Keystone (archivio)
UN DISCO PER L'ESTATE
20.08.19 - 07:010
Aggiornamento : 02.09.19 - 18:12

La spaccata e quell'incredibile record del (incrollabile) muro bernese

Dal 1985 al 2001 Renato Tosio ha messo in fila la bellezza di 732 partite da titolare in LNA senza mai saltarne una. Nella sua carriera anche 4 titoli e 145 gettoni in Nazionale

UN DISCO PER L'ESTATE

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Un muro che ha protetto il vecchio Allmend per 14 stagioni. Un muro che per festeggiare ogni vittoria (e sono state tante) si esibiva in un balzo in spaccata degno del miglior Rudolf Nureyev. Ma non con scarpette e vestiitino come il ballerino russo, bensì con corazza e pattini. Rischiando, con quelle acrobazie, di mettere a repentaglio il proprio fisico. Cosa che non successe mai. Sì perché Renato Tosio, di lui stiamo parlando, detiene un singolare (e probabilmente imbattibile) record: ovvero quello di aver disputato la bellezza di 732 partite da titolare in LNA senza mai saltarne una. Mai un infortunio. Mai una malattia. Nemmeno un piccolo raffreddore. Nulla. Un’autentica macchina. Un uomo bionico. 

Il portiere, nato il 16 novembre del 1964 a Wil, iniziò la propria carriera nella lega cadetta con il Coira a soli 17 anni. Con i grigionesi conquistò la promozione in LNA nel 1983-84 e la stagione successiva iniziò la sua serie da “immortale” del ghiaccio. Da Highlander delle piste elvetiche. Nel 1987, il cerbero firmò per il Berna. Dove esordì il 3 ottobre, e dove rimase per il resto della sua carriera. Nella capitale Tosio divenne un’icona e si laureò per quattro volte campione svizzero. Il primo titolo, conquistato da sfavoriti ai danni del Grande Lugano nel 1989, resta probabilmente il più bello. 

Ma Tosio mise lo zampino (o se preferite il guanto) anche nei seguenti successi dell’Orso datati 1991, 1992 e 1997. Poi il 20 marzo 2001, un rigore tirato dallo specialista Jean-Jacques Aeschlimann estromette gli Orsi dalle semifinali dei playoff. Ma quella finta non diede solo la finale al Lugano. No. perché quella finta, sempre la stessa, mise fine anche alla strepitosa carriera di Renato Tosio e al suo incredibile primato. Dopo 14 stagioni nella capitale, il cerbero compì la sua ultima spaccata. Dopo 726 partite nel massimo campionato e 145 presenze in Nazionale (su 183 convocazioni), salutò tutti e appese i gambali al chiodo. La sua maglia numero 31 fu in seguito ritirata dal club. Un giusto tributo per l’uomo bionico. Il portiere che danzava e saltava sul ghiaccio. Senza rompersi mai.

Clicca qui per leggere gli articoli precedenti di "Un Disco per l'estate".

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
1 ora
Dentro o fuori: oggi si decide tutto
Rapp e compagni dovranno cercare di ribaltare lo 0-2 rimediato in Liechtenstein all'andata.
CHAMPIONS LEAGUE
10 ore
Champions in pericolo? Due casi di Covid-19 all'Atletico
La truppa del "Cholo" Simeone affronterà il prossimo 13 agosto il Lipsia in occasione dei quarti di finale di Champions
HCL
13 ore
Il Lugano vince e... convince
La truppa di Pelletier è tornata a giocare un'amichevole: i bianconeri hanno battuto i "cugini" di Biasca 7-1.
COPPA SVIZZERA
15 ore
Sion pugnalato in extremis
A lungo in inferiorità numerica, i biancorossi erano riusciti a pareggiare il vantaggio di Nsame prima di crollare.
FOTO E VIDEO
COPPA SVIZZERA
19 ore
Spintonato a Cham, sette punti di sutura per il magazziniere del Bellinzona
Il gesto sconsiderato dell’ex nazionale durante il match di Coppa Svizzera.
BARCELLONA
21 ore
Messi e il materasso anti-coronavirus
“Strumento” di lusso per la Pulce, che - pare - così può dormire sonni tranquilli
FORMULA 1
1 gior
«Sbattiamo contro un muro»
«Non siamo abbastanza veloci», ha commentato triste Seb.
CHAMPIONS LEAGUE
1 gior
Al Barça basta un tempo, al Napoli non basta il cuore
Solito show di Lewandowski e anche il Chelsea, steso 4-1, va a casa.
TORINO
1 gior
Juve-boom: Pirlo nuovo allenatore, è ufficiale
Silurato Sarri, Andrea Agnelli ha deciso di affidarsi all’ex centrocampista: due anni di contratto.
AMICHEVOLI
1 gior
Finalmente l’hockey: Ambri vittorioso a Biasca
Prime fatiche per le ticinesi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile