Keystone (foto d'archivio)
+ 8
HCL
12.11.19 - 09:150
Aggiornamento : 14:54

«Nilsson non giocherà più, ma non prenderemo Klasen»

Zurigo capolista intrattabile? Sven Leuenberger: «Dopo la pausa è sempre dura. Lugano squadra pericolosa, che gioca per divertire. Può vincere il titolo»

ZURIGO - Si guardasse solo la classifica, questa sera all'Hallenstadion il Lugano non avrebbe scampo. Nella tana dello Zurigo capolista, della squadra che ha segnato più di tutte e che può contare sulla terza difesa della Lega (Davos e Friborgo, le migliori, hanno però giocato meno partite) come si potrebbe pensare di spuntarla? Invece - fortunatamente vien da dire - i numeri sono importanti ma non raccontano tutto. E soprattutto non bastano per delle previsioni... certe.

«Contro i bianconeri sarà una battaglia - ha raccontato Sven Leuenberger, ds dei Lions - e poi dopo la pausa è sempre dura: ricominciare con il ritmo e la concretezza mostrate nella prima parte della stagione non sarà facile».

Già davanti a tutti, questi Lions possono migliorare ancora?
«Certo. Soprattutto in boxplay, situazione nella quale siamo stati tutt'altro che perfetti».

L'imperfezione non costerà però loro il favore dei pronostici contro i ticinesi.
«La classifica dice che siamo davanti. La verità è però che la classifica non conta. Il Lugano, come d'altronde il Bienne, il Losanna, il Ginevra, il sorprendente Davos, lo Zugo e il Berna, è un'ottima squadra. Che ha tutte le possibilità di completare una stagione positiva. Di arrivare fino in fondo. Vincere il titolo? Può farlo. In più i ragazzi di coach Kapanen giocano a hockey. Non speculano. Si muovono cercando il risultato e così facendo divertono. Sarà interessante sfidarli».

Zurigo-Lugano è anche mercato. L'anno scorso i Lions pensarono a Klasen, che ora è in scadenza. Il posto di Nilsson è a disposizione...
«Robert non giocherà più a hockey. Ma questo non significa che per il futuro stiamo pensando a Linus. La scorsa stagione l'abbiamo giocata senza Nilsson. Questa l'abbiamo impostata senza Nilsson. Non stiamo cercando un suo sostituto e Klasen non arriverà».

keystone-sda.ch/ (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 12 immagini
Commenti
 
Bibo 3 sett fa su tio
Klasen, a parte Lugano, non ha mercato in Svizzera, non perché non sia forte ma per le sue caratteristiche di gioco. Giocatori così oramai purtroppo sono poco cercati dagli allenatori "moderni"...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
MOTOGP
1 ora
«Valentino Rossi non è mica scemo»
Ritiro o nuovo contratto? Secondo Carlo Pernat il Dottore ha già in mente quel che accadrà. «Ma non pensa di vincere il Mondiale, sa di avere davanti un fenomeno»
SUPER LEAGUE
4 ore
Lugano dalla crisi al record (possibile), Jacobacci: «Non mi interessa»
Sabato ospiti dello Xamax, i bianconeri sognano il successo della tranquillità e del primato di punti nel girone d'andata. «Per noi è una partita cruciale»
FORMULA 1
6 ore
«Vettel non ascolta, si faccia aiutare...»
Mark Webber ha analizzato il momento poco felice del tedesco: «Credo che queste settimane, quelle che precedono la prossima stagione, siano il periodo di pausa più importante della sua carriera»
NATIONAL LEAGUE
8 ore
Lugano, doppio esame per uscire dalla crisi
Weekend importante per i bianconeri di Kapanen, attesi dalle sfide contro Langnau e Zurigo. L'Ambrì aspetta lo Zugo di Tangnes
SUPER LEAGUE
11 ore
Lugano in emergenza a Neuchâtel: in palio punti d'oro
Bianconeri in terra neocastellana per tirarsi fuori definitivamente dalla zona pericolosa della classifica
NATIONAL LEAGUE
21 ore
«Lugano a un bivio, la fiducia era sotto le lame. Ambrì? In passato si sarebbe smarrito»
La maggior parte delle squadre ha già consumato metà regular season. Grégory Christen: «Kapanen è valido, ma qualcosa deve cambiare. Ad Ambrì c’è anche un po’ di sfortuna». E sulle altre…
SERIE A
1 gior
«Andando in Serie B ho rinunciato al Pallone d'Oro»
Gianluigi Buffon è tornato a parlare della stagione di purgatorio trascorsa con la sua Juve: «Se oggi a quasi 42 anni mi trovo qui è in virtù di quella scelta fatta 14 anni fa»
MOTOMONDIALE
1 gior
Vale si diverte in Mercedes: «Vi spiego tutto...»
L'italiano tra presente e futuro: «Questa stagione è stata molto complicata, 2020 anno importante». 9 dicembre il giorno dello "scambio"
FORMULA 1
1 gior
«Ferrari, sei così convinta di voler prendere Hamilton?»
L'ex team principal di Benetton e Renault Flavio Briatore: «Se il prossimo anno Leclerc continuasse il processo di crescita iniziato quest’anno, io punterei sul monegasco»
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Quando Bob Hartley chiese a Sven Ryser di far male a Reto Von Arx...
Episodio da censura: il coach canadese decise poi di mettere fuori rosa il suo giocatore, il quale si rifiutò di ferire l'avversario...
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile