TiPress
SWISS/NATIONAL LEAGUE
05.12.18 - 10:000
Aggiornamento : 18:10

«L'Ambrì gioca delle grandi partite e se continua così... Winterthur? Stagione deludente»

Reto Kobach - attuale capitano degli zurighesi in Swiss League - faceva parte della squadra biancoblù 2013-14, l'ultima in grado di acciuffare i playoff: «Ci sono tante differenze con quell'Ambrì»

WINTERTHUR - Reto Kobach ha combattuto una serie infinita di battaglie. Difensore affidabile, l'oggi 38enne in carriera non si è mai tirato indietro: attualmente è capitano del Winterthur, dove sta mettendo a disposizione dei compagni la sua enorme esperienza accumulata nelle oltre 700 partite disputate in National League con le maglie di Zugo, Ambrì, Berna e Langnau. Ieri sera proprio il Winterthur era di scena a Biasca per affrontare i Rockets, ma lui non è sceso sul ghiaccio in quanto reduce da una pesante influenza. Dieci stagioni trascorse in Leventina, Reto Kobach faceva parte del team biancoblù 2013-14 (l'ultimo in grado di raggiungere i playoff)... 

Reto, siete penultimi in Swiss League: un bilancio della vostra stagione sin qui?  
«Non sta andando secondo le attese di inizio stagione. Avevamo altre aspettative per cui penso che sin qui il nostro campionato si possa classificare come deludente. Non abbiamo quasi mai giocato al completo e, se a una squadra come la nostra togli 2-3 giocatori dei primi tre blocchi, diventa difficile vincere le partite. Commettiamo sempre gli stessi errori, ci tagliamo le gambe da soli. Non impariamo dagli sbagli e, malgrado proviamo ad apportare i correttivi in allenamento, le cose non cambiano e questo ovviamente ci costa i punti».

Nonostante i 38 anni Reto Kobach continua ad avere il fisico di un ragazzino...
«A livello fisico sto bene, non ho nessun tipo di dolore e da questo punto di vista la stagione sta andando bene. Addio all'hockey? Ci sto pensando ma non ho ancora preso nessuna decisione, voglio lasciare tutte le strade aperte. Quel che è certo è che prima di Natale farò una scelta». 

Il tuo amore nei confronti del disco su ghiaccio ti farà rimanere in questo mondo anche nel post-carriera? 
«Sono in questo mondo da praticamente tutta la mia vita e allora mi dico: "perché fare altro?". Se ci sarà l'opportunità di rimanere nell'hockey ben venga. In estate svolgerò i corsi per diventare allenatore, ma mi vedrei anche dietro a una scrivania a svolgere altre funzioni». 

Nell'ultimo Ambrì in grado di raggiungere i playoff c'eri anche tu. Vedi delle somiglianze con la squadra di quest'anno?
«Sono andato in curva con le mie due bimbe a vedere la partita di Coppa Svizzera contro il Losanna. Ho visto una squadra che lotta, pattina e dà l'anima in pista. Già l'anno scorso succedeva, ma ora stanno arrivando anche i risultati. Gran parte del merito di questa evoluzione va naturalmente attribuito a Luca Cereda e Paolo Duca. Ci sono comunque tante differenze rispetto a quella stagione, dove molto spesso vincevamo le partite anche quando giocavamo male. Ora invece l'Ambrì è sempre lì incollato all'avversario e gioca delle grandi partite». 

Pensi che ce la farà?
«La classifica è cortissima, si fa in fretta a salire e a scendere. Auguro comunque all'Ambrì di farcela, se continueranno così sono convinto che ce la faranno».

Reto Kobach torna sempre volentieri ad Ambrì con le sue figlie, vero?
«La più grande tiene all'Ambrì, mentre la più piccola non è molto interessata. Comunque sì, vengono sempre con molto piacere in Leventina, soprattutto per mangiare gli squisiti hot dog e i panzerotti della Valascia...». 

Commenti
 
toto2 1 anno fa su tio
e pregate che non si rompano kubalik zwerger e muller ,se avreste avuto un qualche infortunio importante pure voi......quando gira gira.
stef1313 1 anno fa su tio
@toto2 Ah perché l'infortunio di D'Agostini lo si può classificare tra quelli di poco conto...
matteo2006 1 anno fa su tio
@toto2 L'unica cosa che potrei dirti ecco tu prega per hofmann e lapierre, Urs abitante della capitale prega per Arcobello e Ebbett, i losannesi per Junland, gli zugani per martschini e il prossimo anno lo farranno al posto tuo per Hofmann così via dicendo.... Poi mi spieghi come ci sei arrivato al tuo ragionamento perchè io non lo capisco, cosa pretendi che ad ambrì arrivano solo ciofeche? Muller prima di arrivare ad Ambrì il Berna gli faceva fare la spola tra A e B era libero sul mercato qualsiasi squadra lo poteva prendere esattamente come Hofmann ma non ho visto articoli decine di articoli e la telenovela di DS di NL in fila per fargli firmare un contratto. Adesso lo vogliono tutti perchè ha fatto quattro gol speriamo che decida di restare altrimenti buona fortuna.
Blobloblo 1 anno fa su tio
@toto2 Il solito commentone del Fenomeno!!!
pedrito-el-drito 1 anno fa su tio
@toto2 vai a suonare le cornamuse che Natale si avvicina (Cavadini dei poveri) invece di rompere i maroni con le tue idiozie da frustrato...
toms 1 anno fa su tio
@toto2 wee talento del clarinetto, pensa che siete decimi e non avete infortuni, altrimenti..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
13 min
Lugano in emergenza a Neuchâtel: in palio punti d'oro
Bianconeri in terra neocastellana per tirarsi fuori definitivamente dalla zona pericolosa della classifica
NATIONAL LEAGUE
10 ore
«Lugano a un bivio, la fiducia era sotto le lame. Ambrì? In passato si sarebbe smarrito»
La maggior parte delle squadre ha già consumato metà regular season. Grégory Christen: «Kapanen è valido, ma qualcosa deve cambiare. Ad Ambrì c’è anche un po’ di sfortuna». E sulle altre…
SERIE A
13 ore
«Andando in Serie B ho rinunciato al Pallone d'Oro»
Gianluigi Buffon è tornato a parlare della stagione di purgatorio trascorsa con la sua Juve: «Se oggi a quasi 42 anni mi trovo qui è in virtù di quella scelta fatta 14 anni fa»
MOTOMONDIALE
16 ore
Vale si diverte in Mercedes: «Vi spiego tutto...»
L'italiano tra presente e futuro: «Questa stagione è stata molto complicata, 2020 anno importante». 9 dicembre il giorno dello "scambio"
FORMULA 1
19 ore
«Ferrari, sei così convinta di voler prendere Hamilton?»
L'ex team principal di Benetton e Renault Flavio Briatore: «Se il prossimo anno Leclerc continuasse il processo di crescita iniziato quest’anno, io punterei sul monegasco»
NATIONAL LEAGUE
21 ore
Quando Bob Hartley chiese a Sven Ryser di far male a Reto Von Arx...
Episodio da censura: il coach canadese decise poi di mettere fuori rosa il suo giocatore, il quale si rifiutò di ferire l'avversario...
SUPER LEAGUE
1 gior
Djuric vuole battere il Lugano: «Un folle spareggio come quello dell'anno scorso vogliamo evitarlo»
Sabato sera alla Maladière lo Xamax - reduce da tre sconfitte di fila - ospiterà i bianconeri: «Le loro assenze? Non guardiamo l'avversario. Dobbiamo vincere»
HCAP
1 gior
«Dispiace per Upshall, sia a livello umano che per quanto dava alla squadra»
Paolo Duca, ds biancoblù, ha parlato del ferimento dell'attaccante canadese: «È un guerriero, non ha mollato e ha già iniziato la terapia. Ora, un aspetto positivo, è il ritorno di Sabolic»
SCI ALPINO
1 gior
Lara si difende: «Ho vinto tanto, ciò che ho scelto per la mia carriera ha funzionato»
La sciatrice ticinese ha risposto alle accuse di non essersi allenata abbastanza a causa del rapporto con Valon Behrami: «Non sono stata professionale? È ridicolo»
HCAP
1 gior
Ambrì, che sfortuna: infortunio al ginocchio per Upshall 
Il canadese, infortunatosi sabato sera a Langnau, dovrà rimanere ai box per 3-4 settimane
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile