Shakhtar Donetsk
Dinamo Zagreb
18:55
 
Atletico Madrid
Bayer Leverkusen
18:55
 
Shakhtar Donetsk
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
18:55
Dinamo Zagreb
Ultimo aggiornamento: 22.10.2019 18:30
Atletico Madrid
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
18:55
Bayer Leverkusen
Ultimo aggiornamento: 22.10.2019 18:30
Keystone
+ 1
NATIONAL LEAGUE
21.02.19 - 22:340
Aggiornamento : 22.02.19 - 10:42

«A Julien ho augurato buona fortuna (ma non troppa)...»

Domani sera il Friborgo di Tristan Vauclair affronterà l'Ambrì: «È una squadra che vince perché lavora tantissimo. Una sfida contro il Lugano nei playoff? Sarebbero felici i nostri genitori»

FRIBORGO - Nelle prossime tre giornate il Friborgo si giocherà una buona fetta di qualificazione ai playoff. Tre turni, tre scontri diretti e tre gare assolutamente vibranti nell'ordine contro Ambrì, Langnau e Lugano.

In una classifica che più corta non si può il Gottéron - appaiato ai Lions all'ottavo posto con 65 punti, uno in meno del Lugano - non potrà permettersi passi falsi: già nelle ultime settimane la squadra di French ha lasciato diversi punti pesanti per strada. Basti pensare alle due sconfitte in 17 giorni subite contro l'ultima della classe Rapperswil.

Alla BCF Arena, però, di tempo per piangersi addosso non ce n'è e questo lo sa molto bene anche uno dei guerrieri della squadra: Tristan Vauclair. 

Una lotta serrata, una lotta appassionante... «Se guardiamo la classifica le due sorprese sono chiaramente Ambrì e Langnau - le parole dell'attaccante 34enne - Penso che in pochi si aspettavano di trovarle così in alto. Solitamente a questo punto della stagione ci sono 2-3 squadre in lotta per i playoff, quest'anno invece ce ne sono molte di più». 

Ambrì, Langnau e Lugano: nei prossimi tre turni il Gottéron giocherà tre scontri diretti delicatissimi... «È un mese e mezzo che giochiamo partite importanti e il weekend che ci attende lo sarà altrettanto. Non potremo permetterci di perdere due partite, altrimenti si farebbe dura...».

Nelle ultime settimane avete perso occasioni importanti... «Le due sconfitte contro il Rapperswil? Non solo in quelle partite c'è da recriminare. Ci sono tanti punti che abbiamo lasciato per strada malamente. Se però pensiamo alle due sfide con i sangallesi, sono sicuro che in quelle due occasioni ci siamo messi troppa pressione addosso, quando parti con l'idea che non puoi assolutamente perdere finisci per fare le cose sbagliate».

Domani a Friborgo arriverà un Ambrì lanciatissimo e reduce dalla bella vittoria di Zugo... «L'Ambrì è una squadra che vince perché lavora tantissimo. Non c'è solo la prima linea, hanno quattro blocchi che sono in grado di metterti in difficoltà. I biancoblù non ti concedono tanto spazio, vengono con tre uomini a fare forecheck. Devi pagare il prezzo e dare il 120% per sperare di batterli. Non dimenticherei nemmeno Benjamin Conz, sta vivendo una stagione davvero incredibile...».

Che allenatore è Mark French? «Ha molto rispetto per i giocatori. È il tipico coach canadese, ha il suo sistema e tu da giocatore sai che devi applicarlo al 100%. Quando tutti fanno ciò che devono allora vincere le partite diventa più semplice. Quello che mi piace di lui è che ti dice le cose in faccia, senza girarci attorno. A volte in spogliatoio, quando le cose non vanno, capita che alza un po' la voce. Ma non succede spesso. Facciamo tanto video, così che ognuno sa quello che deve fare. Poi ci sono quei giocatori ai quali lascia più libertà. Penso a Bykov, Miller e Sprunger...».

Una lotta per i playoff anche in... famiglia «Io e Julien ci siamo sentiti prima della sfida che il Lugano ha giocato a Losanna. Gli ho detto "buona fortuna, ma non troppa (ride)". Quando poi ho visto che hanno vinto 7-0 ero contento per lui e per il Lugano. Ad ogni modo noi non dobbiamo guardare troppo ai risultati delle altre. Io e lui ci sentiamo un paio di volte a settimana e in quelle occasioni ci raccontiamo di come stanno andando le cose».

Il massimo per Tristan è che entrambe siano nella top-8... «Esattamente. La mia speranza è che sia il Lugano che il Friborgo si qualifichino. Uno scontro nei playoff? Difficile quest'anno nei quarti, ma chissà che in semifinale non succeda... Sarebbero contenti i nostri genitori...».

Keystone
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
Evry 8 mesi fa su tio
Giacatore che deve andare in pensione perchè quest'anno ha fatto troppi errori imperdonabili, ma pare che il Kultura del Laworo voglia rinnovare per un ulteriore anno... bella pensata spero che ambe due facciano le valigie.
magimi63 8 mesi fa su tio
@Evry A me non sembra che abbia fatto un brutto campionato. Anzi, parecchie volte è risultato il miglior difensore della squadra e quando spinge è in grado ancora di dare molti imput offensivi. Un'altro anno di contratto e impiegato nella giusta maniera è sicuramente positivo. Julien Vauclair un mito!!
SSG 8 mesi fa su tio
@Evry l'articolo parla di un altro Vauclair ... ma si sa che la tua kultura ha determinati limiti!
Zarco 8 mesi fa su tio
Giocatore che non mi è piaciuto! Lo ricordo poi, l’anno scorso veramente sgradevole nei playoff penso !
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
NHL
22 min
Niente Svizzera e niente Lugano: Sbisa agli Anaheim Ducks
Il difensore elvetico si è accordato con la nuova franchigia fino al termine della stagione
HCL
3 ore
Ohtamaa verso la KHL, spalle coperte con Postma: «Avanti con 4 stranieri»
Col finnico in partenza (contratto in scadenza il 3 novembre), i bianconeri hanno annunciato l'arrivo in prova del canadese. Domenichelli: «Paul è un difensore molto valido, il mio compito...»
NATIONAL LEAGUE
6 ore
«Pestoni? A volte decisivo ma si prendeva delle pause»
Alex Chatelain dentro la crisi del Berna: «Un avvio del genere ci ha lasciato spaesati. Jalonen rinnovato per rinforzare la sua posizione? Può anche essere. Monitoriamo Gaëtan Haas»
HCL
9 ore
Nuovo straniero a Lugano? C'è Paul Postma
Il 30enne difensore canadese si allenerà da mercoledì agli ordini di Sami Kapanen
HCAP
11 ore
Guai a fidarsi dell'Orso ferito
Il Berna sta vivendo una stagione complicata. Rimane però pericolosissimo. L'Ambrì deve prestare attenzione
NATIONAL LEAGUE
20 ore
Tanto tuonò che piovve: squalifica per Künzle
Reo di aver colpito e affondato Sabolic, il 25enne attaccante del Bienne è stato "richiamato" dalla Commissione disciplinare: aperta una procedura a suo carico
MOTOGP/FORMULA1
21 ore
Rossi-Hamilton, scambio di bolidi? «Ci stiamo lavorando»
Il Dottore sulla Mercedes AMG F1 e Lewis in sella alla Yamaha M1: in dicembre "l'incrocio" dovrebbe concretizzarsi
HCAP
1 gior
L'Ambrì perde Sabolic per 6-8 settimane
L'attaccante sloveno, toccato duro da Mike Künzle nel match di Coppa giocato a Bienne, ha subito un infortunio ai legamenti del ginocchio destro
HCL - L'ANALISI
1 gior
Lugano: Coppa amara, ma...
Ancora una volta gli ottavi di finale di Coppa rappresentano il capolinea per il Lugano. Ma in campionato...
SUPER LEAGUE
1 gior
Un pareggio senza infamia e senza lode
Per capire se la vittoria di Sion, ottenuta prima della pausa, ha rilanciato i bianconeri bisognerà attendere i prossimi impegni. Ieri il pesante campo di Cornaredo ha condizionato la partita
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile