TiPress/archivio
CANTONE
13.05.20 - 23:000
Aggiornamento : 14.05.20 - 17:17

Prestiti per i club: «È stato messo un altro cerotto. Il prossimo campionato è assicurato, ma...»

Sbloccato un prestito di 350 milioni per hockey e calcio. «Un altro aspetto importante sarà la riduzione degli ingaggi».

La parola al presidente dell'Ambrì: «In questo modo i club, anche se si giocasse a porte chiuse e con una nuova stretta sulle misure di sicurezza, avrebbero la liquidità necessaria. Sul medio-lungo termine servono però misure a livello di Lega».

AMBRÌ - Il Consiglio federale viene incontro al mondo dello sport. Oltre ai soldi destinati a fondo perso allo sport di massa e di punta (50 milioni a disposizione quest'anno, altri 100 nel 2021), sono stati previsti 350 milioni di franchi per i club professionistici di calcio e hockey. In questo caso si tratta però di prestiti che saranno divisi in due tranche. La prima, con 100 milioni al calcio e 75 all’hockey, verrà sbloccata il 1. giugno. La seconda sarà messa a disposizione il prossimo anno per far fronte ad altre eventuali perdite. 

Gli aiuti, legati anche a obblighi e condizioni, dovrebbero permettere alle società di affrontare meglio le conseguenze dell’emergenza Covid-19.
«In effetti, questa notizia, permette di assicurare che il prossimo campionato avrà luogo in qualunque condizione… - esordisce Filippo Lombardi, presidente dell’Ambrì - Mi spiego meglio: i club, anche nel caso in cui si giocasse a porte chiuse e con una nuova stretta sulle misure di sicurezza, avrebbero la liquidità necessaria per andare avanti».

Un nodo cruciale è quello della riduzione degli ingaggi. Le leghe di calcio e hockey si sono impegnate per abbassarli del 20% nei prossimi tre anni.
«Esattamente. Lo ritengo un aspetto positivo. Quasi tutti i club, quando discutono a mente fredda, sono d'accordo. Poi però accade che ci si fa prendere dalla frenesia e si "scivola". Lo sport non è sempre sinonimo di razionalità».

In questo senso, con un obbligo, non si potrà sgarrare. 
«Sì e no. Tutto dipenderà anche dalla Lega e dalle discussioni con l’Ufficio federale dello sport. Il principio è ottimo, ma dire che nessuno potrà fare il furbo è prematuro. Bisognerà vedere quali meccanismi di controllo e autodisciplina verranno introdotti. Al momento resta il rischio che si scappi un po’ da tutte le parti… In questo ambito conto molto sul senso di responsabilità della Lega. Molti colleghi hanno voglia di dare un taglio agli eccessi degli ultimi anni, dove quasi tutti i club facevano registrare perdite importanti. Vogliamo arrivare in una “fascia” più normale, ma serve molto lavoro».

Torniamo sulla questione del prestito. Sicuramente una boccata d’ossigeno, ma c’è da fare attenzione. 
«La questione “preoccupante” è proprio questa. Saranno prestiti e in alcuni anni andranno rimborsati. I dettagli li troveremo nell’ordinanza della consigliera federale Viola Amherd. Io resto dell’idea che lunedì, nell'assemblea della Lega dove si sono state congelate le retrocessioni per il prossimo anno, era stato messo un primo cerotto. Ora il Consiglio federale ne ha messo un altro, ma sul medio-lungo termine non abbiamo garantito nessuna sicurezza».

Insomma qualcuno potrebbe comunque trovarsi in grossa difficoltà.
«Se in 5 anni bisognerà rimborsare i milioni ricevuti alcuni club ce la faranno, altri no. O si prendono misure serie a livello di Lega - proporzionate alla durata prevista per il rimborso di questi prestiti - o altrimenti la sicurezza è puramente illusoria. La sicurezza ci sarà per chi avrà la cassa piena, mentre altri si troveranno nei pasticci ancor più di prima».

Un club, all’incirca, quanto dovrebbe ricevere come prestito?
«Grossomodo ogni club potrebbe ricevere la metà dei costi d’esercizio della stagione 2018/19 (l’Ambrì, nello specifico, aveva avuto uscite per 12'546'286 franchi, ndr). Anche per questo la riduzione del 20% degli stipendi è una parte della soluzione, a patto che sia garantita su tutta la durata del rimborso».

HOCKEY: Risultati e classifiche

TiPress/archivio
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 5 mesi fa su tio
Il Pippo TT ( Trombone Trombato ) ora è il üpresidente con l'acqua... alla gola... PlayOut Arena
don lurio 5 mesi fa su tio
Sono socio di un club sportivo di 150 membri (tiro a segno), spero che i cerotti li danno a tutti i club. Per quanto concerne l'Hockey calcio ecc.. club di tutta la Svizzera sono d' accordo se fanno giuocare i club con la maggioranza di cittadini che vivono con la cittadinanza e che vivono in CH
vulpus 5 mesi fa su tio
Ma questi prestiti sono analoghi a quelli concessi all'economia privata. Non ci vedo un grande scandalo, se il CF ha preso questa decisione. In Svizzera l'hockey ha un ruolo importante a tutti i livelli, ed è giusto che venga supportato in una situazione delicata. Di risorse in Svizzera ce ne sono in abbondanza. In nazioni molto peggio di noi, in casi del genere aumentano i giri della fotocopiatrice dei bigliettoni. Qualcuno nei commenti si scaglia contro Lombardi e l'Ambrì. Non dimentichiamo che questa intervista , rispecchia tutte quelle rilasciate dagli altri club svizzeri, e agli sfegatati bianconeri, la suggestione è quella di telefonare alla signora Mantegazza, per verificare se intende rinunciare al contributo.
Bibo 5 mesi fa su tio
@vulpus Lascia perdere, quel personaggio qui sotto è conosciuto ad è inutile rispondergli. Concordo in tutto quello che hai scritto.
Tony15 5 mesi fa su tio
Toto2 Basta aprir la bocca per dar aria ai denti
Cregaz 5 mesi fa su tio
@Tony15 Torno a ripetere che si parla di giocare, non lavorare. Per cui se lo si fa a porte chiuse che senso ha a livello di utilità pubblica. Se è considerato lavoro, dal momento che sono disoccupati che vadano ad annunciarsi all’URC con tanto di ricerche e programmi occupazionali come fanno tutti, e poi se vogliono giocare che lo facciano nel tempo libero come tutti.
Bibo 5 mesi fa su tio
@Cregaz Probabilmente non ti rendi conto di tutto ciò che gira attorno ad una squadra, i giocatori sono solo una parte, anche la Mantegazza ha detto che l'hcl ha un centinaio di stipendiati. Sono prestiti quelli dati non regali, come è stato fatto per tutti i settori economici. Lombardi ha detto semplicemente quello che tutti i presidenti sanno benissimo... Certo i club più forti economicamente possono fregarsene ma la maggior parte avrà difficoltà se non ci sarà una chiara linea da seguire.
toto2 5 mesi fa su tio
A parte li fatto che anche uno dei suoi scagnozzi era presente alla riunione,il piangina numero uno non perde occasione per elemosinare.Certo lui vuole 5 anni senza retrocessione e palate di milioni a fondo perso da impiegare come meglio crede cosi per 5 anni e' a posto....La sua squadretta deve essere pagata dagli altri e lui solo incassare,come negli ultimi 80 e passa anni del resto....e i sudditi osannano l'ambri piotta siamo noi...si si e di tutti i contribuenti che pagano le tasse per i loro sussidi La sua sfacciataggine e la sua arroganza non conosce confini.Se non avete le possibilità' sparite e impieghiamo i milioni e milioni che hanno sbaffato sbaffano e sbafferanno in altro modo,che questo cantone di necessita'e priorita' ne ha fin sopra i capelli...
Tato50 5 mesi fa su tio
@toto2 Non tutti hanno i Mantegazza dietro ;-((
Blobloblo 5 mesi fa su tio
@toto2 Buffone, gli aiuti sono anche per la tua squadra!!! Ignorante!!!
stef1313 5 mesi fa su tio
@toto2 Non hai capito un emerito "beeep"... questa intervista si riferisce ad una decisione del Consiglio Federale, alla quale dubito che alcun scagnozzo di nessun genere abbia potuto partecipare, quindi prima di sparare minchiate, almeno leggi e informati... Poi se sapessi leggere, potresti magari capire che si parla dei club in generale, non dell'HCAP! Ignoranza... che brutta bestia...
Lisa Magetti 5 mesi fa su fb
chi se ne frega scusa ma non hai meglio da fare che starnazzare in giro?
streciadalbüter 5 mesi fa su tio
Si puo`vivere benissimo sen za hockey,una macchina mangiasoldi come ce n`è poche.
streciadalbüter 5 mesi fa su tio
Si puo`vivere benissimo anche senza Hockey,sport gonfiato a dismisura e mangiasoldi.
Nano10 5 mesi fa su tio
E ta pareva che non iniziasse a ... piangere lui e tutto il suo Entourage ( Mona, Duca, ecc ecc )
seo56 5 mesi fa su tio
@Nano10 Già..
stef1313 5 mesi fa su tio
@Nano10 E te pareva che non ci fosse qualche commento ignorante...
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SWISS LEAGUE
1 ora
Anche il Winterthur in quarantena
Due casi di positività al virus fermano il club di Swiss League. Rinviate le sfide contro Sierre, Ajoie e Ticino Rockets
BIENNE
4 ore
«Per fare finta di far qualcosa, le autorità hanno colpito lo sport»
Rabbia Steinegger: «Cosa faremo ora? Non so».
CHAMPIONS LEAGUE
6 ore
Eurostelle, bentornate
Questa sera riparte la coppa dalle grandi orecchie. Pandemia permettendo, ci sarà da divertirsi.
MOTOGP
14 ore
Valentino Rossi, coronavirus (quasi) battuto
Il 41enne è in isolamento domiciliare; non ha perso gusto e olfatto.
SUPER LEAGUE
17 ore
Basilea, quasi tutti in quarantena
L'isolamento è stato ordinato dal Medico Cantonale renano. Verso il rinvio la sfida col Losanna
HCAP
20 ore
«Temevamo questo scenario»
Il Canton Berna, per correre ai ripari, ha optato per una nuova riduzione a 1'000 spettatori. Il commento di Nicola Mona
HCAP
1 gior
Nuova Valascia, terminata la costruzione grezza
In casa Ambrì ora continueranno i lavori per rispettare i termini di consegna e inaugurare l'impianto a fine agosto 2021
HCAP
1 gior
Weekend di alti e bassi per l'Ambrì: brillano Ciaccio e Nättinen
Due punti in un fine settimana non certo semplice: qualche rimpianto però rimane.
SUPER LEAGUE
1 gior
Bene Lugano, ma puoi (e devi) far meglio
Buon pari a Vaduz per Sabbatini e soci, che hanno carattere da vendere.
TENNIS
1 gior
«Djokovic piatto, sta facendo tanta fatica dopo la squalifica per la pallata»
Ben Rothenberg: «Voglio vederlo spaccare una racchetta o urlare»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile