Keystone
+ 7
HCL
22.02.19 - 22:010
Aggiornamento : 23.02.19 - 14:34

Lugano sbranato dai Leoni e di nuovo sotto la riga

Prestazione deludente dei bianconeri all'Hallenstadion: la sfida si è chiusa su un netto 5-0 in favore dei Lions. Domani sarà vietato sbagliare

ZURIGO - All'Hallenstadion il Lugano era chiamato a confermare i tre punti di Losanna con un'altra prestazione di spessore. Sebbene i Lions di Arno Del Del Curto fossero in crisi di risultati - reduci da un solo successo nelle ultime sei gare - l'impresa non era di certo delle più semplici per il team di Greg Ireland. Ed in effetti i ticinesi - troppo timidi e autori di una prestazione deludente - hanno dovuto ingoiare un boccone amarissimo: la sfida si è chiusa su un netto 5-0. 

I bianconeri si sono presentati all'appuntamento odierno senza Vauclair (infortunato), Ronchetti, Haussener, Haapala e Vedova (in sovrannumero).

Nei primissimi minuti della sfida le due squadre si sono affrontate a viso aperto: vicini al gol Hofmann (tiro da situazione favorevole) e Noreau (pericolosa ripartenza in boxplay). In seguito sono stati i padroni di casa a prendere in mano la partita e a farsi ampiamente preferire, scagliando diverse conclusioni all'indirizzo di un Merzlikins sempre attentissimo. I primi 20' si sono chiusi con 17 tiri a 5 in favore di Pettersson e compagni. 

Al 23'31 - in powerplay - lo Zurigo si è portato in avanti con Hollenstein. Il numero 91 ha "bruciato" in velocità la difesa luganese, infilando poi Elvis con un tiro tra i gambali. Di nuovo in powerplay e di nuovo infilando il puck tra la gambe - tre minuti più tardi - Pius Suter ha realizzato il raddoppio. 

Dopo che a sua volta il Lugano ha sciupato un 5c4 (fuori Karrer) è addirittura arrivato il rocambolesco 3-0 di Herzog, firmato poco prima di metà gara. Quello inferto dagli zurighesi è stato un colpo durissimo per i sottocenerini.

Sul finire di periodo centrale il Lugano - risvegliatosi per un attimo dal torpore - ha sciupato una nuova situazione di powerplay, andando così al riposo con tre reti sul groppone e ormai con le spalle al muro.   

Nel terzo tempo il Lugano si è presentato sul ghiaccio con Stefan Müller tra i pali, ma le coordinate del match non sono per nulla cambiate. Anzi. Al 45'14'' - sfruttando un'ingenuità di Chorney - Bachofner ha chiuso ogni discorso, infilando in tu per tu il disco del 4-0. Al 52'21'' l'ex Pettersson - con un appoggio non certo irresistibile - ha infine trovato la rete del definitivo 5-0. 

Complice questa sconfitta - e la contemporanea vittoria del Friborgo - il Lugano è tornato ad essere tra le quattro bocciate (-2 da Zurigo e dallo stesso Friborgo). Domani alla Cornér Arena i bianconeri - contro l'ultima della classe Rapperswil - non potranno assolutamente sbagliare...

ZURIGO - LUGANO 5-0 (0-0, 3-0, 2-0)
Reti: 23'31'' Hollenstein (5c4) 1-0; 26'35'' Suter (Noreau, Cervenka, 5c4) 2-0; 29'01'' Herzog 3-0; 45'14'' Bachofner (Miranda) 4-0; 52'21'' Pettersson (Wick) 5-0.
Lugano: Merzlikins; Chorney, Loeffel; Wellinger, Ulmer; Riva, Chiesa; Jecker; Klasen, Lajunen, Bürgler; Hofmann, Sannitz, Lapierre; Jörg, Morini, Bertaggia; Reuille, Romanenghi, Fazzini; Walker.
Penalità: 5x2' Zurigo + 1x10' (Bodenmann); 3x2' Lugano.
Note: Hallenstadion, 10'309 spettatori. Arbitri: Eichmann, Kaukokari; Obwegeser, Altmann. 

Keystone
Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
fakocer 5 mesi fa su tio
Fantastico il duo Svedese in pista: 5 a 0! Uno dei due Svedesi è coinvolto con il cinque, l'altro è associato al zero.
Evry 5 mesi fa su tio
Prestazione vergognosa, cmq FORZA LUGANO
sergejville 5 mesi fa su tio
FORZA LUGANO!
Zarco 5 mesi fa su tio
@sergejville Sempre ! Ma , mai una critica?
fakocer 5 mesi fa su tio
@sergejville Sergio, sei ridotto a scribacchiare in maiuscolo! Tà ghè scià dumà la pèpa tencia!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
L'OSPITE - ARNO ROSSINI
40 min

«Lugano? È una conferma. Magnin vada allo stadio con il giubbotto antiproiettili...»

Arno Rossini sul valore della compagine bianconera: «Se si pensa che un giocatore come Sulmoni sia in panchina, si capisce quanto il valore di questa rosa sia alto...»

UN DISCO PER L'ESTATE
3 ore

Steve, il guerriero dalle ginocchia di cristallo

Hirschi è stato per 14 stagioni una bandiera e un simbolo del club bianconero. Esempio di dedizione e abnegazione, neppure i suoi problemi fisici lo hanno fermato

CHAMPIONS LEAGUE
12 ore

Basilea che peccato: i renani sognano, ma cadono nel finale

La formazione elvetica è stata sconfitta 3-2 in trasferta dal PSV, ma all'89' vinceva 2-1. Nello stesso tempo sorridono anche l'APOEL di Tramezzani e Mihajlovic, così come la Dinamo di Gavranovic

LIGUE 1
14 ore

La follia del PSG: i francesi sono pronti a offrire 50 milioni all'anno a Mbappé

La formazione francese è disposta a coprire d'oro il giovane talento transalpino con il rinnovo del contratto

SWISS LEAGUE
17 ore

«Bartko? Buon pattinaggio e visione di gioco: sarà importante anche in powerplay»

Hnat Domenichelli, GM del Lugano, ha commentato l’arrivo di Jan Bartko, difensore ceco che rinforzerà i Rockets: «Avrà un ruolo di primo piano, è un giovane ambizioso»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile