Keystone
HCL
19.02.19 - 21:590
Aggiornamento : 20.02.19 - 11:45

Un Lugano intrattabile sgretola il Losanna: è settimo

I bianconeri hanno sfoderato una prestazione maiuscola in terra vodese. 7-0 il risultato che ha permesso a Lapierre e compagni di tornare sopra la riga

LOSANNA - Vittoria convincente per il Lugano. La squadra bianconera, reduce dal successo sul Ginevra e alla ricerca di conferme, ha centrato un’importante vittoria sul ghiaccio di Losanna, tornando così a respirare l’aria della zona playoff. 7-0 il risultato finale. I sottocenerini, intrattabili fin dai primi minuti, hanno chiuso il primo periodo già sul 3-0. Sono poi arrivate anche le segnature di Hofmann, Bertaggia, Riva e Lajunen. I luganesi, ora al settimo posto e che hanno potuto contare sulle prestazioni convincenti di giocatori chiave come Lapierre e Bürgler, saranno chiamati a ripetersi venerdì nella difficile trasferta di Zurigo.

La gara è iniziata come meglio non poteva per i ticinesi, con l’ispirato Sannitz bravo a trovare la rete dopo soli 1’46’’ su assist pregevole di Bürgler. Lo stesso numero 38 si è reso ancora pericoloso alcuni istanti più tardi, questa volta su assist di Hofmann. La pressione dei luganesi è stata ripagata al 9’ dal gol del 2-0 firmato da Fazzini. I ticinesi, decisamente più in palla delle ultime uscite e padroni del match, hanno trovato anche la terza segnatura con Lapierre dopo una caparbia azione offensiva (15’13’’). Si è così arrivati senza altri sussulti fino alla prima sirena.

I secondi venti minuti hanno visto svilupparsi un gioco più equilibrato, con i ticinesi bravi a limitare le offensive dei vodesi e non far correre pericoli ad un attento Merzlikins. A trovare nuovamente la rete sono quindi stati gli intrattabili bianconeri, che con Hofmann al 31’ hanno portato a quattro le reti di scarto. La reazione dei vodesi, fischiati a tratti dai propri tifosi, non ha prodotto alcun risultato. Le squadre sono quindi andate alla seconda pausa sul risultato di 4-0 in favore di Chiesa e compagni.

La terza frazione, con i sottocenerini più attendisti e attenti a non offrire ripartenze ai Leoni, è visto il cronometro correre veloce fino ai minuti finali di gara. Le due compagini, con il risultato ormai ampiamente acquisito, hanno abbassato notevolmente i ritmi. Prima della sirena finale c’è stato ancora spazio per le reti di Bertaggia al 55’25’’ e Riva al 56’ che hanno reso il passivo nei confronti del Losanna ancora più pesante. Allo scadere, con i vodesi ormai già negli spogliatoi, è arrivata anche la settima rete di Lajunen.

LOSANNA-LUGANO 0-7 (0-3, 0-1, 0-3)

Reti: 1’46’’ Sannitz (Bürgler, Reuille) 0-1; 8’59’’ Fazzini (Romanenghi) 0-2; 15’13’’ Lapierre (Klasen, Lajunen) 0-3; 30’46’’ Hofmann (Bürgler) 0-4; 55’25’’ Bertaggia (Hofmann, Morini) 0-5; 55’59’’Riva (Bertaggia) 0-6; 58’16’’ Lajunen (Klasen) 0-7.

Lugano: Merzlikins; Chorney, Loeffel; Vauclair, Wellinger; Riva, Chiesa; Ulmer; Klasen,
Lajunen, Lapierre; Hofmann, Sannitz, Bürgler; Jörg, Morini, Bertaggia; Reuille, Romanenghi,
Fazzini; Vedova.

Penalità: LHC 2x2’ HCL 2x2’

Note: Malley 2.0 6700 spettatori. Arbitri: Salonen, Massy, Gnemmi, Progin.

Keystone
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
BarryMc 3 mesi fa su tio
Forza Lugano! Avanti con coraggio, attitudine, perseveranza e senza paura!!!
sergejville 3 mesi fa su tio
concordo al 100%. Quando ci sono cose positive è giusto dirle (ricordarle) anche se la classifica non è quella sperata.
Massimo D'Onofrio 3 mesi fa su fb
A corrente alternata questo HCL
SSG 3 mesi fa su tio
Alcune cifre per la critica: 4 vittorie nelle ultime 5 partite di cui 3 vinte lasciando a 0 dli avversari! 1 sconfitta in casa dell'Ambrì capace anche di strapazzare lo Zugo in casa sua! Sconfitto il Losanna (3. in classifica) con 7 marcatori diversi, 4 prodotti dal vivaio (+ anche 3 passaggi). Squadra costruita dal DS, dalla dirigenza e dall'allenatore, quindi bravi tutti e avanti così!
GI 3 mesi fa su tio
@SSG tutto bene.....ma troppe lodi per un "insieme" che fino a pochi giorni fa "imbarcava acqua a più non posso".....ora si vede (finalmente) la luce in fondo al tunnel......ma per uscirne mancano ancora parecchie (troppe) partite....Comunque dai Lugano, non mollare mai !!!
sergejville 3 mesi fa su tio
@SSG concordo al 100%!!!
BarryMc 3 mesi fa su tio
@SSG Giusto dirle. Bravo!
sergejville 3 mesi fa su tio
@GI le lodi sono legittime e basate su fatti reali. Fino a pochi giorni fa -come dici- tu l'HCL (malgrado una brutta RS e una marea di feriti) era cmq in compagnia di altri 5 Club, tra cui lo ZSC. Quindi significa che è l'equilibrio del campionato a determinare le cose. Con un solo scontro diretto a favore (se penso alle due sconfitte 1-2 col Losanna, dopo aver dominato...), la classifica avrebbe avuto un altra luce. E sicuramente non ci sarebbero stati tutti 'sti processi e analisi (negative) all'indirizzo dell'intero Club, staff tecnico, giocatori, fino al massaggiatore.
Bruna Tengattini 3 mesi fa su fb
Grande lugano
sergejville 3 mesi fa su tio
oltre all'importantissima vittoria, vendicate pure le ultime due uscite col Losanna, perse entrambe 1-2 dopo aver meritato ampiamente i 3 punti. Forza Lugano!
Evry 3 mesi fa su tio
Ora dinmostrate quello che sapete fare ma sopratutto quallo che ci aspettiamo, bravissimi, avanti cosi e non prendete esempio dal KdL
polonord 3 mesi fa su tio
Complimenti a tutti, bella reazione. Avanti così ????
polonord 3 mesi fa su tio
@polonord Avevo scritto Avanti così!!!!
Paula Morotti 3 mesi fa su fb
F/A-18 3 mesi fa su tio
Bene il Lugano e bene anche l'Ambri, speriamole ambedue a difendere i colori del Ticino negli imminenti play off.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
NAZIONALE
6 ore

Svizzera già certa di disputare le Olimpiadi

La selezione rossocrociata, grazie ai risultati ottenuti ai Mondiali in Slovacchia, ha già strappato il pass per la kermesse a 5 cerchi del 2022

CICLISMO
8 ore

«Doping? Non era legale, ma non cambierei nulla»

Lance Armstrong, vincitore di 7 Tour de France (poi revocati): «Abbiamo fatto quello che dovevamo per vincere. Molti errori hanno portato al più grande scandalo nella storia dello sport»

TENNIS
11 ore

La rottura con la Vekic? Stan se la ride: «Ci sono stati molti cambi durante la mia carriera»

Wawrinka ha svicolato davanti alle domande riguardanti l'addio a Donna Vekic: «Non è solo la mia vita privata ad influenzare il mio tennis e quel che succede sul campo»

SUPER LEAGUE
14 ore

Lugano, cuore a Cornaredo, testa a Berna? «Il rischio è quello di non giocare la partita»

Fabio Celestini ha messo in guardia i suoi in vista della sfida al GC: «Comprensibile un 10% di distrazione: se arrivassimo ad avere il 50% di testa qui e l'altro al Lucerna non andrebbe bene»

SUPER LEAGUE
17 ore

Vincere non basta ma il Lugano spera

Non è più in pole position, non è più padrone del suo destino, in vista dell'ultima corsa dell'anno il Lugano ha in ogni caso un posto privilegiatissimo sulla griglia di partenza

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report