TiPress
HCAP
12.12.18 - 12:310
Aggiornamento : 21:34

«Nelle mie giornate non c'è solo l'hockey. Ambrì? Non mi aspettavo così tanto ghiaccio»

Chiacchierata con il difensore dei biancoblù Isacco Dotti, elemento sul quale Luca Cereda fa tanto affidamento

AMBRÌ - Tra i tanti aspetti positivi della prima parte di campionato dell'Ambrì c'è sicuramente anche Isacco Dotti. Il 25enne è divenuto uno dei pilastri difensivi dei biancoblù, tanto che quest'anno Luca Cereda non ha mai rinunciato a lui. Dopo due anni ai Rockets, in cui è cresciuto e maturato, il coach biancoblù ha ritenuto che Dotti fosse pronto per il grande salto. E i risultati - per il momento - sono tutti dalla parte del giocatore leventinese. 

L'esperienza dei due derby in 24 ore -  Siamo ovviamente felici di quanto raccolto nella sfida con il Lugano alla Valascia. Sabato abbiamo messo sul ghiaccio il nostro gioco, mentre venerdì non era andata così bene. Siamo scesi sul ghiaccio un po' intimoriti, forse c'era troppa foga di voler fare bene.

I passi avanti a livello difensivo - È vero, in generale non abbiamo concesso tantissimo al Lugano, soprattutto sabato. Se facciamo il paragone con il primo derby di ottobre giocato alla Cornèr Arena, possiamo dire di aver fatto dei bei passi avanti. Trovo che il gioco difensivo sia migliorato molto nelle ultime settimane, in generale ora concediamo molti meno contropiedi ai nostri avversari. 

Momento magico, ma piedi per terra - La classifica è chiaro che ci soddisfa, ma si fa in fretta sia a salire che a scendere. Soltanto cinque partite fa non eravamo messi così bene. 

I passi da gigante di Isacco Dotti - Sinceramente non mi aspettavo di aver così tanto ghiaccio a disposizione. Quest'anno ho disputato tutte le partite: giocare con regolarità ad Ambrì era un mio grande obiettivo.

L'importanza di un uomo come Luca Cereda - È l'allenatore che in carriera mi ha seguito di più e per la mia crescita è stato fondamentale. Avendolo già avuto in passato - dai tempi degli Juniori ad Ambrì e fino ad arrivare ai Rockets - ci conoscevamo già molto bene. Per questo sapevo quali erano il suo gioco e la sua filosofia. Molto probabilmente questo mi ha aiutato nel ritagliarmi un posto in prima squadra. 

I consigli di Nick Plastino, tuo compagno di linea - È bello poter scendere sul ghiaccio insieme a un giocatore con la sua esperienza, imparo tanto da lui. Mi colpisce soprattutto la sua gestione dei momenti difficili nelle partite. Nick gioca tantissimo e mi stupisce come riesca a non perdere mai la lucidità necessaria. È molto regolare.

Kubalik, Müller e Zwerger, la vostra locomotiva... - Sono tutti e tre più giovani di me, ma hanno già accumulato tantissima esperienza. In spogliatoio portano un sacco di energia positiva, in particolare Müller fuori dal ghiaccio ha un'importante leadership che non è da sottovalutare. In generale sono tre elementi davvero determinanti per noi.

Conciliare hockey e lavoro (ingegnere civile) non è assolutamente un problema, anzi... - Non è sempre evidente ma per ora funziona tutto, grazie anche alla flessibilità del mio datore di lavoro. È più facile lavorare piuttosto che andare a scuola, perché una volta terminata la giornata posso rilassarmi senza dover studiare. Certo, le mie giornate sono belle piene ma i momenti liberi non mancano. Ad ogni modo preferisco avere sempre la mente occupata così facendo, nei momenti in cui le cose non vanno come vorrei in una delle due attività, non ho tempo per rimuginare e posso pensare ad altro. Trovo sia qualcosa di positivo...

Commenti
 
Gus 11 mesi fa su tio
Bravo Isacco; rendi orgogliosi te papà e mamma
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
2 ore
Esame fanalino di coda per il Lugano: a Thun bisogna vincere
I bianconeri se la vedranno contro l'ultima della classe. In Challenge League il Chiasso cerca il terzo successo consecutivo
UDINE
10 ore
«Vivrò a Udine con Lara. Il calcio? Avrei preferito restare fra le pannocchie...»
Valon Behrami ha rilasciato una lunga intervista sulla sua vita: «Il mondo del calcio è fantastico, ma va tutto molto veloce. Lara? Quando torna dalle gare le faccio trovare la cena pronta...»
NATIONAL LEAGUE
11 ore
«Avevo lasciato un gruppo come questo. Kubalik? All-in per seguire i suoi sogni»
Samuel Guerra, tornato a Davos dopo le avventure a Zurigo e Ambrì, è alla seconda esperienza in gialloblù: «Inizio buono, ma il difficile comincia ora. Anche noi svizzeri dobbiamo tirare il carro»
COPPA DAVIS
14 ore
Ritiri e orari assurdi, ma Piqué attacca Federer: «Pensi quello che vuole»
La nuova Coppa Davis piace a pochi e sta facendo discutere. Fognini: «Finalmente è finita... 4:18. È normale?». Nel frattempo Piqué critica King Roger: «Lui ha il suo torneo...»
SUPER LEAGUE
17 ore
«Se sei ultimo ti brucia il c**o»
Ultimo ma non allo sbando, il Thun pensa alla rimonta. Rapp: «Non cambiamo nulla. Guai a farlo o a mettersi a inventare qualcosa adesso. Perdere la testa non ha senso»
NATIONAL LEAGUE
18 ore
Lo Zurigo si tiene stretto Noreau
Il difensore canadese ha rinnovato fino al 2022 il suo accordo con i Lions. Sven Leuenberger: «Maxim dà impulsi importanti al nostro gioco»
NATIONAL LEAGUE
20 ore
Calle Andersson resta fedele al Berna
Il difensore 25enne, che di recente era stato accostato a diversi club - tra cui anche il Lugano -, ha rinnovato con gli Orsi fino al 2023
TENNIS
23 ore
Federer battuto, a Buenos Aires la spunta Zverev
Il 22enne tedesco ha vinto il secondo round del tour d'esibizione. King Roger piegato 7-6(2), 7-6(2)
HCL
1 gior
«Il mio Lugano era in crisi, non questo»
Penultimo ma combattivo, sul ghiaccio della Cornèr Arena il Rapperswil non baderà troppo ai bianconeri: «A noi interessa poco come sta il nostro avversario»
SUPER LEAGUE
1 gior
«Sabbatini potrebbe non rientrare prima dell'anno nuovo»
Maurizio Jacobacci sta preparando il Lugano per Thun: «Siamo pronti. Abbiamo recuperato Bottani, Gerndt ha avuto qualche problema con la pubalgia ma si è allenato con il gruppo»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile