Inter
0
Roma
0
2. tempo
(0-0)
Sciaffusa
0
Aarau
0
fine
(0-0)
Friborgo
3
Davos
1
fine
(1-1 : 1-0 : 1-0)
Losanna
2
Berna
5
fine
(1-1 : 0-0 : 1-4)
Langnau
3
Lugano
2
fine
(2-1 : 0-1 : 1-0)
Ginevra
3
Bienne
2
3. tempo
(0-1 : 2-0 : 1-1)
Zurigo
4
Lakers
4
overtime
(2-3 : 0-0 : 2-1 : 0-0)
Inter
SERIE A
0 - 0
2. tempo
0-0
Roma
0-0
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 21:58
Sciaffusa
CHALLENGE LEAGUE
0 - 0
fine
0-0
Aarau
0-0
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 21:58
Friborgo
LNA
3 - 1
fine
1-1
1-0
1-0
Davos
1-1
1-0
1-0
1-0 GUNDERSON
5'
 
 
 
 
6'
1-1 DU BOIS
2-1 BRODIN
30'
 
 
3-1 MARCHON
44'
 
 
5' 1-0 GUNDERSON
DU BOIS 1-1 6'
30' 2-1 BRODIN
44' 3-1 MARCHON
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 21:58
Losanna
LNA
2 - 5
fine
1-1
0-0
1-4
Berna
1-1
0-0
1-4
1-0 HERREN
3'
 
 
 
 
6'
1-1 ARCOBELLO
 
 
42'
1-2 ARCOBELLO
2-2 KENINS
43'
 
 
 
 
52'
2-3 PRAPLAN
 
 
57'
2-4 SCIARONI
 
 
60'
2-5 ANDERSSON
3' 1-0 HERREN
ARCOBELLO 1-1 6'
ARCOBELLO 1-2 42'
43' 2-2 KENINS
PRAPLAN 2-3 52'
SCIARONI 2-4 57'
ANDERSSON 2-5 60'
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 21:58
Langnau
LNA
3 - 2
fine
2-1
0-1
1-0
Lugano
2-1
0-1
1-0
1-0 PESONEN
8'
 
 
2-0 SCHILT
17'
 
 
 
 
18'
2-1 LAMMER
 
 
40'
2-2 JECKER
3-2 DIDOMENICO
54'
 
 
8' 1-0 PESONEN
17' 2-0 SCHILT
LAMMER 2-1 18'
JECKER 2-2 40'
54' 3-2 DIDOMENICO
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 21:58
Ginevra
LNA
3 - 2
3. tempo
0-1
2-0
1-1
Bienne
0-1
2-0
1-1
 
 
7'
0-1 RATHGEB
1-1 MERCIER
27'
 
 
2-1 SMIRNOVS
30'
 
 
3-1 WINGELS
44'
 
 
 
 
55'
3-2
RATHGEB 0-1 7'
27' 1-1 MERCIER
30' 2-1 SMIRNOVS
44' 3-1 WINGELS
3-2 55'
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 21:58
Zurigo
LNA
4 - 4
overtime
2-3
0-0
2-1
0-0
Lakers
2-3
0-0
2-1
0-0
 
 
1'
0-1 CERVENKA
 
 
2'
0-2 REHAK
 
 
3'
0-3 CERVENKA
1-3 BODENMANN
4'
 
 
2-3 WICK
14'
 
 
3-3 WICK
41'
 
 
4-3 BALTISBERGER
43'
 
 
 
 
48'
4-4 WELLMAN
CERVENKA 0-1 1'
REHAK 0-2 2'
CERVENKA 0-3 3'
4' 1-3 BODENMANN
14' 2-3 WICK
41' 3-3 WICK
43' 4-3 BALTISBERGER
WELLMAN 4-4 48'
Ultimo aggiornamento: 06.12.2019 21:58
keystone-sda.ch/ (Davide Agosta)
+ 5
HCL
16.11.19 - 21:540
Aggiornamento : 17.11.19 - 12:48

Il Lugano piange ancora

Velocemente avanti con Sannitz, alla Cornèr Arena i bianconeri – alla quinta sconfitta consecutiva - si sono fatti riprendere e superare dal Langnau, che si è imposto 2-1

LUGANO – Nuova dolorosissima sconfitta, la quinta consecutiva, per il Lugano, caduto 1-2 alla Corner Arena contro il Langnau. Chiesa e soci, che pure erano passati in vantaggio con Sannitz, sono ora ottavi della classifica a pari punti con il Friborgo e il Berna.

Subito incisivi in pista, decisi a prendere il comando delle operazioni e, soprattutto, a evitarsi ogni tipo di problema, i bianconeri hanno inizialmente sorpreso gli ospiti con ritmo e pressione. E subito – o quasi – sono passati con Sannitz che, ben servito da Bürgler, al 5' ha freddato Punnenovs. Il vantaggio ha dato fiducia alla truppa di coach Kapanen, che non è tuttavia riuscita a concretizzare la supremazia e la grande mole di gioco prodotta. L'ottima difesa bernese e qualche imprecisione di troppo (fuori Huguenin e Berger, è stato sprecato un minuto in 5 contro 3) hanno tuttavia frenato i ticinesi, che sono arrivati al 20' senza più passare.

La sfida è proseguita sugli stessi binari pure nella prima parte del secondo terzo. I sottocenerini hanno attaccato (altra superiorità mandata in fumo tra il 22' e il 24'), il Langnau ha difeso attivamente, non disdegnando sortite dalle parti di Zurkirchen. Accortisi della loro efficacia, con il passare dei minuti i ragazzi di coach Heinz Ehlers hanno poi cominciato a osare di più, a spingere. La loro intraprendenza è stata premiata al 36', quando Berger ha piazzato la zampata, griffando un 1-1 che ha poi retto fino alla sirena.

Vistisi premiati dal punteggio e capito di aver di fronte un avversario perfettibile in attacco, i Tigers non hanno cambiato la loro tattica neppure nel terzo tempo. Corti, raccolti, attenti e spigolosi, hanno permesso al Lugano di gestire il disco, ma si sono contemporaneamente concessi il lusso di ripartire e graffiare. E così facendo hanno trovato, al 52', grazie a un guizzo estemporaneo di Pesonen, il gol del pesantissimo 1-2. Spalle al muro, a quel punto i ticinesi hanno cercato di aumentare il ritmo e la pressione sui rivali. La loro spinta si è fatta sentire ma non ha prodotto i risultati sperati. Seppur con qualche affanno, infatti, il Langnau è riuscito a chiudere la sua porta fino alla sirena, mettendo le mani su tre punti pensantissimi e facendo ufficialmente scattare la crisi bianconera.

LUGANO-LANGNAU 1-2 (1-0, 0-1, 0-1)
Reti: 4'59” Sannitz (Bürgler) 1-0; 35'59” Berger (Pesonen) 1-1; 51'54” Pesonen 1-2.
LUGANO: Zurkirchen; Chornez, Postma; Riva, Chiesa; Vauclair, Loeffel; Wellinger, Jecker; Klasen, Lajunen, Fazzini; Bertaggia, Sannitz, Bürgler; Suri, Romanenghi, Lammer; Jörg, Haussener, Zangger.
Penalità: Langnau 3x2'.
Note: Cornèr Arena, 5'963 spettatori. Arbitri: Salonen, Hungerbühler, Fuchs, Ambrosetti.

keystone-sda.ch/ (Davide Agosta)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
Clinton 2 sett fa su tio
Io é un pezzo che non mi faccio più prendere per i fondelli e alla resega non mi beccano più !
Zarco 2 sett fa su tio
@Clinton Beh , meglio alla pista ....che tante altre scelte! Poi , l’importante non esserne succubi !
bobà 2 sett fa su tio
@Clinton così facendo non aiuti la squadra in questo difficile momento!
Evry 2 sett fa su tio
Nessuna sorpresa, anzi chiara dimostrazione che il gioco di squadra non esiste, troppi giocatori individualisti e fisicamente impreparati, iniziando da Suri il quale proprio e un buono a nulla. L'allenatorte troppo tittubante e indeciso, chiama un Time-Out a due minuti dalla fine per pretendere che certi Galli-Polli facciano le uova. Vergogna su tutta la linea !!!!! Ci sono troppi giocatori che dimostrano di copiare le caratteristiche dei parassiti e brocchi. Paghiamo ancora molte sono ancora le conseguenze del Ex-DS Kultura del Laworo... È ora di dare qualcosa al pubblico che vi ha sempre sostenuti e di dimostrare che meritate lo stipendio, NON SIAMO MICA A BIASCA !!!!!!
Zarco 2 sett fa su tio
@Evry Tutti , compreso io.....siamo allenatori! Però , sul fatto che Kapanen deve anche uscire dalla sua incrollabile supponenza, mi sembra lampante! Ora , non mi può dire che la squadra gira e la stabilità con due difensori stranieri ci vuole ....poi 5 stranieri devi saperli gestire, non mi sembra 28 x 4 posti!!!!!
Arrosto72 2 sett fa su tio
Ecco che gli stranieri sono tornati al loro ruolo di spettatori, una volta eliminata la concorrenza...
Stefano Casalinuovo 2 sett fa su fb
Cambiano giocatori, ds, dirigenti, allenatori, ma facciamo sempre pena. Mah
fakocer 2 sett fa su tio
Siamo solo all'inizio. C'è la base e la sostanza. Chiaro che ora gli allenamenti sono finiti e ogni settimana sono 2 partite: il motore deve entrare in temperatura. L'importante è che alla fine questi punti non manchino.
Zarco 2 sett fa su tio
@fakocer Beh , sempre difeso e ci mancherebbe altro ...però , non tanto le sconfitte , ma il modo di fare cocciuto di Kapanen mi irrita
Zarco 2 sett fa su tio
@fakocer Il 58 e’ in una fase di forma oscena ! Eppure su chi insiste anche alla fine Kapanen ?????sul 58; beh ....riflettere
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 2 sett fa su fb
Ma noi quando segnano?
polonord 2 sett fa su tio
E adesso cosa si aspetta per cambiare questo atteggiamento negativo di tutti questi strapagati. I tifosi sono stufi di essere presi in giro. Bisogna assolutamente reagire.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SCI ALPINO
2 ore
Super Odermatt: trionfo a Beaver Creek!
Prova sensazionale del giovane rossocrociato, che ha preceduto Kilde e Mayer nel Super G. Per il 22enne si tratta della prima vittoria in Coppa del Mondo
MOTOGP
4 ore
«Valentino Rossi non è mica scemo»
Ritiro o nuovo contratto? Secondo Carlo Pernat il Dottore ha già in mente quel che accadrà. «Ma non pensa di vincere il Mondiale, sa di avere davanti un fenomeno»
SUPER LEAGUE
7 ore
Lugano dalla crisi al record (possibile), Jacobacci: «Non mi interessa»
Sabato ospiti dello Xamax, i bianconeri sognano il successo della tranquillità e del primato di punti nel girone d'andata. «Per noi è una partita cruciale»
FORMULA 1
9 ore
«Vettel non ascolta, si faccia aiutare...»
Mark Webber ha analizzato il momento poco felice del tedesco: «Credo che queste settimane, quelle che precedono la prossima stagione, siano il periodo di pausa più importante della sua carriera»
NATIONAL LEAGUE
12 ore
Lugano, doppio esame per uscire dalla crisi
Weekend importante per i bianconeri di Kapanen, attesi dalle sfide contro Langnau e Zurigo. L'Ambrì aspetta lo Zugo di Tangnes
SUPER LEAGUE
15 ore
Lugano in emergenza a Neuchâtel: in palio punti d'oro
Bianconeri in terra neocastellana per tirarsi fuori definitivamente dalla zona pericolosa della classifica
NATIONAL LEAGUE
1 gior
«Lugano a un bivio, la fiducia era sotto le lame. Ambrì? In passato si sarebbe smarrito»
La maggior parte delle squadre ha già consumato metà regular season. Grégory Christen: «Kapanen è valido, ma qualcosa deve cambiare. Ad Ambrì c’è anche un po’ di sfortuna». E sulle altre…
SERIE A
1 gior
«Andando in Serie B ho rinunciato al Pallone d'Oro»
Gianluigi Buffon è tornato a parlare della stagione di purgatorio trascorsa con la sua Juve: «Se oggi a quasi 42 anni mi trovo qui è in virtù di quella scelta fatta 14 anni fa»
MOTOMONDIALE
1 gior
Vale si diverte in Mercedes: «Vi spiego tutto...»
L'italiano tra presente e futuro: «Questa stagione è stata molto complicata, 2020 anno importante». 9 dicembre il giorno dello "scambio"
FORMULA 1
1 gior
«Ferrari, sei così convinta di voler prendere Hamilton?»
L'ex team principal di Benetton e Renault Flavio Briatore: «Se il prossimo anno Leclerc continuasse il processo di crescita iniziato quest’anno, io punterei sul monegasco»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile