keystone-sda.ch / STR (MARCEL BIERI)
+7
HCL
13.11.20 - 22:190
Aggiornamento : 14.11.20 - 09:47

Tre punti per "lanciare" il derby

Lenti a ingranare, i bianconeri sono riusciti a imporsi 4-2 sui bernesi.

Sabato la stracantonale. I sottocenerini ci arrivano con la pancia (un po') più piena.

di Redazione
Alex Isenburg

LANGNAU - Di ritorno sul ghiaccio dopo la partita di Coppa Svizzera persa contro lo Zurigo, il Lugano è uscito dalla trasferta nell’Emmental con tre punti in più saccoccia, frutto della prestazione in crescendo che è valsa la vittoria per 4-2 contro il Langnau.

L’inizio di partita per il Lugano si è rivelato essere a dir poco traumatico: è infatti bastato poco più di un minuto di gioco ai “tigrotti” per superare Schlegel, battuto tra i gambali da Julian Schmutz. L’evidente carenza di ritmo e una certa dose di indisciplina (a immagine dei 10’ comminati a Arcobello e la doppia penalità minore di Fazzini) hanno fatto sì che i bianconeri abbiano oltremodo faticato a creare gioco e occasioni. A dare la sveglia agli uomini di Pelletier è stata una penalità ai danni di Weibel: con l’uomo in più sul ghiaccio, Kurashev e Carr hanno infatti avuto a disposizione due ghiotte opportunità, ma in entrambi i frangenti Punnenovs si è superato. Tuttavia, pochi attimi dopo e sugli sviluppi di un ingaggio offensivo, ci ha pensato il rientrante Bertaggia a trovare la via dell’1-1. Il ticinese, pur se sgambettato, è riuscito a infilare caparbiamente il portiere lettone con un backhand in caduta.

Di ben altra consistenza è stato l’avvio del periodo centrale, che ha visto gli ospiti premere con maggiore convinzione. Tale caparbietà ha dato i suoi frutti con la deviazione vincente di Morini. Nonostante ciò, il pareggio del Langnau è giunto rapidamente e a timbrare il cartellino è questa volta stato l’”altro” Schmutz, Flavio. Il numero 40 si è reso protagonista di un pregevole slalom tra la retroguardia bianconera, invero non impeccabile, colpendo Schlegel ancora una volta nel suo “five-hole”. Poi, a cinque minuti dalla seconda sirena, il portiere del Lugano è stato salvato dalla traversa, che ha fermato una potente conclusione di prima intenzione di Blaser.

Nel terzo periodo il Lugano ha ulteriormente consolidato la predominanza nei tiri in porta, trovando poi il decisivo allungo con un micidiale uno-due firmato Arcobello e Riva. Dapprima, il Top Scorer si è accaparrato un disco vagante nello slot e ha evitato con freddezza l’uscita disperata di Punnenovs, infilando poi il puck nella porta ormai sguarnita. Successivamente, il difensore ticinese si è reso protagonista di un notevole assolo concluso con un preciso tiro vincente sotto misura, che è valso il quarto gol per i suoi.

Con tutte le attenuanti del caso, la prestazione odierna fornita dal Lugano non si può certo definire esaltante, tuttavia, con il passare dei minuti i bianconeri sono cresciuti di tono. Il ritmo accumulato nella sfida sarà senz’altro utile per la partita di domani sera, in occasione del secondo derby stagionale.

LANGNAU - LUGANO 2-4 (1-1, 1-1, 0-2)
Reti: 01’27” J.Schmutz (F.Schmutz) 0-1; 18’51” Bertaggia 1-1; 24’34” Morini (5c4) 1-2; 27’15” F.Schmutz 2-2; 47’48” Arcobello 2-3; 48’15” Riva 2-4.
LUGANO: Schlegel; Riva, Heed; Wellinger, Loeffel; Chiesa, Nodari; Wolf. Fazzini, Arcobello, Boedker; Carr, Kurashev, Bürgler; Suri, Herburger, Lammer; Bertaggia, Morini, Walker; Traber.
Penalità: 7x2’+1x10’ (Earl) Langnau; 5x2’+1x10’ (Arcobello) Lugano.
Note: Ilfishalle, 37 spettatori. Arbitri: Salonen, Fluri; Progin, Duarte.

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch / STR (MARCEL BIERI)
Guarda tutte le 11 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 5 mesi fa su tio
Complimenti siete stati bravi ma ancora ci sono dei falli evitabili, mente lucida e perseveranza, avanti cosi, auguri
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SERIE A
7 ore
Pazzo 7-0 del Milan a Torino, torna a vincere la Juve
Rossoneri in passeggiata scolastica in Piemonte, mentre i bianconeri si sono imposti 3-1 sul campo del Sassuolo.
SUPER LEAGUE
7 ore
Un punticino prezioso per il Sion
Al Tourbillon i vallesani hanno impattato 1-1 con il Lucerna, trovando il pari nel finale. Il Lugano è salvo.
BASKET
9 ore
Gara-1 dei quarti: la Spinelli domina i Tigers
La squadra di Gubitosa si è imposta 107-68 sui bianconeri, andando sull'1-0 in una serie al meglio delle tre
PESCARA
11 ore
Una raccolta firme per riportare Zeman in panchina
Dopo la retrocessione in Serie C i tifosi del Pescara vogliono ripartire dall'ex Lugano.
IL SORPASSO... A 4 RUOTE
14 ore
Sir Lewis e lo sfrontato Verstappen
I numeri nello sport possono essere più bugiardi delle parole di un’amante (o di un amante).
HCAP
16 ore
Ad Ambrì si suda già
Test fisici in Leventina, presente anche il nuovo straniero Peter Regin.
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
19 ore
«Pirlo? Abbandonato»
Arno Rossini: «Andrea ha fatto degli sbagli, ma la stagione va a rotoli soprattutto per colpa della dirigenza».
NATIONAL LEAGUE
23 ore
«È fenomenale, abbiamo già quasi esaurito i posti. Ambrì? Emozioni incredibili»
Dopo Ambrì e Berna, Vincent Lechenne vivrà con l'Ajoie la terza esperienza della carriera nella massima serie svizzera.
SUPER LEAGUE
1 gior
Quarto rovescio di fila (senza segnare): il Lugano ha finito la benzina
Bianconeri senza idee in terra renana e sconfitti 2-0. Reti di Kasami e Stocker.
CHALLENGE LEAGUE
1 gior
Chiasso, a Wil una sconfitta che fa malissimo
La rincorsa alla salvezza si complica maledettamente per i rossoblù, battuti 3-2 in terra sangallese.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile