KEYSTONE/EPA (MELANIE DUCHENE)
+ 33
SLOVACCHIA 2019
18.05.19 - 22:370
Aggiornamento : 23:44

La Svizzera lotta ma non basta: la Svezia vince di misura

I rossocrociati di Fischer, nonostante una prestazione positiva, sono stati sconfitti 4-3: decisiva la rete di Ekman-Larsson al 52'

BRATISLAVA (Slovacchia) - Prima sconfitta per la Svizzera di Patrick Fischer, caduta al cospetto della Svezia nel suo quinto impegno ai Mondiali in Slovacchia. Generosa e combattiva, la selezione elvetica - in cerca di rivincita dopo la finale persa ai penalty lo scorso anno a Copenaghen -, è stata sconfitta 4-3 al termine di una vera battaglia.

Intensa e combattuta, la sfida è iniziata nel migliore dei modi per i rossocrociati, avanti al 4'09" grazie a un guizzo di Andrighetto, servito da Haas. Incassato il colpo la Svezia ha reagito e, dopo una grossissima occasione sul bastone di Wennberg, ha colpito due ferri in pochi minuti con Ekman-Larsson e Klingberg. Al 19' ancora Wennberg, con una deviazione anche un po' fortunosa, ha superato Berra in situazione di powerplay (fuori Moser).

Giunte alla prima pausa sull'1-1, Svizzera e Svezia hanno continuato a darsi battaglia e infiammare il pubblico nel secondo periodo, giocato su ritmi alti. Colpiti e costretti ad inseguire dopo il 2-1 di Nylander al 26', i rossocrociati hanno trovato il 2-2 in situazione di 4c4 grazie ad un'iniziativa di Josi finalizzata alla perfezione da Genazzi (28'). Solo 30 secondi dopo Gustafsson - approfittando di una difesa elvetica decisamente distratta - ha però riportato avanti la selezione delle Tre Corone quando si giocava ancora in 4c4. Sotto 3-2 la Svizzera ha ripreso a spingere, creandosi almeno 2-3 ghiotte occasioni (su tutte un palo colpito da Kurashev).

Al via del terzo periodo ancora sotto di un gol, la selezione di Fischer ha continuato ad insistere e mettere pressione a Lundqvist. Al secondo powerplay, con Lander sulla panchina dei penalizzati, ci ha pensato il centro del Berna Gaetan Haas a far esplodere di gioia i tanti tifosi elvetici alla Ondreja Nepelu Arena di Bratislava. Conclusione sotto l'incrocio e risultato sul 3-3 al 51'.

Come in precedenza, anche in questo caso la Svezia ha però saputo reagire in un batter d'occhio, con un lampo del difensore Oliver Ekman-Larsson che, servito da Nylander, non ha lasciato scampo a Berra firmando il decisivo 4-3 al 52'. Nel finale, con Berra richiamato per fare spazio a un sesto uomo di movimento, la Svizzera ci ha provato con coraggio, ma il punteggio non è più cambiato.

In virtù di questo risultato la Svizzera - già qualificata per i quarti di finale - resta ferma a quota 12 punti, a pari merito con Svezia e Repubblica Ceca. In vetta al Gruppo B c'è la Russia con 15. Domani, alle 20.15, i rossocrociati se la vedranno proprio con la Sbornaja di Ovechkin.

Nell'altra sfida della serata, quella valida per il Gruppo A, da segnalare il comodo successo della Slovacchia sulla Gran Bretagna (7-1). Gli slovacchi salgono a quota 9 punti, sinonimo di quinto posto a -2 dagli USA.

SVEZIA - SVIZZERA 4-3 (1-1; 2-1; 1-1)

Reti: 5' Andrighetto (Haas) 0-1; 19' Wennberg (Klingberg) 1-1; 26' Nylander (Hornqvist, Larsson) 2-1; 28' Genazzi (Josi) 2-2; 29' Gustafsson (Nylander) 3-2; 51' Haas (Scherwey, Bertschy) 3-3; 52' Ekman-Larsson (Nylander, Wennberg) 4-3.

SVIZZERA: Berra; Josi, Weber; Genazzi, Loeffel; Frick, Fora; Diaz; Rod; Fiala, Hischier, Praplan; Hofmann, Kurashev, Martschini; Scherwey, Haas, Andrighetto; S.Moser, Bertschy, Ambühl.

KEYSTONE/KPAUS KPAPA KPPA (MELANIE DUCHENE)
Guarda tutte le 37 immagini
Commenti
 
albertolupo 5 mesi fa su tio
Baaaasta sti svedesi! Facciamo un falò con l’Ikea
sergejville 5 mesi fa su tio
Gran bella partita!
koalaboss 5 mesi fa su tio
Peccato... hanno giocato abbastanza bene e la su poteva portare a casa. Ci vuole più cattiveria e crederci!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
HCL - L'ANALISI
15 min

Lugano: Coppa amara, ma...

Ancora una volta gli ottavi di finale di Coppa rappresentano il capolinea per il Lugano. Ma in campionato...

SUPER LEAGUE
3 ore

Un pareggio senza infamia e senza lode

Per capire se la vittoria di Sion, ottenuta prima della pausa, ha rilanciato i bianconeri bisognerà attendere i prossimi impegni. Ieri il pesante campo di Cornaredo ha condizionato la partita

HCL
6 ore

Lugano, via Spooner: «Equilibrio soddisfacente senza di lui»

Hnat Domenichelli, GM bianconero: «Ryan si è sempre comportato in modo serio e professionale. Non ci sembrava giusto bloccare la sua carriera, gli auguriamo buona fortuna»

HCL
7 ore

Spooner-Lugano: è finita

L'attaccante canadese lascia i bianconeri: continuerà la stagione in KHL

HCAP - L'ANALISI
10 ore

Un blackout che macchia la settimana dell'Ambrì

Due vittorie e una sconfitta all'ultimo respiro: in casa leventinese, malgrado la beffa di Bienne, segnali di miglioramento. Manzato in forma smagliante

STOP AND GO
17 ore

Il Lugano stecca, l'Ambrì si distrae, l'urlo rimane strozzato in gola

L'eliminazione in Coppa Svizzera ha sporcato la settimana delle due ticinesi. Pestoni, un Orso a Berna

SUPER LEAGUE
19 ore

«Si poteva fare meglio»

Bottani titolare e soddisfatto? Non del tutto. «Ma guardiamo avanti sicuramente con fiducia»

SUPER LEAGUE
21 ore

«Avremmo dovuto fare di più, ma se penso alla traversa di Aratore...»

Fabio Celestini è soddisfatto a metà per la prestazione offerta dal Lugano contro lo Zurigo

SUPER LEAGUE
23 ore

Lugano-Zurigo, pari e patta

Si è chiuso sullo 0-0 l'incrocio tra bianconeri e biancoblù, che si sono equivalsi pure nelle occasioni avute. Vittorie per Lucerna e San Gallo

HCAP
1 gior

Ambrì che beffa: eliminazione con rimpianto

Avanti 3-1 a Bienne fino a 8' dalla fine, i biancoblù si sono fatti riprendere e superare (all'overtime). Tripletta per Künzle

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile