KUDERMETOVA V. (RUS)
0
BENCIC B. (SUI)
1
2 set
(4-6 : 4-4)
keystone-sda.ch (URS FLUEELER)
+21
HCL
21.12.20 - 21:580
Aggiornamento : 22.12.20 - 12:10

Troppo Zugo per i bianconeri

Una doppietta di Greg e le reti di Alatalo, Klingberg e Diaz hanno fissato il 5-2 finale.

I Tori hanno creato molto e… segnato. I ticinesi hanno spinto e (soprattutto) sbagliato.

di Redazione
Alex Isenburg

ZUGO - Dopo la sofferta vittoria ai supplementari contro il Bienne, il Lugano non è riuscito a ripetersi a Zugo, venendo sconfitto per 5-2 dai padroni di casa.

Dopo un inizio del tutto interlocutorio e privo del benché minimo spunto, la partita si è accesa grazie a una serie di penalità comminate ai padroni di casa. In una di queste circostanze, il Lugano ha potuto beneficiare di ben 40” in 5 contro 3 e non si è lasciato sfuggire la ghiotta occasione. Per sbloccare le marcature è stata necessaria una precisa staffilata di Heed, capace di sfruttare lo “screen” di Morini per battere Genoni. Il suo “dirimpettaio”, Schlegel, si è invece inchinato ad Alatalo a 4’ dalla fine del periodo, quando il difensore è andato in rete con l’ausilio di una deviazione fortuita di Heed.

Il secondo tempo è cominciato nello stesso modo in cui si era chiuso il primo: ossia con lo Zugo a premere sull’acceleratore. Sono bastati solo 40” al grande ex del confronto, Hofmann, per consegnare il primo vantaggio di serata ai suoi. Il numero 15 ha colpito con una pregevole azione in solitaria. I bianconeri hanno provato a reagire, ma la traversa ha impedito a Boedker di trovare l’immediato pareggio. L’incrocio dei pali, invece, non ha consentito allo scatenato Hofmann di cogliere la doppietta al 27’. Tuttavia, il 3-1 dei Tori si è comunque materializzato successivamente con Klingberg, imitato 23” dopo da capitan Diaz, autore del 4-1. Il devastante uno-due dei padroni di casa ha portato Pelletier alla sostituzione tra i pali, con Schlegel che ha fatto posto al debuttante Fadani.

La terza frazione di gioco si è poi aperta con il gol un po’estemporaneo di Morini, bravo a sorprendere Genoni sul primo palo. I restanti minuti sono però stati gestiti in maniera impeccabile da parte dello Zugo, capace di contenere senza troppi patemi d’animo il tentativo di rimonta ospite. Inoltre, sul finire di confronto è arrivata anche la quinta segnatura di casa, con la firma nuovamente di Hofmann.

Il Lugano ha pagato a caro prezzo le due reti incassate a distanza ravvicinatissima nel secondo tempo, frutto anche di un calo fisico piuttosto evidente da metà confronto in poi. Gli uomini di Pelletier stanno chiaramente cercando di riprendere un sufficiente ritmo partita e, in questo senso, potrà aiutare il derby di mercoledì sera contro i rivali dell’Ambrì.

ZUGO-LUGANO 5-2 (1-1, 3-0, 1-1)
Reti: 08’39” Heed (Boedker, 5c3) 0-1; 16’37” Alatalo (Martschini) 1-1; 20’40” Hofmann (Genoni) 2-1; 32’38” Klingberg 3-1; 33’01” Diaz (Thorell) 4-1; 44’24” Morini (Bertaggia) 4-2; 55’23” Hofmann (Kovar) 5-2.
LUGANO: Schlegel; Riva, Heed; Wellinger, Chiesa; Wolf, Nodari; Näser. Bertaggia, Herburger, Boedker; Morini, Lajunen, Walker; Fazzini, Arcobello, Bürgler; Lammer, Romanenghi, Traber; Vedova.
Penalità: 4x2’ Zugo; 4x2’ Lugano.
Note: Bossard Arena, 0 spettatori. Arbitri: Lemelin, Fluri; Cattaneo, Kehrli.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (URS FLUEELER)
Guarda tutte le 25 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 2 mesi fa su tio
difesa disastrosa, vittoria dello Zugo più che meritata. Riflettere e correggere subito. AUGURI e non mollate mai
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
MILANO
2 ore
L’Eurocarrozzone e la deadline della UEFA
«Gli undici in campo sono solo la punta dell’iceberg».
CHAMPIONS LEAGUE
3 ore
«San Cristiano salvaci tu»
Ostacolo Porto, i bianconeri rischiano e sperano.
MERCATO
12 ore
Assalto al mostruoso Haaland: sul piatto 270 milioni
Il Real Madrid fa sul serio ed è pronto a tutto per far indossare la camiseta blanca al prodigio norvegese
MOTO GP
16 ore
«Non potrò guidare una MotoGP tanto presto…»
Marc Marquez: «Inizierò con piccole moto. So che mi aspettano: lavoro per tornare quello che ero»
TENNIS
19 ore
Djokovic supera Federer: «Mi entusiasma percorrere la strada dei giganti»
Nole da record: il serbo ha iniziato la settimana numero 311 in vetta al ranking Atp.
SUPER LEAGUE
22 ore
Lugano, sei dove meriti
Sconfitti e delusi, i bianconeri devono trovare il modo di rimanere a galla.
HCAP/HCL
1 gior
Lugano allergico ai fronzoli
Biancoblù in crescita. Contro chi ha tanta qualità (vedi i bianconeri), la voglia da sola però non sempre basta.
MOTO GP
1 gior
«Rossi? C'è sempre una lunga fila davanti al suo palco»
Il team manager della Petronas: «Non credo che tutti i componenti della squadra sappiano "cosa" stia arrivando».
DERBY
1 gior
L’Ambrì non graffia e il Lugano lo punisce
La truppa di Pelletier ha sconfitto i cugini biancoblù alla Valascia 3-1. Doppietta di Lajunen.
SUPER LEAGUE
1 gior
«Siamo tutti delusi. Ora non bisogna andare in panico»
Mister Jacobacci è amareggiato in seguito alla battuta d'arresto casalinga rimediata dal suo Lugano contro lo Zurigo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile