Keystone (archivio)
UN DISCO PER L'ESTATE
20.08.19 - 07:010
Aggiornamento : 02.09.19 - 18:12

La spaccata e quell'incredibile record del (incrollabile) muro bernese

Dal 1985 al 2001 Renato Tosio ha messo in fila la bellezza di 732 partite da titolare in LNA senza mai saltarne una. Nella sua carriera anche 4 titoli e 145 gettoni in Nazionale

UN DISCO PER L'ESTATE

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Un muro che ha protetto il vecchio Allmend per 14 stagioni. Un muro che per festeggiare ogni vittoria (e sono state tante) si esibiva in un balzo in spaccata degno del miglior Rudolf Nureyev. Ma non con scarpette e vestiitino come il ballerino russo, bensì con corazza e pattini. Rischiando, con quelle acrobazie, di mettere a repentaglio il proprio fisico. Cosa che non successe mai. Sì perché Renato Tosio, di lui stiamo parlando, detiene un singolare (e probabilmente imbattibile) record: ovvero quello di aver disputato la bellezza di 732 partite da titolare in LNA senza mai saltarne una. Mai un infortunio. Mai una malattia. Nemmeno un piccolo raffreddore. Nulla. Un’autentica macchina. Un uomo bionico. 

Il portiere, nato il 16 novembre del 1964 a Wil, iniziò la propria carriera nella lega cadetta con il Coira a soli 17 anni. Con i grigionesi conquistò la promozione in LNA nel 1983-84 e la stagione successiva iniziò la sua serie da “immortale” del ghiaccio. Da Highlander delle piste elvetiche. Nel 1987, il cerbero firmò per il Berna. Dove esordì il 3 ottobre, e dove rimase per il resto della sua carriera. Nella capitale Tosio divenne un’icona e si laureò per quattro volte campione svizzero. Il primo titolo, conquistato da sfavoriti ai danni del Grande Lugano nel 1989, resta probabilmente il più bello. 

Ma Tosio mise lo zampino (o se preferite il guanto) anche nei seguenti successi dell’Orso datati 1991, 1992 e 1997. Poi il 20 marzo 2001, un rigore tirato dallo specialista Jean-Jacques Aeschlimann estromette gli Orsi dalle semifinali dei playoff. Ma quella finta non diede solo la finale al Lugano. No. perché quella finta, sempre la stessa, mise fine anche alla strepitosa carriera di Renato Tosio e al suo incredibile primato. Dopo 14 stagioni nella capitale, il cerbero compì la sua ultima spaccata. Dopo 726 partite nel massimo campionato e 145 presenze in Nazionale (su 183 convocazioni), salutò tutti e appese i gambali al chiodo. La sua maglia numero 31 fu in seguito ritirata dal club. Un giusto tributo per l’uomo bionico. Il portiere che danzava e saltava sul ghiaccio. Senza rompersi mai.

Clicca qui per leggere gli articoli precedenti di "Un Disco per l'estate".

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SERIE A
2 ore
Lacrime per Ancelotti, 750'000 euro (per nemmeno sette mesi) per Gattuso
Il ribaltone di Napoli ha visto Carletto lasciare tra i pianti dei giocatori e Rino arrivare atteso da un lauto compenso
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
5 ore
Behrami l'italiano tra scuse e poca fame: «Non si sputa nel piatto dove si è mangiato»
Via da Nazionale e Sion (dove ha rinunciato a 1,5 milioni), Valon ha vissuto mesi turbolenti. Arno Rossini: «Lui un po' ruffiano. Da ex capitano della Svizzera non puoi tifare Italia»
HOCKEY
8 ore
«Non c'è limite ai sogni...»
Christian Stucki vede la luce in fondo al tunnel: «Nella mia testa ci sono già i prossimi obiettivi»
CHAMPIONS LEAGUE
16 ore
L'Inter s'inchina al Barça e saluta la Champions: avanza il Dortmund di Favre
I blaugrana gelano San Siro e spediscono Conte in Europa League (2-1). Sorride il Borussia Dortmund, promosso grazie al 2-1 sullo Slavia Praga. Piange l'Ajax, superato dal Valencia
CHAMPIONS HOCKEY LEAGUE
17 ore
Bienne, epilogo amarissimo! Out anche Zugo e Losanna
Quarti di Champions da incubo: fuori tutte le elvetiche. Il Bienne è stato eliminato all'overtime dal Frölunda, i Tori si sono arresi al Mountfield (0-4). Losanna ko col Lulea (5-2)
HCAP
17 ore
L’Ambrì espugna Davos e si avvicina alla riga
Una grande prestazione difensiva ha permesso ai biancoblù di conquistare tre punti preziosissimi sul ghiaccio grigionese. 2-1 il risultato
CHAMPIONS LEAGUE
18 ore
Liverpool e Napoli: è qualificazione
Grazie ai successi rispettivamente su Salisburgo e Genk le due squadre si sono guadagnate l'accesso alla fase successiva della competizione
HCL
21 ore
«Schlegel? Soluzione a corto e medio termine»
Hnat Domenichelli, GM del Lugano, ha commentato l'ingaggio del 25enne: «In questo modo non utilizzeremo una licenza straniera per un portiere»
HCL
23 ore
Schlegel da subito al Lugano
Il portiere 25enne fa le valigie e sbarca - con effetto immediato - ai bianconeri: accordo fino al 2021. Müller rinnova fino al 2022 e giocherà nei Rockets
FORMULA 1
1 gior
«Vettel ferito»
Jacques Villeneuve ha tirato le orecchie alla Ferrari, poco chiara con Leclerc e per questo indirettamente colpevole della crisi del tedesco: «Non so cosa farà ora Mattia Binotto»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile