BREAKING NEWS
Coronavirus, in Ticino altri 104 casi e dodici decessi
TiPress
HCAP
12.12.18 - 12:310
Aggiornamento : 21:34

«Nelle mie giornate non c'è solo l'hockey. Ambrì? Non mi aspettavo così tanto ghiaccio»

Chiacchierata con il difensore dei biancoblù Isacco Dotti, elemento sul quale Luca Cereda fa tanto affidamento

AMBRÌ - Tra i tanti aspetti positivi della prima parte di campionato dell'Ambrì c'è sicuramente anche Isacco Dotti. Il 25enne è divenuto uno dei pilastri difensivi dei biancoblù, tanto che quest'anno Luca Cereda non ha mai rinunciato a lui. Dopo due anni ai Rockets, in cui è cresciuto e maturato, il coach biancoblù ha ritenuto che Dotti fosse pronto per il grande salto. E i risultati - per il momento - sono tutti dalla parte del giocatore leventinese. 

L'esperienza dei due derby in 24 ore -  Siamo ovviamente felici di quanto raccolto nella sfida con il Lugano alla Valascia. Sabato abbiamo messo sul ghiaccio il nostro gioco, mentre venerdì non era andata così bene. Siamo scesi sul ghiaccio un po' intimoriti, forse c'era troppa foga di voler fare bene.

I passi avanti a livello difensivo - È vero, in generale non abbiamo concesso tantissimo al Lugano, soprattutto sabato. Se facciamo il paragone con il primo derby di ottobre giocato alla Cornèr Arena, possiamo dire di aver fatto dei bei passi avanti. Trovo che il gioco difensivo sia migliorato molto nelle ultime settimane, in generale ora concediamo molti meno contropiedi ai nostri avversari. 

Momento magico, ma piedi per terra - La classifica è chiaro che ci soddisfa, ma si fa in fretta sia a salire che a scendere. Soltanto cinque partite fa non eravamo messi così bene. 

I passi da gigante di Isacco Dotti - Sinceramente non mi aspettavo di aver così tanto ghiaccio a disposizione. Quest'anno ho disputato tutte le partite: giocare con regolarità ad Ambrì era un mio grande obiettivo.

L'importanza di un uomo come Luca Cereda - È l'allenatore che in carriera mi ha seguito di più e per la mia crescita è stato fondamentale. Avendolo già avuto in passato - dai tempi degli Juniori ad Ambrì e fino ad arrivare ai Rockets - ci conoscevamo già molto bene. Per questo sapevo quali erano il suo gioco e la sua filosofia. Molto probabilmente questo mi ha aiutato nel ritagliarmi un posto in prima squadra. 

I consigli di Nick Plastino, tuo compagno di linea - È bello poter scendere sul ghiaccio insieme a un giocatore con la sua esperienza, imparo tanto da lui. Mi colpisce soprattutto la sua gestione dei momenti difficili nelle partite. Nick gioca tantissimo e mi stupisce come riesca a non perdere mai la lucidità necessaria. È molto regolare.

Kubalik, Müller e Zwerger, la vostra locomotiva... - Sono tutti e tre più giovani di me, ma hanno già accumulato tantissima esperienza. In spogliatoio portano un sacco di energia positiva, in particolare Müller fuori dal ghiaccio ha un'importante leadership che non è da sottovalutare. In generale sono tre elementi davvero determinanti per noi.

Conciliare hockey e lavoro (ingegnere civile) non è assolutamente un problema, anzi... - Non è sempre evidente ma per ora funziona tutto, grazie anche alla flessibilità del mio datore di lavoro. È più facile lavorare piuttosto che andare a scuola, perché una volta terminata la giornata posso rilassarmi senza dover studiare. Certo, le mie giornate sono belle piene ma i momenti liberi non mancano. Ad ogni modo preferisco avere sempre la mente occupata così facendo, nei momenti in cui le cose non vanno come vorrei in una delle due attività, non ho tempo per rimuginare e posso pensare ad altro. Trovo sia qualcosa di positivo...

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gus 1 anno fa su tio
Bravo Isacco; rendi orgogliosi te papà e mamma
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
3 ore
Sergio Ramos? Ni sol, ni dinero, ni amor
I Blancos e il 34enne trattano il rinnovo.
PREMIER LEAGUE
13 ore
Da "state a casa" all'incidente con alcol in corpo il passo è brevissimo
Prima predica a tutti di non muoversi da casa, poi...
ISTANBUL
16 ore
Coronavirus, Rustu in condizioni critiche
Non arrivano buone notizie sulle condizioni dell'ex portiere del Barça
HCAP
19 ore
Lombardi: «Spengler? Posso confermare, ma manca qualche dettaglio»
Il comitato organizzativo del torneo grigionese ha scelto (ancora) la squadra di Luca Cereda
HCL
21 ore
Julio, il gol che ribaltò l’Ambrì e la lotta al Covid-19: parla Vicky Mantegazza
Vicky Mantegazza, presidente del Lugano: «Doveroso ritirare la maglia numero 3. Coronavirus? Dura fermarsi di colpo»
SUPER LEAGUE
22 ore
Ufficiale, Bottani firma fino al 2024: «Ferma volontà di continuare insieme»
Il 28enne, cresciuto nelle giovanili bianconere, ha esteso il suo contratto con il Lugano
FORMULA 1
1 gior
La Mercedes ora produce respiratori
Diverse le comande che già stanno pervenendo da tutto il mondo...
LUGANO
1 gior
Angelo Renzetti tra ansia, film western ed eresie da social...
Chiacchierata a tutto campo con il presidente del Lugano Renzetti: «Dopo questa crisi sarà ancora più dura vendere»
LIGUE 1
1 gior
Covid-19, via a ogni costo: Navas sborsa 200'000 dollari
Il portiere del PSG ha noleggiato un volo privato per lasciare la Francia e tornare in Patria
SERIE A
1 gior
«Campionato finito»
Lo sostiene il presidente del Torino Urbano Cairo: «Lo scudetto non va assegnato perché la stagione non è terminata»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile