Ticino Rockets
1
Langenthal
5
fine
(1-0 : 0-4 : 0-1)
Ajoie
6
Winterthur
1
pausa
(4-0 : 2-1)
Olten
3
Sierre
0
3. tempo
(0-0 : 3-0 : 0-0)
Zugo Academy
1
GCK Lions
4
pausa
(1-1 : 0-3)
Visp
1
Turgovia
0
pausa
(0-0 : 1-0)
Ticino Rockets
LNB
1 - 5
fine
1-0
0-4
0-1
Langenthal
1-0
0-4
0-1
1-0 BADER
3'
 
 
 
 
24'
1-1 STERCHI
 
 
32'
1-2 KUNG V.
 
 
36'
1-3 KUMMER
 
 
37'
1-4 KUNG V.
 
 
59'
1-5 TSCHANNEN
3' 1-0 BADER
STERCHI 1-1 24'
KUNG V. 1-2 32'
KUMMER 1-3 36'
KUNG V. 1-4 37'
TSCHANNEN 1-5 59'
Ultimo aggiornamento: 17.11.2019 19:07
Ajoie
LNB
6 - 1
pausa
4-0
2-1
Winterthur
4-0
2-1
1-0 JOGGI
5'
 
 
2-0 HUBER
13'
 
 
3-0 FROSSARD
14'
 
 
4-0 HAZEN
15'
 
 
 
 
25'
4-1 MONNET
5-1 POUILLY
36'
 
 
6-1 FROSSARD
39'
 
 
5' 1-0 JOGGI
13' 2-0 HUBER
14' 3-0 FROSSARD
15' 4-0 HAZEN
MONNET 4-1 25'
36' 5-1 POUILLY
39' 6-1 FROSSARD
Ultimo aggiornamento: 17.11.2019 19:07
Olten
LNB
3 - 0
3. tempo
0-0
3-0
0-0
Sierre
0-0
3-0
0-0
1-0 NUNN
32'
 
 
2-0 HORANSKY
36'
 
 
3-0 HAAS
40'
 
 
32' 1-0 NUNN
36' 2-0 HORANSKY
40' 3-0 HAAS
Ultimo aggiornamento: 17.11.2019 19:07
Zugo Academy
LNB
1 - 4
pausa
1-1
0-3
GCK Lions
1-1
0-3
1-0 LANGENEGGER
9'
 
 
 
 
16'
1-1 HAYES
 
 
21'
1-2 BACKMAN
 
 
22'
1-3 FUHRER
 
 
28'
1-4 BACKMAN
9' 1-0 LANGENEGGER
HAYES 1-1 16'
BACKMAN 1-2 21'
FUHRER 1-3 22'
BACKMAN 1-4 28'
Ultimo aggiornamento: 17.11.2019 19:07
Visp
LNB
1 - 0
pausa
0-0
1-0
Turgovia
0-0
1-0
1-0 SPINELL
36'
 
 
36' 1-0 SPINELL
Ultimo aggiornamento: 17.11.2019 19:07
TiPress (archivio)
SWISS LEAGUE
28.08.19 - 11:110
Aggiornamento : 17:17

«Bello rientrare in Svizzera. Bezina? Potrebbe ancora giocare in “A” ad occhi chiusi»

Diego Scandella è tornato in Svizzera dopo un'intensa esperienza in Ungheria: sarà il vice-allenatore del Sierre

SIERRE - Diego Scandella ha sempre voglia di imparare. Le nuove avventure non lo spaventano, anzi lo stimolano perché l'hockey è la sua vita. Chiusa - di comune accordo e dopo dieci anni - la lunga esperienza ad Ambrì nel maggio del 2018, l'italo-canadese si era poi lanciato in una nuova doppia avventura in Ungheria, lavorando sia per la Federazione che per il Vasas (squadra di Budapest del massimo campionato). Poi ecco la chiamata del Sierre, dove ricoprirà il ruolo di vice-allenatore.

«L'opportunità di rientrare in Svizzera mi ha subito stimolato - le parole di Scandella - Conoscevo già Dany Gélinas (l'allenatore dei vallesani, ndr), persona con cui avevo già avuto diverse discussioni in passato. Sono felice che finalmente avremo la possibilità di lavorare insieme».

Che esperienza è stata quella ungherese?
«L'hockey sta crescendo dappertutto. Quello ungherese non fa eccezione, i club e la Federazione stanno investendo molto per raggiungere un certo livello. Il Vasas è una squadra che avevo paragonato ai Ticino Rockets. In Ungheria, infatti, si possono schierare sei stranieri, mentre noi ne avevamo soltanto uno. Si lavorava molto con i giovani e la formula del campionato non prevede la retrocessione. Come succede a Biasca, quando poi i giovani si formano se ne vanno in squadre più ambiziose...».

Quale sarà l'obiettivo del Sierre?
«I playoff. Non sarà facile, visto che siamo sempre una neopromossa con un budget molto limitato. Abbiamo una squadra molto giovane, se si eccettuano Goran Bezina e il canadese Eric Castonguay». 

E proprio a proposito di Bezina. La sua discesa in Swiss League ha stupito un po' tutti. Come si sta ambientando?
«Si sta comportando molto bene. Quando gli è stata sottoposta l'offerta non ci ha pensato molto, conosce già molto bene questa realtà. Quella alle porte sarà la sua ultima stagione da giocatore, poi si butterà in una nuova avventura. Diciamo che, malgrado scenda sul ghiaccio ancora un anno, si sta già preparando per il post-carriera. Da allenatore? Penso sia più orientato sul management, magari lo vedremo nel ruolo di direttore sportivo. Chissà...».

Una sorta di "papà" per lo spogliatoio...
«Esattamente. Tutti lo guardano. Ha il doppio degli anni di alcuni dei nostri giocatori, ma si sta inserendo molto bene. È un giocatore che dalla linea blu si farà sentire, potrebbe giocare ancora ad occhi chiusi nella massima serie».

Diego Scandella non smette mai di imparare...
«Sì, sono stato anche fortunato. Ho avuto diverse persone che nella mia carriera mi hanno dato delle opportunità. Per questo motivo non posso che esserne grato, ho girato tanto conoscendo diverse realtà. È proprio così, non smetti mai di imparare. L'hockey si vive 12 mesi all'anno. Non puoi fermarti». 

TiPress (archivio)
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
STOP AND GO
37 min
Lugano giù in "picchiata", Ambrì cuore e grinta non sempre bastano
Non è stata una settimana allegra per le due formazioni ticinesi: un solo punto conquistato (dai biancoblù) negli ultimi sette giorni. In National League torna Cervenka e totalizza 6 punti personali!
QULIFICAZIONE EURO 2020
1 ora
Ronaldo fa 99 e trascina il Portogallo agli Europei
I lusitani si sono imposti con il punteggio di 2-0 contro il Lussemburgo. Nello stesso tempo la Serbia non è andata oltre al 2-2 con l'Ucraina
MOTO GP
3 ore
Marquez il cannibale suona la 12esima sinfonia
Il campione spagnolo ha chiuso in bellezza davanti a Quartararo e Miller
VIDEO
MOTO 3
6 ore
Terribile caduta a Valencia: ecco il video
Sono stati cinque i piloti coinvolti nel maxi crash: Foggia (che ha avuto la peggio), Antonelli, Tatay, Yurchenko e Alcoba
PREMIER LEAGUE
8 ore
Granit Xhaka il reietto è ostaggio dell'Arsenal
Praticamente chiusa la sua avventura da Gunner, il centrocampista rossocrociato sogna la Serie A. A Londra però, per non perdere troppi soldi, potrebbero spedirlo al Newcastle
MOTOGP
11 ore
Marquez-Marquez, la Honda pensa ai fratelli-coltelli
Via Jorge Lorenzo, sarà Alex a diventare compagno di squadra di Marc? «Più svantaggi che vantaggi»
HCAP
20 ore
Ambrì punito ai supplementari, alla Valascia passa il Losanna
I biancoblù sono usciti sconfitti di misura al termine di una sfida combattuta e decisa solo all’overtime. 2-1 il risultato finale
HCL
21 ore
Il Lugano piange ancora
Velocemente avanti con Sannitz, alla Cornèr Arena i bianconeri – alla quinta sconfitta consecutiva - si sono fatti riprendere e superare dal Langnau, che si è imposto 2-1
FORMULA 1
22 ore
Verstappen, non solo lingua lunga: è pole in Brasile
L'olandese della Red Bull scatterà davanti a tutti a Interlagos. Preceduti Vettel, Hamilton e Leclerc
TENNIS
1 gior
Federer sprecone, Tsitsipas lo infilza
Capace di trasformare solo una delle dodici palle break avute, Roger si è inchinato 3-6, 4-6 al greco, volato così all'ultimo atto delle ATP Finals
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile