Immobili
Veicoli
Tipress, archivio
Paolo Duca e Marc Gautschi in azione con l'Ambrì.
L'OSPITE - STEFANO TOGNI
30.07.20 - 12:000
Aggiornamento : 23:01

«Gautschi come Duca e Raffainer: largo ai giovani»

Stefano Togni: «McSorley ha scritto la storia del Ginevra, ma si è reso conto di avere fatto il suo tempo»

Negli scorsi giorni il Ginevra ha comunicato l'ingaggio di Marc Gautschi al posto di Chris McSorley in qualità di direttore sportivo.

Per il 37enne sarà la prima esperienza della sua carriera con queste funzioni, anche se conosce già l'ambiente di Les Vernets poiché l'ha vissuto a due riprese. L'ex difensore ha infatti dapprima difeso i colori delle Aquile come giocatore (2011/2013), dopodiché ha ricoperto lo scorso anno il ruolo di assistant-coach della U17. «Prima o poi l'era Mc Sorley doveva finire», ha analizzato l'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Chiaramente per Gautschi non sarà semplice sostituire un personaggio del genere, anche se sono convinto che abbia le qualità e le conoscenze necessarie per lavorare bene in questo ambito. È ovviamente un'altra persona rispetto a McSorley, ma ha già lavorato con lui e conosce di conseguenza molto bene la filosofia del club. Personalmente penso sia stato giusto sostituirlo con un giovane rampante, motivato e che abbia la possibilità di fare strada».

Dopo Raffainer e Duca, un altro “giovane” ex giocatore ha dunque deciso di mettersi a disposizione per un ruolo delicato come quello del ds. «Finora si sono rivelate tutte delle scelte azzeccate, anche perché questi personaggi hanno giocato molte stagioni ad alti livelli e adesso – che sono dietro a una scrivania – possono muoversi al meglio utilizzando tutta l'esperienza accumulata negli anni. Gautschi potrà sicuramente togliersi le sue soddisfazioni esattamente come stanno facendo Duca e Raffainer e a loro aggiungo anche Domenichelli. Sono quei personaggi che conoscono il mondo dell'hockey a 360 gradi».

Negli ultimi anni il ruolo del ds è un po' cambiato e sempre più ex giocatori, che hanno giocato a un certo livello, decidono d'intraprendere questa carriera. «Il ds deve essere un buon comunicatore, avere un certo polso ed essere bravo a fare il “trait d'union” fra il coach e la squadra. Quei giocatori che hanno vissuto tante stagioni sul ghiaccio, possiedono di conseguenza la mentalità vincente, non mollano mai e alla prima difficoltà trovano sempre una soluzione per uscirne».

E a Ginevra troverà una squadra giovane, che si è distinta particolarmente nello scorso campionato e con il roster già completo in vista della stagione 2020/2021. «Ultimamente il Ginevra ha fatto un grande salto di qualità e con coach Emond, che in precedenza aveva allenato per diversi anni l'U20 delle Aquile, ha trovato il proprio equilibrio. Il club sta lavorando molto bene con i giovani, ha delle basi solide e l'innesto di Gautschi segue proprio questa filosofia». 

Dopo Arno Del Curto un altro “senatore” dell'hockey ha quindi abbandonato la scena... «L'hockey sta cambiando e certi grandi personaggi di National League si sono resi conto di avere fatto il loro tempo e che era arrivato il momento di lasciare. Sono dei grandi anche sotto questo punto di vista, poiché non è mai facile decidere dopo una vita trascorsa a masticare hockey. McSorley per esempio ha scritto la storia del Ginevra e ha ricoperto moltissimi ruoli – anche il proprietario – ma passare il testimone è stata la decisione più saggia. Largo ai giovani».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CHAMPIONS LEAGUE
11 min
«Prenoto già l’hotel per la prossima finale»: Klopp non molla
«Quando il portiere è il migliore in campo vuol dire che qualcosa per i tuoi avversari non va»
TENNIS
3 ore
«Non porto rancore nei confronti dell'Australia»
Il serbo, attualmente impegnato al Roland Garros, è tornato a parlare dell'incredibile periodo vissuto a inizio 2022
CHAMPIONS LEAGUE
11 ore
Champions League: il Real Madrid fa 14, piange il Liverpool
Sorretti da un Courtois incredibile, i blancos hanno trionfato in finale grazie all'1-0 rifilato ai Reds.
TAMPERE & HELSINKI 2022
15 ore
Il dado è tratto: Canada-Finlandia in finale
La seconda semifinale ha premiato nettamente i canadesi, impostisi 6-1 sulla Repubblica Ceca
MOTOMONDIALE
18 ore
Marquez, calvario senza fine: nuova operazione e nuovo stop
Lo spagnolo: «Da quando ho avuto l'infortunio tutto si è complicato ed è difficile superare questo periodo».
MOTOMONDIALE
20 ore
Mugello a tutta Italia: prima il ritiro del 46 di Rossi, poi lo show in pista
Prima fila tutta azzurra con Bezzecchi e Marini rispettivamente secondo e terzo
SERIE A
1 gior
La fine di un'era: «Fiero di aver vestito questa gloriosa maglia»
Franck Kessié si è congedato dal Milan dopo aver conquistato uno Scudetto.
MOTOCICLISMO
1 gior
L'incidente a 280km/h di Petrucci: «Felice di essere vivo»
Il pilota italiano: «Non voglio polemizzare, ma ho rotolato per oltre cento metri senza che nessuno mi aiutasse».
HCL
1 gior
L'HCL inizia a preparare la sua stagione a... Lugano Marittima
Il CEO bianconero Marco Werder ha anche parlato di Thürkauf in Nazionale: «Felicissimi di aver puntato su di lui».
TENNIS
1 gior
Impresa della Teichmann: stesa la Azarenka
La tennista rossocrociata si è qualificata per gli ottavi di finale dello slam parigino: 4-6, 7-5, 7-6 il punteggio.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile