Wawrinka S. (SUI)
1
SIMON G. (FRA)
1
3 set
(6-3 : 6-7 : 3-1)
Wawrinka S. (SUI)
1 - 1
3 set
6-3
6-7
3-1
SIMON G. (FRA)
6-3
6-7
3-1
ATP-S
ANTWERP BELGIUM
Winner plays Sinner.
Ultimo aggiornamento: 18.10.2019 18:13
Keystone (archivio)
UN DISCO PER L'ESTATE
20.08.19 - 07:010
Aggiornamento : 02.09.19 - 18:12

La spaccata e quell'incredibile record del (incrollabile) muro bernese

Dal 1985 al 2001 Renato Tosio ha messo in fila la bellezza di 732 partite da titolare in LNA senza mai saltarne una. Nella sua carriera anche 4 titoli e 145 gettoni in Nazionale

UN DISCO PER L'ESTATE

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Un muro che ha protetto il vecchio Allmend per 14 stagioni. Un muro che per festeggiare ogni vittoria (e sono state tante) si esibiva in un balzo in spaccata degno del miglior Rudolf Nureyev. Ma non con scarpette e vestiitino come il ballerino russo, bensì con corazza e pattini. Rischiando, con quelle acrobazie, di mettere a repentaglio il proprio fisico. Cosa che non successe mai. Sì perché Renato Tosio, di lui stiamo parlando, detiene un singolare (e probabilmente imbattibile) record: ovvero quello di aver disputato la bellezza di 732 partite da titolare in LNA senza mai saltarne una. Mai un infortunio. Mai una malattia. Nemmeno un piccolo raffreddore. Nulla. Un’autentica macchina. Un uomo bionico. 

Il portiere, nato il 16 novembre del 1964 a Wil, iniziò la propria carriera nella lega cadetta con il Coira a soli 17 anni. Con i grigionesi conquistò la promozione in LNA nel 1983-84 e la stagione successiva iniziò la sua serie da “immortale” del ghiaccio. Da Highlander delle piste elvetiche. Nel 1987, il cerbero firmò per il Berna. Dove esordì il 3 ottobre, e dove rimase per il resto della sua carriera. Nella capitale Tosio divenne un’icona e si laureò per quattro volte campione svizzero. Il primo titolo, conquistato da sfavoriti ai danni del Grande Lugano nel 1989, resta probabilmente il più bello. 

Ma Tosio mise lo zampino (o se preferite il guanto) anche nei seguenti successi dell’Orso datati 1991, 1992 e 1997. Poi il 20 marzo 2001, un rigore tirato dallo specialista Jean-Jacques Aeschlimann estromette gli Orsi dalle semifinali dei playoff. Ma quella finta non diede solo la finale al Lugano. No. perché quella finta, sempre la stessa, mise fine anche alla strepitosa carriera di Renato Tosio e al suo incredibile primato. Dopo 14 stagioni nella capitale, il cerbero compì la sua ultima spaccata. Dopo 726 partite nel massimo campionato e 145 presenze in Nazionale (su 183 convocazioni), salutò tutti e appese i gambali al chiodo. La sua maglia numero 31 fu in seguito ritirata dal club. Un giusto tributo per l’uomo bionico. Il portiere che danzava e saltava sul ghiaccio. Senza rompersi mai.

Clicca qui per leggere gli articoli precedenti di "Un Disco per l'estate".

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SCI ALPINO
52 min

Lara Gut-Behrami al via a Sölden

La gara inaugurale della Coppa del Mondo avrà luogo il prossimo 26 ottobre

SUPER LEAGUE
2 ore

«Clic mentale? Ho visto più sorrisi, ma non c'erano dubbi o divisioni»

Il Lugano di Celestini, reduce dal successo sul campo del Sion, si prepara ad accogliere lo Zurigo: «Hanno un po' i nostri stessi problemi, ma restano pericolosissimi»

SUPER LEAGUE
5 ore

Via al nuovo tour de force bianconero

Domenica (ore 16, a Cornaredo), il Lugano affronterà lo Zurigo. Sarà la prima di sei partite da giocare in 21 giorni

HCL
6 ore

Il Lugano si tiene stretto Alessio Bertaggia

L'attaccante 26enne, definito l’ambasciatore perfetto dell’identità dell’HCL, ha prolungato il suo accordo con i bianconeri fino al 2022

NATIONAL LEAGUE
8 ore

«Faremo di tutto per restare nei piani alti della classifica»

Tim Bozon è carico e non vede l'ora di giocare il derby contro il Losanna: «Non sarà semplice, ma siamo pronti»

HCAP/HCL
11 ore

Trasferte bernesi per Lugano e Ambrì... poi c'è la Coppa

Le due formazioni ticinesi giocheranno due partite a testa lontane dai loro tifosi

HCAP
19 ore

Ambrì, Nordamerica ed emozioni: «Mi piacciono le sfide. Primo gol? Disco in camera»

Joël Neuenschwander, giovane attaccante con alle spalle tre anni oltreoceano, si sta ritagliando un ruolo nello scacchiere di Cereda: «Cerco di ripagarlo ogni giorno. Anthony? Lavora duro ai Rockets»

TORINO
21 ore

Acquafresca, bordate a Constantin: «Un anno a chiedere colloqui senza mai avere risposta»

Desaparecido biancorosso, l'attaccante italiano ha criticato il Sion: «Il comportamento che hanno avuto nei miei confronti è stato incredibile»

PREMIER LEAGUE
23 ore

«Ho sofferto e giocato scalzo, meglio aiutare che avere 10 Ferrari»

Sadio Mané, tra le stelle più brillanti del Liverpool, ha parlato del suo rapporto con il denaro: «Perché dovrei volere 20 orologi? Con quello che guadagno posso aiutare gli altri»

MOTOGP
1 gior

Fame chimica dopo gli eccessi: Marquez drogato (di successi)

I grandi festeggiamenti per l'ottavo titolo mondiale non hanno tolto l'appetito allo spagnolo della Honda: «A Motegi per vincere e lanciare la nuova stagione»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile