SIHF
NAZIONALE
23.04.19 - 19:050
Aggiornamento : 24.04.19 - 10:09

Lars Weibel è il nuovo Direttore delle squadre nazionali

Il 44enne, ex portiere - tra le altre - di Lugano, Zugo e Davos, succede a Raeto Raffainer

BERNA - La SIHF ha comunicato il nome del successore di Raeto Raffainer nel ruolo di Direttore delle squadre nazionali. La scelta è ricaduta sul 44enne Lars Weibel, ex portiere - tra le altre - di Lugano, Zugo e Davos. 

Weibel lascia l'organizzazione dell'EVZ Academy, della quale ha fatto parte nelle ultime tre stagioni con un ruolo dirigenziale. In precedenza, a partire dal 2014, si era occupato del dipartimento vendita e marketing dello Zugo.

L'ex estremo difensore - che si è detto estremamente entusiasta per questa nuova sfida in un ruolo che gli interessava moltissimo - assumerà le sue funzioni al più tardi ad inizio agosto, dopo il passaggio di consegne con Raffainer (già legatosi al Davos come ds).
 

Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
1 ora

Ecco Dalmonte per l'attacco del Lugano

Il 21enne - che vanta 7 presenze in Serie A - proviene dal Genoa. Arriva in bianconero con la formula del prestito

UN DISCO PER L'ESTATE
3 ore

Lo Chief e la sua seconda vita in Leventina

Prima scelta assoluta nel draft del 1977, Dale McCourt sbarca ad Ambrì nella stagione 1984/85. Oltreoceano aveva perso la gioia di giocare ad hockey, con i colori biancoblù la ritroverà

NATIONAL LEAGUE
12 ore

«A Davos dopo una stagione frustrante, ma con l'Ambrì mi sono lasciato bene»

Lorenz Kienzle riparte dai grigionesi: «Wohlwend mi ha voluto a Davos, sa cosa aspettarsi da me. Famiglia? Resta in Ticino, farò avanti e indietro insieme al mio cane»

SUPER LEAGUE
15 ore

L'ultimo arrivato è carico: «Lugano? Ho trovato una mentalità vincente»

Filip Holender si è espresso in merito al suo esordio con i bianconeri: «Il mio motto è dare il massimo per il club»

TENNIS
18 ore

Va al bar a vedere Federer-Djokovic, ora rischia il carcere

Ai domiciliari per una condanna di quattro mesi, il 58enne si è recato al bar per gustarsi il quinto set della finale: «Ho fatto una stupidaggine»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report