Shakhtar Donetsk
Vfl Wolfsburg
18:55
 
FC Copenhagen
Istanbul Basaksehir
18:55
 
Tio
HOCKEY
11.12.19 - 07:000
Aggiornamento : 13:04

«Non c'è limite ai sogni...»

Christian Stucki vede la luce in fondo al tunnel: «Nella mia testa ci sono già i prossimi obiettivi»

BIASCA - "Se in due anni giochi solo sette partite è difficile pensare di tornare nel giro. Quando poi vedo che i medici sono i primi a non crederci, allora è giusto che anch'io inizi a mettermi il cuore in pace". Era musica dell'8 maggio e Christian Stucki sembrava rassegnato all'idea di non poter tornare a giocare a hockey. Da quel giorno di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia ma negli scorsi giorni, a sette mesi di distanza, il 27enne ha respirato di nuovo l'aria (freschissima) del ghiaccio. Una sensazione bellissima, una sensazione che non si può descrivere...

«Il segreto? Questo è carattere. O ce l'hai o non ce l'hai. Ho svolto un percorso che in pochi avrebbero intrapreso. Tornare a disputare una partita? A gennaio, ma magari anche prima. Chi lo sa. I prossimi 10 giorni per me saranno molto importanti per capire a che punto sono...».

Un percorso durissimo presso la Isokinetic di Bologna (gruppo medico internazionale per la prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei traumi ortopedici e sportivi) lo ha aiutato a ritrovare le migliori sensazioni a quel ginocchio martoriato... «Mi sento bene. Attualmente mi sto allenando con i Rockets, a cui devo i miei ringraziamenti per la possibilità concessami. Dal punto di vista fisico, invece, sento che c'è ancora un po' di lavoro da fare. Sono quotidianamente in contatto con i dottori di Bologna, i quali - quando sono partito - mi hanno dato un piano di allenamenti da seguire. Sono contento, ma non ancora al 100%. Il percorso a Bologna è stato utilissimo e non soltanto per il ginocchio. Lo definirei una scuola di vita...».

Tornare sul ghiaccio: un piccolo grande primo passo... «Nella mia testa ci sono già i prossimi obiettivi. A Biasca mi hanno chiesto se volessi subito giocare, ma sono stato io a frenare. Non voglio forzare. Il giorno che mi sentirò bene valuterò le possibilità che ho sul tavolo e poi deciderò». 

Il ticinese ha poi raccontato un aneddoto relativo alla sua avventura vissuta nel capoluogo dell'Emilia Romagna: «In un'occasione il mio carattere molto forte e spesso anche focoso in ambito sportivo mi ha giocato un brutto scherzo. Era un venerdì e i miei allenatori mi provocavano appositamente per portarmi al limite, tanto che a un certo punto ho tirato un calcio ad alcuni attrezzi. Mi hanno spedito in hotel immediatamente. Alla sera, poi, sono venuti a cercarmi per chiarire, lo abbiamo fatto organizzando una cenetta tranquilla. Mi hanno spiegato di aver apprezzato la mia reazione, figlia della grande voglia di tornare nel giro». 

Un premio per quanto fatto nelle ultime settimane potrebbe essere la partecipazione alla Coppa Spengler... «Non nego che sarei felicissimo. Partecipare a questo torneo è un po' il sogno di ogni giocatore svizzero. Mi rendo conto che, ad oggi, mi manca ancora la competizione. Se dovessi avvertire le giuste sensazioni, e se ne avessi la possibilità, accetterei però la sfida».

HOCKEY: Risultati e classifiche

TiPress
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
albertolupo 7 mesi fa su tio
Grande. Avanti così.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
2 ore
Guerra fredda in Ferrari: Vettel ignora Binotto
Intanto è sempre più vicino l’accordo con l’Aston Martin per il 2021.
SUPER LEAGUE
6 ore
«Ora c'è un po' di delusione, ma ci davano già per spacciati»
Simone Rapp affila gli artigli per lo spareggio: «Inutile piangersi addosso: dobbiamo dimostrare di essere più forti».
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
10 ore
Eurocrucci e sorprese: i graffi di Conte e il Basilea
Tra grandi favorite e possibili outsider, l’Europa League torna a incantare.
TENNIS
20 ore
Nadal rinuncia agli US Open: «Casi di Covid ovunque, meglio non viaggiare»
La defezione del mancino di Manacor va ad aggiungersi a quella di altri campioni come Roger Federer e Stan Wawrinka
PREMIER LEAGUE
1 gior
Minacce zittite e accuse respinte: che rivincita per l’odiatissimo Granit
Per settimane parso sul piede di partenza, il centrocampista è tornato a essere un punto fermo dei Gunners.
FORMULA 1
1 gior
Calvario Vettel e dubbi su Leclerc: Marko getta benzina sul fuoco
Parole sibilline del dirigente della Red Bull, che punzecchia la Rossa: «Leclerc ha trovato velocità, Seb no...»
ATLETICA
1 gior
Atleti e gare: il Galà dei Castelli è ricco
Nonostante le limitazioni, la kermesse ticinese è pronta a entusiasmare
HCL
1 gior
«Cerchiamo un difensore straniero che abbia una certa spinta offensiva»
Serge Pelletier è carico: «I quattro giovani della rosa? Ci aspettiamo che portino tanto entusiasmo in pista»
SUPER LEAGUE
1 gior
Tramezzani, missione compiuta: il Sion si salva all'ultimo respiro
La formazione vallesana ha espugnato il campo del Servette 2-1. Nello stesso tempo Zurigo-Thun è finita 3-3
HCAP
2 gior
Nättinen, D'Ago & Co: Ambrì in pista con entusiasmo
I biancoblù sono tornati sul ghiaccio agli ordini di coach Cereda
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile