TiPress (foto d'archivio)
HCAP
14.05.19 - 10:010
Aggiornamento : 15:21

«Serviranno nuove strategie»

Noele Trisconi guarda al futuro: «Voglio aumentare la potenza e la velocità per cercare di valorizzare ancora di più i miei punti forti»

AMBRÌ - Quando c'è da battagliare è uno che non si tira mai indietro. Noele Trisconi è l'elemento che incarna appieno il gioco di Luca Cereda: grinta, forecheck asfissiante e lavoro duro. E non è un caso se nelle ultime due stagioni il 23enne - cresciuto a pane e... Ambrì - sia maturato tantissimo, diventando uno dei perni della formazione leventinese.

Per la sua squadra ora arriva il difficile: provare a confermare quanto di buono (anzi di ottimo) fatto nel campionato passato: «C'è grandissimo orgoglio per quello che siamo riusciti a raggiungere - le parole di Noele Trisconi - Può essere niente come può essere tutto, ma viste le caratteristiche della nostra squadra penso che si possa dire che abbiamo disputato un grande campionato. Tolta la prima partita, siamo riusciti anche a disputare dei buoni playoff. Ce la siamo giocata alla pari contro una squadra che ha saputo dare del filo da torcere al Berna in semifinale. Ora, però, per continuare su questo passo, serviranno nuove strategie...».

Ciò che è stato ora non conta più, c'è una stagione molto impegnativa da preparare... «Questo è il periodo più duro della stagione. Personalmente mi piacciono gli allenamenti e non mi tiro indietro nei momenti in cui c'è da spingere al massimo. Quando poi fai parte di un gruppo sano diventa tutto più facile».

Una stagione che vi vedrà impegnati su quattro fronti... «In questo momento è un po' troppo presto per pensare alle competizioni nello specifico. Nonostante la Champions inizi già nel mese di agosto la preparazione non cambierà più di tanto. Non bisogna dimenticare, infatti, che poi ci sarà un lungo campionato. Attualmente è uguale agli altri anni, il nostro unico scopo è quello di preparare il motore per la stagione. I nuovi innesti? In queste prime settimane è molto importante che capiscano qual è lo spirito della squadra». 

Dal punto di vista personale in quali aspetti senti di avere ancora ampi margini di miglioramento? «A livello off ice mi sono detto che voglio aumentare la potenza e la velocità per cercare di valorizzare ancora di più i miei punti forti. È su questo che cercherò di concentrarmi nelle prossime settimane...».

TiPress (foto d'archivio)
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
HCAP/HCL
1 ora
Esame doppio per l'Ambrì, trappole per il Lugano
Weekend di campionato; i biancoblù sfideranno Friborgo e Losanna, i bianconeri se la vedranno con il Langnau
NAZIONALE
2 ore
C'è la sfida alla Georgia, i tre punti sono d'obbligo
Questa sera la Nati giocherà a San Gallo il penultimo match di qualificazione all'Europeo. Serve solo vincere
TENNIS
10 ore
Maestoso King Roger: piega Djokovic e vola in semifinale
Il campione renano ha liquidato il serbo con il punteggio di 6-4, 6-3
MOTOMONDIALE
11 ore
«Lorenzo? Triste vederlo in questa situazione»
In molti hanno commentato l'addio dello spagnolo. Marc Marquez: «È una sorpresa, ma ha dimostrato coraggio e personalità». Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati: «Decisione sofferta»
SERIE A
14 ore
CR7 smentisce Sarri: «Non sto bene, sto molto bene...»
L'attaccante della Juve, dal ritiro del Portogallo, manda un messaggio al tecnico: «Vi dico una cosa per tutte le prime pagine dei giornali...»
MOTOMONDIALE
15 ore
L'addio di Lorenzo: «Impossibile trovare ancora le motivazioni»
Jorge Lorenzo ha annunciato il ritiro all'età di 32 anni: «Adoro questo sport, ma adoro vincere. Mi sono reso conto che questo non è più possibile»
MOTOMONDIALE
18 ore
Lorenzo si ritira!
Il 32enne pilota spagnolo, cinque volte campione del mondo (tre nella classe regina), ha annunciato il suo addio al circus
FORMULA 1
20 ore
«La Ferrari bara», Verstappen ingenuo portavoce della Mercedes
Helmut Marko ha provato a chiudere la querelle innescata dall'olandese. «Lui ha esagerato, ma l'indagine è partita dalla Mercedes»
NATIONAL LEAGUE
23 ore
«Non stiamo panicando», a Berna tra preoccupazione e pancia piena
Cosa sta succedendo agli Orsi? Alex Chatelain: «Non c'è un unico aspetto che non va, dobbiamo rimanere positivi»
NATIONAL LEAGUE
1 gior
«L'ultima volta l'Ambrì ci ha ucciso»
Christian Dubé è l'artefice della rinascita del Friborgo: «Ma non ho la bacchetta magica, non c'è alcun segreto»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile