 1-0 : 0-1)
Turgovia
4
Zugo Academy
2
fine
(1-1 : 1-0 : 2-1)
Kloten
3
Olten
2
fine
(0-2 : 0-0 : 2-0 : 1-0)
La Chaux de Fonds
6
Winterthur
5
fine
(3-2 : 1-2 : 1-1 : 1-0)
Sierre
2
Visp
4
fine
(0-2 : 1-1 : 1-1)
Turgovia
0
GCK Lions
3
fine
(0-0 : 0-1 : 0-2)
Ticino Rockets
3
Langenthal
4
fine
(2-1 : 1-2 : 0-1)
GCK Lions
6
Zugo Academy
1
fine
(1-0 : 3-0 : 2-1)
Olten
6
La Chaux de Fonds
2
fine
(3-0 : 1-1 : 2-1)
Visp
2
Ticino Rockets
1
fine
(0-1 : 1-0 : 1-0)
Kloten
5
Turgovia
2
fine
(4-1 : 1-1 : 0-0)
Winterthur
4
Sierre
3
fine
(1-0 : 0-2 : 2-1 : 1-0)
La Chaux de Fonds
6
Zugo Academy
0
fine
(2-0 : 3-0 : 1-0)
Sierre
2
Turgovia
5
fine
(0-3 : 1-1 : 1-1)
Ticino Rockets
1
Kloten
7
fine
(0-4 : 1-1 : 0-2)
Winterthur
2
Langenthal
4
fine
(1-2 : 0-1 : 1-1)
Olten
4
Visp
3
fine
(0-1 : 3-1 : 1-1)
Langenthal
0
Olten
2
fine
(0-1 : 0-0 : 0-1)
Visp
4
GCK Lions
1
fine
(1-1 : 2-0 : 1-0)
Zugo Academy
1
Winterthur
4
fine
(0-0 : 0-2 : 1-2)
Kloten
2
Sierre
3
fine
(0-0 : 2-2 : 0-0 : 0-0 : 0-1)
Turgovia
3
La Chaux de Fonds
4
fine
(1-2 : 1-1 : 1-1)
Ginevra
3
Zugo
4
fine
(1-1 : 2-2 : 0-0 : 0-1)
La Chaux de Fonds
6
Kloten
2
fine
(3-1 : 1-1 : 2-0)
Ticino Rockets
5
Sierre
6
fine
(2-1 : 0-5 : 3-0)
Zugo Academy
0
Olten
4
fine
(0-1 : 0-2 : 0-1)
Winterthur
0
Turgovia
3
fine
(0-1 : 0-0 : 0-2)
GCK Lions
4
Langenthal
5
fine
(1-2 : 1-2 : 2-1)
Olten
8
Ticino Rockets
2
fine
(3-0 : 1-1 : 4-1)
Visp
2
Winterthur
1
fine
(0-0 : 0-0 : 2-1)
Sierre
4
GCK Lions
2
fine
(3-1 : 0-1 : 1-0)
Langenthal
4
La Chaux de Fonds
1
fine
(3-0 : 1-0 : 0-1)
Turgovia
4
Zugo Academy
2
fine
(1-1 : 1-0 : 2-1)
Kloten
3
Olten
2
fine
(0-2 : 0-0 : 2-0 : 1-0)
La Chaux de Fonds
6
Winterthur
5
fine
(3-2 : 1-2 : 1-1 : 1-0)
Sierre
2
Visp
4
fine
(0-2 : 1-1 : 1-1)
Turgovia
0
GCK Lions
3
fine
(0-0 : 0-1 : 0-2)
Ticino Rockets
3
Langenthal
4
fine
(2-1 : 1-2 : 0-1)
GCK Lions
6
Zugo Academy
1
fine
(1-0 : 3-0 : 2-1)
Olten
6
La Chaux de Fonds
2
fine
(3-0 : 1-1 : 2-1)
Visp
2
Ticino Rockets
1
fine
(0-1 : 1-0 : 1-0)
Kloten
5
Turgovia
2
fine
(4-1 : 1-1 : 0-0)
Winterthur
4
Sierre
3
fine
(1-0 : 0-2 : 2-1 : 1-0)
La Chaux de Fonds
6
Zugo Academy
0
fine
(2-0 : 3-0 : 1-0)
Sierre
2
Turgovia
5
fine
(0-3 : 1-1 : 1-1)
Ticino Rockets
1
Kloten
7
fine
(0-4 : 1-1 : 0-2)
Winterthur
2
Langenthal
4
fine
(1-2 : 0-1 : 1-1)
Olten
4
Visp
3
fine
(0-1 : 3-1 : 1-1)
Langenthal
0
Olten
2
fine
(0-1 : 0-0 : 0-1)
Visp
4
GCK Lions
1
fine
(1-1 : 2-0 : 1-0)
Zugo Academy
1
Winterthur
4
fine
(0-0 : 0-2 : 1-2)
Kloten
2
Sierre
3
fine
(0-0 : 2-2 : 0-0 : 0-0 : 0-1)
Turgovia
3
La Chaux de Fonds
4
fine
(1-2 : 1-1 : 1-1)
Ti-press (Samuel Golay)
+5
HCL
07.02.21 - 18:030
Aggiornamento : 21:39

Sesta vittoria consecutiva

Bernesi piegati 4-1, bianconeri quarti in classifica.

Decisiva la doppietta di Boedker e i punti di Nodari e Sannitz.

di Redazione
Antonio Fo

LUGANO - Il Lugano si è confermato come la squadra più in forma del campionato al momento, centrando il sesto successo consecutivo. Nonostante la buona performance di un Bienne battagliero, la compagine sottocenerina è riuscita a mantenere una grande compattezza e ha castigato gli avversari 4-1.

All’alba del match si è visto un Bienne molto pimpante in fase offensiva, ma la retroguardia bianconera si è dimostrata fin da subito attenta e organizzata, impedendo alla squadra ospite di trovare il vantaggio. Il Lugano è poi riuscito a uscire dal suo terzo e a impensierire van
Pottleberghe in un paio di occasioni, che però non si sono tradotte in gol.

Nel periodo centrale la sfida si è fatta decisamente più accesa, in quanto entrambe le compagini hanno alzato il ritmo e viaggiato ad alta intensità. La formazione bernese ha avuto una più che ghiotta chance di passare in vantaggio, che è stata però clamorosamente sciupata da Brunner, il quale a porta spalancata ha colpito il palo. A spezzare l’equilibrio nel risultato è stato quindi il
Lugano con il gol in shortand di Boedker (30’38”), figlio di un’iniziativa di Bertaggia che ha sorpreso gli avversari in contropiede. Incassato l’1-0 il Bienne ha subito cercato di riacciuffare il pari, ma ha trovato solamente un altro palo con Kessler.

La Dea bendata ha dato una mano ad Arcobello e compagni anche nell’ultima frazione di gioco, poiché il ferro ha nuovamente negato la gioia del gol al Bienne. I bianconeri sono poi stati capaci di non cedere agli arrembanti attacchi avversari e ad approfittare di una loro disattenzione per infilare il punto del raddoppio firmato da Nodari (55’36”). Le speranze della compagine bernese si sono definitivamente infrante a due minuti dalla sirena, quando Sannitz ha messo a segno il sigillo del 3-0 (57’58”). Prima della fine il Bienne ha trovato il gol della bandiera con Brunner (58’16”), negando a Schlegel la soddisfazione dello shutout. A chiudere il match è stato il sigillo di Boedker, che a porta vuota ha segnato il definitivo 4-1.

Il prossimo martedì (ore 19.45) i bianconeri saranno chiamati ad affrontare la trasferta di Langnau, nella quale tenteranno di dare seguito al momento positivo.

LUGANO-BIENNE 4-1 (0-0; 1-0; 3-1)
Reti: 30’38” Boedker (Bertaggia) 1-0; 55’38” Nodari (Arcobello) 2-0; 57’58” Sannitz 3-0; 58’16”
Brunner 3-1; 59’52” Boedker 4-1.
LUGANO: Schlegel; Wellinger, Heed; Chiesa, Loeffel; Wolf, Nodari; Antonietti, Walker; Bertaggia,
Arcobello, Boedker; Suri, Lajunen, Fazzini; Haussener, Herburger, Bürgler; Lammer, Sannitz,
Zangger.
Penalità: Lugano 4x2’; Bienne 4x2’.
Note: Cornèr Arena, zero spettatori. Arbitri: Tscherrig, Nikolic, Gnemmi, Kehrli.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Samuel Golay)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
angie2020 7 mesi fa su tio
bravi
Capra 7 mesi fa su tio
14 hcl , Pellet mai capito perché mai giocato fino a poco fa!!!!!
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCAP
1 ora
Ambrì: c'è da preoccuparsi?
Federico Lorenzetti, presidente del Fans Club BL15: «Negli ultimi match è mancata l'intensità che caratterizza l'Ambrì».
CHAMPIONS LEAGUE
4 ore
Polveriera PSG: tante stelle, tanta pressione...
Supersfida al Parco dei Principi, dove arriva il City di Guardiola. Domani toccherà all'YB contro la Dea.
HCL/HCAP
6 ore
Il Lugano ha carattere: senza timori nella tana dei Dragoni
All'insidiosa trasferta in terra burgunda vi arriva un Lugano ancora un po’ incerottato ma comunque in fiducia.
MOTOMONDIALE
15 ore
«Sono sorpreso che questa tragedia non sia successa prima»
Scott Redding e le gare minori: «I piloti sono tutti troppo vicini fra di loro, non si può correre in queste condizioni».
CICLISMO
18 ore
«Sono stato vicino alla morte, come Pantani»
L'ex campione tedesco ha parlato al podcast di Armstrong: «Mi sono ripreso grazie agli amici. Ora sto molto meglio».
SERIE A
20 ore
L'ira di Mou: «L'arbitro non è stato all'altezza, provo grande frustrazione»
Il coach della Roma: «Questa squadra ha tantissima voglia e un grande cuore».
SERIE A
23 ore
La Juventus perde Dybala e Morata
I bianconeri dovranno fare a meno dei due attaccanti contro Chelsea e Torino.
TENNIS
1 gior
King Roger è nono, il migliore è sempre Djokovic
Sul podio di questa speciale graduatoria ci sono anche Medvedev e Tsitsipas. 46esima piazza per Wawrinka.
LIGUE 1
1 gior
Mbappé contro Neymar in diretta: «Quel barbone non mi passa la palla...»
È successo in occasione del match contro il Montpellier al momento della sostituzione.
HCAP/HCL
1 gior
Così non basta, l'Ambrì deve reagire e ripartire
Troppo "vulnerabili", nei Grigioni i biancoblù non hanno convinto. Il Lugano, incerottato, ha mostrato carattere.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile