FC Stade Ls Ouchy
2
Winterthur
2
2. tempo
(1-1)
Vaduz
2
Grasshopper
3
2. tempo
(2-0)
Aarau
Losanna
20:30
 
Keystone (foto d'archivio)
+3
HCL
15.05.19 - 12:020
Aggiornamento : 22:56

Nyman-Klasen e quel passato insieme: «Gli diedi una chance...»

Il nuovo assistant-coach, vecchia conoscenza di Linus, non vede l'ora di assaggiare Lugano: «Quando cominciamo? Il prima possibile»

LUGANO – Manca il direttore sportivo - o il team che si occuperà della “gestione sportiva” del club - manca probabilmente uno straniero... a Lugano stanno in ogni caso continuando a inserire tessere nel puzzle della prossima stagione. È arrivato Sandro Zurkirchen. È arrivato Stefan Nyman... Già proprio lo svedese è l'ultimo acquisto dei bianconeri. Coach poco conosciuto alle nostre latitudini ma apprezzatissimo da colleghi e addetti ai lavori. Apprezzatissimo da Sami Kapanen...

«Perché hanno scelto me? Dovreste chiederlo a loro – ha ammesso il quasi 47enne - Da quel che so volevano un coach che si “combinasse” bene con Sami e che potesse curare al meglio l'aspetto difensivo del gioco. Mi hanno chiamato, mi hanno chiesto se ero interessato all'incarico e la mia risposta è stata “Ma certo”. Ed eccomi qui».

Kapanen al timone e Nyman a tracciare la rotta. Stranieri nordamericani e scandinavi. Che Lugano vedremo?
«Una squadra nella quale tutti dovranno giocare con passione e carattere. Una squadra che lavorerà duro e si impegnerà dal primo all'ultimo minuto di ogni match. Gli schemi sono importanti ma è il modo di stare sul ghiaccio, di interpretare le partite, che può fare la differenza».

A Lugano ritroverai Klasen.
«Ero General Manager e assistant-coach nel Södertälje quando diedi una chance a un giovanissimo ma già talentuosissimo attaccante. Ci siamo poi ritrovati qualche anno dopo nel Malmö Redhawks. È un giocatore fantastico».

Che avrà “consigliato” la tua scelta bianconera.
«Non ci siamo sentiti prima della mia chiamata. Lo abbiamo fatto dopo. Ci vedremo poi a Lugano, quando comincerà il lavoro».

Ci vorrà un po', quindi.
«Per nulla. Ancora non abbiamo stabilito date precise, con Kapanen siamo però d'accordo di iniziare molto presto, il prima possibile. Già a giugno. C'è molto da fare, dobbiamo sfruttare al massimo il tempo per cercare di arrivare pronti alla nuova stagione».

Per ora però si parla solo di Mondiale.
«Con la Svezia bicampione in carica e in cerca del terzo trionfo consecutivo. Sarebbe fantastico».

La concorrenza non manca.
«Canada e Russia soprattutto sono pericolosissimi. Poi vedo la Svizzera e la Repubblica Ceca. La distanza tra le migliori squadre è comunque molto piccola. Spazio per le sorprese ce n'è parecchio. Almeno in questa prima parte di competizione».

I big si stanno “tenendo” in vista delle partite a eliminazione diretta?
«No. I big, quelli che giocano in NHL, hanno bisogno di un po' di tempo per abituarsi alle piste europee, che hanno dimensione diversa. Magari qualcuno non è partito benissimo. Ma la crescita sarà esponenziale con il passare dei giorni».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Keystone (foto d'archivio)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCL
1 ora
L’HCL per la tutela e la difesa degli animali
Loeffel: «Spero fortemente che i nostri tifosi prendano contatto con i responsabili dell’ATDA per l’adozione di Blacky»
HCAP
2 ore
Colpo Ambrì: il nuovo straniero è Julius Nättinen
Nella scorsa stagione l'attaccante 23enne si è laureato miglior realizzatore del campionato finlandese
SUPER LEAGUE
3 ore
Il Lugano ci crede: «L'YB è forte ma non partiamo sconfitti...»
Mister Jacobacci è carico in vista della trasferta di Berna: «Bottani? È un peccato averlo perso»
CHALLENGE LEAGUE
6 ore
«Rinnovare? No, non era fattibile»
Patrick Rossini ha raccontato l'addio al Chiasso, diventato effettivo lo scorso 30 giugno
LUGANO
11 ore
Come ti bacchetto Shaqiri in tutte le lingue del mondo
Niente filtri né ipocrisia: così, con le sue parole, il mister ticinese ha conquistato pagine in mezzo mondo.
SUPER LEAGUE
12 ore
Il Lugano nella tana dell' YB: nel gruppo c'è consapevolezza
Mister Jacobacci è carico in vista della trasferta nella Capitale
SUPER LEAGUE
21 ore
Il Sion di Tramezzani perde ancora
I vallesani sono stati sopraffatti in casa dal Lucerna di Celestini con il punteggio di 2-0
SERIE A
22 ore
82 gol in 29 partite: l'Atalanta si divora anche il Napoli
La formazione bergamasca ha regolato i partenopei con il punteggio di 2-0
TENNIS
23 ore
Roland Garros con il pubblico: fino a 20'000 persone al giorno
Lo Slam francese è stato riprogrammato dal 27 settembre all'11 ottobre
FORMULA 1
1 gior
Crisi da coronavirus? Lewis chiede... l'aumento
Il britannico avrebbe chiesto 45 milioni di euro a stagione al posto dei 40 che percepisce ora
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile