L'OSPITE - STEFANO TOGNI
21.12.18 - 07:000
Aggiornamento : 17:25

«Lugano? I quattro attaccanti stranieri insieme in pista potrebbero rappresentare la svolta»

L'ex attaccante degli anni '90 Stefano Togni si è anche espresso a proposito dell'Ambrì: «È il rovescio della medaglia rispetto ai bianconeri: in Leventina gli stranieri stanno facendo la differenza»

LUGANO/AMBRÌ - Questo fine settimana si disputano le ultime due partite di National League del 2018, dopodiché i riflettori saranno puntati sulla Coppa Spengler di Davos.

Il Lugano giocherà sabato a Langnau, mentre il giorno seguente ospiterà il Bienne. Dal canto suo l'Ambrì scenderà dapprima in pista alla Valascia contro il Berna, per poi recarsi domenica alla Vaillant Arena di Davos. «Saranno due partite fondamentali soprattutto per il Lugano», è intervenuto l'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Non sarà facile, ma i bianconeri dovranno cercare di portare a casa la posta piena di modo da poter iniziare il 2019 senza troppi patemi. La squadra non è ancora riuscita a trovare una certa continuità a livello di risultati, ma non si esprime male sul ghiaccio, prima o poi la ruota girerà».

Non si era mai visto questo mal di trasferta dalle parti di Lugano. La squadra ha vinto soltanto in un'unica occasione quest'anno, a Davos lo scorso 27 ottobre... «È difficile capire quale sia il problema in trasferta. Penso che a questo punto la squadra abbia un problema a livello mentale, anche perché capitano spesso episodi che condizionano negativamente l'esito delle partite. Sembra che manchi soltanto quella piccola scintilla...».

A questo punto non converrebbe ad Ireland proporre i quattro attaccanti stranieri contemporaneamente sul ghiaccio? «Personalmente penso che sia un'alternativa da prendere in considerazione, anche perché attualmente il Lugano non ha difensori infortunati. Gli stranieri non stanno rendendo al 100% e farli giocare tutti e quattro insieme potrebbe rappresentare la svolta, soprattutto sotto porta. Klasen? Personalmente lo farei sempre giocare».

E l'Ambrì? «Parliamo del rovescio della medaglia rispetto ai cugini bianconeri: gli stranieri biancoblù infatti segnano e fanno la differenza. La truppa di Cereda sta giocando un hockey molto compatto e aggressivo, il gruppo cresce costantemente e i giocatori credono nelle loro possibilità. La squadra merita appieno la posizione che sta occupando in classifica e ha tutte le carte in regola per migliorare ulteriormente il proprio rendimento».

Vuoi assistere all'entusiasmante sfida tra SUM e Piranha? I biglietti sono disponibili su Biglietteria.ch.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-18 1 anno fa su tio
Klasen non è stato impiegato negli ultimi playoff proprio perché improduttivo, sarà anche un fenomeno ma da quando gli hanno tolto Petterson non ha più combinato nulla.
Zarco 1 anno fa su tio
Klasen per me sempre ! Difeso sempre
El Jardinero 1 anno fa su tio
Klasen? Personalmente lo farei sempre giocare. - sottoscrivo in pieno.- Peccato ci sia il limite di stranieri nell'hockey.
Mat78 1 anno fa su tio
@El Jardinero Quindi per te Klasen è il 5° straniero? Deve inoltre star fuori anche quando i colleghi stranieri sono palesemente fuori forma? Mah...
Mat78 1 anno fa su tio
Concordo, se fai fatica a segnare, in trasferta ci vai con 4 attaccanti e soprattutto se devi lasciare fuori uno dei 5 stranieri, non tocchi le ali... Haapala si è un po' spento ultimamente ma ha bisogno di giocare per prendere ritmo e fiducia, esattamente come Klasen. Lajunen e Lapierre invece sono fuori forma e non hanno le caratteristiche offensive tali da poter in questo momento dare un grosso contributo a livello realizzativo...piuttosto lascerei fuori uno dei 2 centri o il difensore. Poi lamentarsi della poca efficacia del PP, ma mandare Klasen spesso in tribuna, è davvero assurdo...
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
LUGANO
1 ora
Convivere con il virus: Lugano, lentamente si riparte
Il gruppo di Super League si è ritrovato agli ordini di mister Jacobacci.
HCAP
4 ore
«Salary cap, licenze e retrocessioni: giusto riflettere a 360°»
Luca Cereda: «Dal 1. giugno comincerà il secondo blocco della preparazione. Flynn e D'Ags? Ci raggiungeranno in luglio»
SVIZZERA
12 ore
Gli spettatori potrebbero tornare allo stadio da luglio
Daniel Koch: «Lo sport è un settore importante e adesso le restrizioni devono essere allentate»
LIGUE 1
13 ore
«Uno scandalo assoluto, siamo degli idioti»
Aulas, patron del Lione, è furioso: «Ripartono anche in Spagna. Qui il protocollo Uefa non è stato nemmeno guardato»
SCI ALPINO
15 ore
Moser dona 300'000 franchi, Wengen si salva?
Swiss-Ski ha deciso di ritirare la richiesta di sostituzione del Lauberhorn dal calendario della FIS
FORMULA 1
19 ore
«Sogno e prego che Schumi possa migliorare»
Felipe Massa, ex compagno di Schumacher ai tempi della Ferrari: «Ho informazioni dirette sul suo stato di salute, ma...»
SERIE A
22 ore
Dubbi su Juve-Inter: aperta un'indagine
Il patron della Lazio è stato subito convocato per fornire chiarimenti e approfondire i suoi sospetti
TENNIS
1 gior
Naomi Osaka da record: più di 37 milioni d'introiti in un anno
Mai nessuno nella storia del tennis femminile era stato in grado di raggiungere un guadagno simile in una sola stagione
TENNIS
1 gior
King Roger: «Non mi sto allenando e non vedo motivi per farlo»
Il campione renano è rilassato: «Era dal 2016 che non stavo a casa per cinque settimane consecutive»
TENNIS
1 gior
«Quarantena? Faccio sesso con le mie fan...»
Nick Kyrgios si è espresso in merito al suo personale lockdown
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile