Keystone
NATIONAL LEAGUE
07.11.18 - 13:030
Aggiornamento : 15:55

«Non facciamo mai gol ma non molliamo. Il Davos è vicino e pure il Lugano...»

Leandro Profico ha analizzato la crisi del Rapperswil: «Sapevamo che non sarebbe stato semplice ma non credevamo di incontrare difficoltà tanto grandi»

RAPPERSWIL - Appena sette punti conquistati, una difesa che concede tanto e un attacco che proprio non lascia il segno: il primo mese e mezzo di National League del Rapperswil è stato un mezzo incubo. Certo nessuno pensava che i sangallesi potessero dominare tra le big dell'hockey rossocrociato; un pizzico di competitività in più, tenuto conto di quanto fatto nella scorsa stagione, con promozione in carrozza e successo in Coppa Svizzera, era in ogni caso atteso...

«Sapevamo che non sarebbe stato semplice – ci ha raccontato Leandro Profico – ma non credevamo di incontrare difficoltà tanto grandi. Non ce lo aspettavamo proprio».

Cosa non sta funzionando?
«Facciamo tanta fatica, troppa, in attacco. In difesa stiamo muovendoci con attenzione, d'altronde quello è il nostro punto di forza, la fase offensiva però proprio non sta lasciando il segno. È strano perché l'anno passato – tenuto comunque conto del livello diverso - tutto girava alla perfezione. Insomma, non facciamo mai gol. E se non fai gol alla fine poi la paghi, anche quando giochi bene».

Quando un terzo del cammino è stato consumato siete già costretti a pensare alla post-season, a programmare il pericoloso viaggio alla finale dei playout...
«I numeri non sono buoni ma, per fortuna, non sono neppure definitivi. Guardare già ai playout? No, non avrebbe senso, anche se sappiamo che sarà molto difficile risalire la classifica. Il Davos è lontano sette punti e solo pochi giorni fa pure il Lugano era “vicino” 9 lunghezze. Se si inquadra in questo modo, la situazione è meno negativa. Si sta parlando in fondo di due-tre partite da vincere per cambiare il trend, per ritrovare sorrisi e... spinta».

Ora c'è la pausa.
«Che arriva al momento giusto, al termine di un periodo con molti match. I giorni senza campionato saranno utilissimi per ritrovarsi, anche se devo ammettere che lo spogliatoio non si è mai perso. Non si è mai depresso. Sapevamo che sarebbe stato un anno duro».

Nonostante le buone intenzioni e la voglia di lottare, il Rappi pare davvero destinato alla finale dei playout. Altro candidato serio è il Davos. E poi?
«Tra le avversarie che mi hanno impressionato meno, guardando a come hanno giocato contro di noi, ci sono il Losanna e lo Zurigo. I Lions hanno tanto talento ma come squadra li ho visti in difficoltà».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Zarco 2 anni fa su tio
Siamo onesti! Play out sicuro
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
MOTO GP
2 ore
VR46 sbarca in MotoGP: «Sogno Rossi in sella»
Siglato un accordo tra il team di Tavullia e Dorna Sport. Dal 2022 al 2024 sarà satellite della Ducati.
NYON
5 ore
Coppe europee, inizia una nuova era: tolta la regola del gol in trasferta
Le segnature realizzate lontane dai propri tifosi non varranno più doppio.
SUPER LEAGUE
6 ore
Il Lugano riparte dallo... Zurigo
La SFL ha reso noto il calendario delle prime nove partite di campionato.
IL SORPASSO... A DUE RUOTE
8 ore
Viñales? Paga pesantemente una fragilità psicologica preoccupante...
Lo spagnolo occupa attualmente il sesto posto in classifica (75 punti), 56 lunghezze in meno del leader Quartararo (131)
EURO 2020
12 ore
Dino Zoff, il portiere che preferiva giocare... da solo
Lo storico portiere è l'unico italiano della storia ad aver conquistato sia un Europeo (1968) sia un Mondiale (1982).
LIGUE 2
16 ore
«Al Lugano non posso che augurare il meglio»
Approdato al Grenoble dopo l'addio al Lugano, Jacobacci resta comunque vicino ai bianconeri in questo difficile momento.
SUPER LEAGUE
17 ore
Sospiro di sollievo: in Ticino (e in Svizzera) i tifosi tornano a popolare gli stadi
Il massimo campionato elvetico di calcio ripartirà il 23 luglio con il pubblico, ma ci vorrà il certificato Covid-19.
EURO 2020
1 gior
Il dado è tratto: la Svizzera pesca i campioni del mondo
Oltre alla sfida fra elvetici e francesi spiccano i big-match Inghilterra-Germania, Belgio-Portogallo e Croazia-Spagna.
EURO 2020
1 gior
Manita della Spagna, la Svezia vince in extremis
Gli iberici si sono imposti 5-0 contro la Slovacchia, mentre gli scandinavi hanno piegato nel finale la Polonia (3-2).
IL SORPASSO...A QUATTRO RUOTE
1 gior
È altamente sconsigliato mettere vostro figlio su un kart ancora prima che impari a camminare...
Max Verstappen metterà la parola fine al regno di Lewis Hamilton? I risultati stanno parlando...
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile