L'OSPITE - STEFANO TOGNI
21.12.18 - 07:000
Aggiornamento : 17:25

«Lugano? I quattro attaccanti stranieri insieme in pista potrebbero rappresentare la svolta»

L'ex attaccante degli anni '90 Stefano Togni si è anche espresso a proposito dell'Ambrì: «È il rovescio della medaglia rispetto ai bianconeri: in Leventina gli stranieri stanno facendo la differenza»

LUGANO/AMBRÌ - Questo fine settimana si disputano le ultime due partite di National League del 2018, dopodiché i riflettori saranno puntati sulla Coppa Spengler di Davos.

Il Lugano giocherà sabato a Langnau, mentre il giorno seguente ospiterà il Bienne. Dal canto suo l'Ambrì scenderà dapprima in pista alla Valascia contro il Berna, per poi recarsi domenica alla Vaillant Arena di Davos. «Saranno due partite fondamentali soprattutto per il Lugano», è intervenuto l'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Non sarà facile, ma i bianconeri dovranno cercare di portare a casa la posta piena di modo da poter iniziare il 2019 senza troppi patemi. La squadra non è ancora riuscita a trovare una certa continuità a livello di risultati, ma non si esprime male sul ghiaccio, prima o poi la ruota girerà».

Non si era mai visto questo mal di trasferta dalle parti di Lugano. La squadra ha vinto soltanto in un'unica occasione quest'anno, a Davos lo scorso 27 ottobre... «È difficile capire quale sia il problema in trasferta. Penso che a questo punto la squadra abbia un problema a livello mentale, anche perché capitano spesso episodi che condizionano negativamente l'esito delle partite. Sembra che manchi soltanto quella piccola scintilla...».

A questo punto non converrebbe ad Ireland proporre i quattro attaccanti stranieri contemporaneamente sul ghiaccio? «Personalmente penso che sia un'alternativa da prendere in considerazione, anche perché attualmente il Lugano non ha difensori infortunati. Gli stranieri non stanno rendendo al 100% e farli giocare tutti e quattro insieme potrebbe rappresentare la svolta, soprattutto sotto porta. Klasen? Personalmente lo farei sempre giocare».

E l'Ambrì? «Parliamo del rovescio della medaglia rispetto ai cugini bianconeri: gli stranieri biancoblù infatti segnano e fanno la differenza. La truppa di Cereda sta giocando un hockey molto compatto e aggressivo, il gruppo cresce costantemente e i giocatori credono nelle loro possibilità. La squadra merita appieno la posizione che sta occupando in classifica e ha tutte le carte in regola per migliorare ulteriormente il proprio rendimento».

Vuoi assistere all'entusiasmante sfida tra SUM e Piranha? I biglietti sono disponibili su Biglietteria.ch.

Commenti
 
F/A-18 10 mesi fa su tio
Klasen non è stato impiegato negli ultimi playoff proprio perché improduttivo, sarà anche un fenomeno ma da quando gli hanno tolto Petterson non ha più combinato nulla.
Zarco 10 mesi fa su tio
Klasen per me sempre ! Difeso sempre
El Jardinero 10 mesi fa su tio
Klasen? Personalmente lo farei sempre giocare. - sottoscrivo in pieno.- Peccato ci sia il limite di stranieri nell'hockey.
Mat78 10 mesi fa su tio
@El Jardinero Quindi per te Klasen è il 5° straniero? Deve inoltre star fuori anche quando i colleghi stranieri sono palesemente fuori forma? Mah...
Mat78 10 mesi fa su tio
Concordo, se fai fatica a segnare, in trasferta ci vai con 4 attaccanti e soprattutto se devi lasciare fuori uno dei 5 stranieri, non tocchi le ali... Haapala si è un po' spento ultimamente ma ha bisogno di giocare per prendere ritmo e fiducia, esattamente come Klasen. Lajunen e Lapierre invece sono fuori forma e non hanno le caratteristiche offensive tali da poter in questo momento dare un grosso contributo a livello realizzativo...piuttosto lascerei fuori uno dei 2 centri o il difensore. Poi lamentarsi della poca efficacia del PP, ma mandare Klasen spesso in tribuna, è davvero assurdo...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
1 ora
Napoli raso al suolo, «ADL regista occulto, sarà rivoluzione»
La polveriera partenopea è pronta a esplodere. Arno Rossini: «Ancelotti è inattaccabile e comunque non se ne andrà: un allenatore non si dimette mai»
TENNIS
8 ore
Nole cade contro Thiem: con Federer sarà un duello da brividi
Novak Djokovic ha perso l'entusiasmante braccio di ferro con l'austriaco, vittorioso (5)6-7, 6-3, 7-6(5). Giovedì King Roger sfida il serbo per un posto nelle semifinali alle Atp Finals
HCL
10 ore
Lugano senza argomenti: a Zurigo arriva il quarto ko consecutivo
I bianconeri sono stati “suonati” 7-2 da Bodenmann (tripletta) e compagni. Nello stesso tempo il Friborgo ha steso il Ginevra all'overtime (2-1): Sprunger match-winner
CHAMPIONS HOCKEY LEAGUE
10 ore
Lulea padrone nella Capitale: Berna battuto 3-0
Brutto ko interno per gli Orsi di Jalonen, piegati dagli svedesi nell'andata degli ottavi di finale. Ottima operazione del Losanna, vittorioso 2-1 in casa del Plzen. Buon pari per Zugo e Bienne
FORMULA 1
13 ore
Niente Formula 1: Mick Schumacher bocciato (per ora)
Reduce da una stagione deludente, il tedesco non ha ricevuto chiamate dal piano superiore
TENNIS
16 ore
King Roger resta in corsa, affondato Berrettini
Il fuoriclasse renano supera 7-6(2), 6-3 l'italiano e resta in corsa per un posto in semifinale alle ATP Finals
TENNIS
17 ore
"Hai perso perché ti sei sposato?" e il Nadal furioso sbrocca: "Str***ate"
Nervoso dopo la sconfitta incassata da Alexander Zverev, in conferenza stampa Rafa Nadal ha dovuto fronteggiare una domanda non troppo sensata di Ubaldo Scanagatta
NATIONAL LEAGUE
20 ore
«Lavoro per guadagnarmi più ghiaccio. Futuro? Aperto a ogni possibilità»
Il Friborgo, dopo un avvio complicato e il cambio di coach a inizio ottobre, ha dato segnali di crescita e inanellato 3 vittorie prima della sosta. Lhotak: «Vogliamo continuare in questa direzione»
HCL
23 ore
«Nilsson non giocherà più, ma non prenderemo Klasen»
Zurigo capolista intrattabile? Sven Leuenberger: «Dopo la pausa è sempre dura. Lugano squadra pericolosa, che gioca per divertire. Può vincere il titolo»
HCL
1 gior
Postma e il Lugano davanti al rullo compressore
Fin qui capace di vincere 9 delle 10 partite disputate all'Hallenstadion, questa sera lo Zurigo ospiterà i bianconeri del debuttante difensore canadese
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile