Tipress, archivio
HCL
24.09.20 - 08:000
Aggiornamento : 23:00

Fadani sulle orme di Elvis: «Siamo molto amici, per me è un esempio»

Il giovane portiere del Lugano: «Mi auguro che durante la stagione ci potrà essere l'occasione giusta anche per me»

Il terzo portiere del Lugano – Davide Fadani – è davvero promettente e nei prossimi anni potrebbe diventare la saracinesca titolare dei bianconeri. Il 19enne è cresciuto a Milano, ma a 14 anni si è trasferito nel settore giovanile sottocenerino, diventando da subito un punto fermo per ogni categoria in cui ha militato.

Visti i suoi trascorsi nel vivaio ticinese, da questa stagione l'estremo difensore italiano ha anche acquisito la licenza svizzera. «Sono fiero di fare parte di un club ambizioso come il Lugano», è intervenuto proprio Fadani. «Non sarà sicuramente semplice, ma il mio obiettivo è quello di stare qui il più a lungo possibile, di esordire in prima squadra e di continuare a crescere. Vedremo cosa succederà. In ogni caso non mi sarei mai aspettato di trovarmi in questa situazione, ma con il tempo ho preso consapevolezza. Quando mi ritrovo nello spogliatoio con alcuni campioni che hanno militato in NHL, provo delle grandi emozioni. A volte mi guardo intorno e mi chiedo cosa ci faccio qui, poi però penso a tutti i sacrifici che ho fatto insieme alla mia famiglia e mi rendo conto che il lavoro paga. È soltanto l'inizio e ne sono consapevole, ma sono motivato a continuare in questa direzione». 

È risaputo che un giovane giocatore talentuoso non possa limitarsi a un ruolo di secondo piano, ma debba avere tanto ghiaccio per continuare la sua crescita. Dal canto suo Fadani continuerà a essere il portiere titolare degli Juniori Elites e potrà anche essere schierato dai Ticino Rockets. «Giocare tanto è molto importante, per questo motivo avendo spazio sia con gli Elites sia con i Rockets, mi auguro di riuscire a ritagliarmi un piccolo spazio anche con la prima squadra. Davanti a me ho due buonissimi portieri – dai quali ho la fortuna di poter imparare molto (Zurkirchen e Schlegel, ndr) – e anche se non sarà facile, spero che durante la stagione ci potrà essere l'occasione giusta anche per me».

Il 19enne è dunque sulle orme di uno dei suoi predecessori, ovvero Elvis Merzlikins. Ricordiamo che anche l'attuale estremo difensore lettone dei Blue Jackets era approdato in giovane età nel settore giovanile del Lugano. «Siamo molto amici, Elvis è una persona aperta e mi ha sempre dato tanti consigli. Per me è sicuramente un esempio da seguire e, nonostante caratterialmente siamo diversi, abbiamo avuto un percorso abbastanza simile. Lui però è un portiere già affermato, gioca nel campionato di hockey più importante del mondo e si sta rendendo protagonista di una grandissima carriera. Proverò a ripetere le sue gesta e, chissà, magari a fare anche meglio».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Tipress, archivio
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 1 mese fa su tio
Bravissimo complimenti e auguri
sergejville 1 mese fa su tio
Giovane talentuoso e promettente.
Claudia Tettamanti 1 mese fa su fb
Ti auguro un meraviglioso futuro nel famiglia Bianco e Nera !! 🏒🥅
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile