TiPress
+2
COPPA SPENGLER
27.12.19 - 23:000
Aggiornamento : 28.12.19 - 11:48

«Da piccolo non volevo andare a sciare con gli amici per guardare la Spengler»

Chiacchiere "davosiane" con Noele Trisconi: «Era da un po' che non mi capitava di sentire certe emozioni»

DAVOS - Fino a ieri Noele Trisconi la Coppa Spengler l'aveva vissuta soltanto dal divano di casa. Poterla assaggiare e viverla in prima persona ha avuto un gusto particolare, una sorta di sogno che si avvera. Il numero 18 leventinese ha infatti ammesso di aver vissuto delle sensazioni particolari...

«Devo ammettere che ero un attimo emozionato la mattina della partita ed era un po' che non mi succedeva. Siamo abituati al campionato ed è la solita routine. Qui a Davos invece non sapevo bene cosa aspettarmi, ma le emozioni c'erano. Una volta sentiti i nostri tifosi cantare a squarciagola però mi è sembrato di essere a casa...».

Un esordo coi fiocchi... «Abbiamo messo in pista il gioco che volevamo sin da subito, nonostante alcuni dei miei compagni - come il sottoscritto - sentissero le emozioni dell'esordio. È un torneo che si guarda sin da piccoli e poter prenderne parte è qualcosa di straordinario».

Il mio rapporto con la Spengler in tenera età? «Mi ricordo un episodio all'età di 12-13 anni, quando ancora non c'era il divieto di sciare. Io non volevo andarci proprio per guardarmi la Spengler bello tranquillo a casa. Mia mamma, però, aveva insistito affinché andassi a divertirmi con i miei amici. Il destino ha voluto che nel primo giorno di corso mi ero fatto male al piede. L'episodio non mi aveva reso poi così infelice, visto che a casa c'era proprio la scorpacciata della Spengler ad attendermi...».

Il 25 sera vi siete concessi il "cenone" di Natale qui a Davos. Vi siete lasciati andare un po' di più o le regole sono regole? «Per noi era il giorno prima della partita e non potevamo certo sgarrare. Come ha detto bene Luca Cereda non siamo qui a fare una passeggiata scolastica, vogliamo vincere ogni partita».

Qualcuno ha descritto l'ambiente di giovedì pomeriggio il migliore di sempre alla Spengler... «È stato incredibile. Sembrava di essere alla Valascia...».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Davide Agosta)
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
bobà 9 mesi fa su tio
Molti dei nostri giocatori HCL dovrebbero prendere esempio dai giocatori del'Ambri: umiltà, lavoro duro, buttarsi su ogni disco, forechecking continuo, DARE IL MASSIMO
volabas 9 mesi fa su tio
Piccolo grande guerriero, in molti dovrebbero prendere esempio da lui
Evry 9 mesi fa su tio
Bravo,cmq non mollare l'allenamento DURO !! auguri
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile