Keystone (foto d'archivio)
+14
HCL
21.11.19 - 09:000
Aggiornamento : 21:25

«Il mio Lugano era in crisi, non questo»

Penultimo ma combattivo, sul ghiaccio della Cornèr Arena il Rapperswil non baderà troppo ai bianconeri: «A noi interessa poco come sta il nostro avversario»

LUGANO – Un gioco ultimamente fattosi lento e macchinoso e un attacco ultimamente fattosi sterile hanno costretto il Lugano a rallentare parecchio. Usciti con sorprendente rapidità dai blocchi di partenza, i bianconeri hanno così via via perso slancio e sicurezze, finendo con il farsi recuperare (e superare) da molti avversari. Ora, dopo sei sconfitte consecutive, sono ottavi della graduatoria a pari punti con Friborgo e Berna e già piuttosto lontani dalle altre rivali. Sono quindi una squadra “comoda” da affrontare.

«Non credo proprio – ci ha interrotti Jannick Steinmann, direttore sportivo di quel Rapperswil che sarà di scena alla Cornèr Arena venerdì – il Lugano non può certo essere considerato un buon avversario da sfidare. In nessuna condizione».

Steinmann era sul ghiaccio, vestito di bianconero, durante una delle ultime crisi dei sottocenerini. Quella del 2015/16, quando in panca sedeva Patrick Fischer.
«Ricordo bene quel campionato, come potrebbe essere altrimenti? Eravamo ultimi della classifica dopo una quindicina di match (con 16 punti fatti, ndr). Nulla è girato per il verso giusto fino al cambio di coach. Quella squadra era in crisi, non certo questa. Questa sta solo attraversando un periodo difficile. Di quelli che, prima o poi, toccano a tutti. Non si può dubitare del suo valore».

Certo che sfidare la truppa di Kapanen ora piuttosto che quando è in piena fiducia...
«Ma a noi interessa poco come sta il nostro avversario. O almeno, dovrebbe importarci poco. Anzi nulla. Siamo molto cresciuti rispetto allo scorso anno ma ancora molto dobbiamo progredire. L'unica nostra preoccupazione, sera dopo sera, è quella di dare il 120%. Solo così possiamo pensare di competere con le realtà ambiziose di questa Lega».

Testa bassa e pedalare, anzi pattinare?
«Esatto. Badiamo solo a quel che possiamo controllare. Il resto sarebbe solo uno spreco inutile di energie».

HOCKEY: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch/ (SALVATORE DI NOLFI)
Guarda tutte le 18 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
fakocer 1 anno fa su tio
Riuscirà il buon Rapperswil a far superare il record di Mc Namara di 6 randellate? Kapanen dixit: in questo campionato ci sarà da divertirsi...
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
EURO 2020
2 ore
Svizzera, ultima chiamata: «Italia storia passata»
Vladimir Petkovic: «Con quattro punti abbiamo ottime possibilità di passare il turno».
EURO 2020
4 ore
Mancini è carico: «Vogliamo vincere»
Oltre all'allenatore dell'Italia si è espresso anche Andrea Belotti: «C'è bisogno dell'aiuto di tutti».
EURO 2020
13 ore
Niente da fare per la Spagna: ancora un pari per gli iberici
Morata e compagni hanno impattato 1-1 contro la Polonia.
EURO 2020
16 ore
Emozioni a non finire e... super Gosens: la Germania regola il Portogallo
La formazione teutonica ha liquidato i lusitani con il punteggio di 4-2.
FORMULA 1
19 ore
Zampata di Max Verstappen a Le Castellet
Il pilota olandese partirà davanti a tutti: seconda piazza per Hamilton, davanti all'altra Mercedes di Bottas.
EURO 2020
19 ore
Sorpresa a Budapest: l'Ungheria frena la Francia
I galletti non sono andati oltre all'1-1 contro gli avversari di giornata.
MOTOMONDIALE
19 ore
MotoGP: la prima fila parla francese
Johann Zarco partirà davanti al connazionale Fabio Quartararo. In Moto2 svetta Fernandez, in Moto3 Salac.
EURO 2020
20 ore
Ogni partita inizia sull'1-0. Merito di Lewandowski...
Micidiale e incontenibile: malgrado la carta identità indichi 32 anni, il polacco continua a segnare gol a grappoli
EURO 2020
23 ore
La lettera di Petkovic ai tifosi: «Siamo davvero dispiaciuti»
Il tecnico della selezione elvetica promette di dare tutto contro la Turchia (domani ore 18).
EURO 2020
1 gior
Nuno Gomes non ha dubbi: «Con la Germania siamo favoriti»
Questa sera alle 18 spazio a Portogallo-Germania: un match molto atteso.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile