Basilea
1
Young Boys
1
fine
(1-1)
Vaduz
0
Losanna
3
fine
(0-1)
Cagliari
1
Bologna
0
fine
(1-0)
Atalanta
5
Crotone
1
fine
(1-1)
Fiorentina
1
Roma
2
fine
(0-0)
Genoa
1
Sampdoria
1
fine
(0-0)
Milan
1
Udinese
1
fine
(0-0)
Benevento
0
Verona
3
fine
(0-2)
TiPress
NATIONAL LEAGUE
21.01.21 - 11:000
Aggiornamento : 19:45

«L'obiettivo è riportare la società ai vertici nazionali»

Il 39enne ha spiegato i motivi che l'hanno spinto a dire "sì" alla chiamata degli Orsi.

«A Davos si sono congratulati con me».

BERNA - Una sorta di fulmine a ciel sereno: Raeto Raffainer lascia il Davos per approdare a Berna. Una chiamata, quella proveniente dalla Capitale, a cui sarebbe stato complicato rispondere picche. Sotto le sue sgrinfie il 39enne avrà praticamente tutta l'area sportiva, una responsabilità non da poco in seno al club più seguito a livello europeo.  

«Una settimana fa ho ricevuto una telefonata dal Berna - le parole del 39enne - Mi hanno spiegato che volevano riorganizzare l'area sportiva, creando una nuova posizione che è appunto quella che ricoprirò. Ho subito pensato che potesse essere l'occasione giusta, per progredire ulteriormente e per fare un ulteriore step a livello personale. Ho giocato tre stagioni a Berna e conosco già l'organizzazione».

Di cosa ti occuperai?
«Una cosa è certa: non farò il direttore sportivo. Quella che avrò è una funzione che non esiste altrove nell'hockey elvetico. Sono a capo del d.s. (Florence Schelling, ndr) e anche del settore giovanile. Il chiaro obiettivo è quello di riportare la società ai vertici nazionali». 

Come l'hanno presa a Davos?
«Martedì dopo la partita ho parlato con giocatori e allenatori. Ho ringraziato tutti. Senza il loro lavoro, io non avrei mai avuto questa bella possibilità. Ho spiegato che per me si è trattata di un'opportunità importante e loro hanno capito. Si sono congratulati».

Nella Capitale ti porterai anche Johan Lundskog, vice-allenatore a Davos?  
«Un paio di settimane fa abbiamo ricevuto una telefonata dal Berna. Eravamo fieri che il nostro vice fosse in corsa per il ruolo di head coach di una squadra top come il Berna. Le trattative ci sono, ma non so come andrà». 

C'è chi vocifera che anche Cereda sia un candidato per la panchina del Berna...
«Luca svolge un ottimo lavoro e quando a Berna si parla di un possibile nuovo allenatore è normale ci sia anche lui tra i candidati. Ad Ambrì possono essere fieri di poter contare su un profilo del genere».   

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SWISS LEAGUE
1 ora
Rockets: è una vittoria d'oro
Una rete di Vedova al 21' ha permesso alla squadra di Landry di vincere una partita fondamentale contro l'EVZ Academy
SERIE A
4 ore
Parla Buffon: «2023 il mio limite»
Il portiere della Juve dentro e fuori lo spogliatoio: «Non c’è nulla di certo nella vita».
MOTOGP
7 ore
«Senza risultati, smetterò a fine anno»
Valentino Rossi, nove volte iridato, è pronto per la nuova sfida in Petronas: «Voglio lottare per podio e vittorie».
SUPER LEAGUE
10 ore
«Vogliamo vincere, non sperare di fare un punto»
«Losanna da dimenticare, a Sion partita maschia».
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
15 ore
Merluzzi e... critiche varie, Lukaku domina ma non convince
Arno Rossini: «L’Inter vincerà lo scudetto, in Europa però...».
HCAP
1 gior
La capolista castiga l’Ambrì al 59’
Finale amarissimo per i biancoblù, piegati 5-4 a Zugo nonostante una buona prestazione.
HCL
1 gior
Il Bienne punisce un Lugano poco incisivo
La banda di Serge Pelletier è stata sconfitta 2-6 nel match casalingo contro i bernesi.
LUGANO
1 gior
«Senza la nuova Valascia l’Ambrì avrebbe già chiuso»
Filippo Lombardi e le grandi opere: «È sempre più facile bloccare che avanzare».
FORMULA 1
1 gior
"Abominevole gesto sessista": «Sono pentito, ho sbagliato»
Nikita Mazepin, pilota della Haas, ha parlato per la prima volta del video in cui palpeggiava la modella Andrea D’Ival.
TENNIS
1 gior
Stan mastica amarissimo
Il losannese è stato eliminato al primo turno del torneo di Rotterdam: si è imposto Khachanov 6-4, 7-5.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile