Tipress
Merzlikins avrà un ruolo chiave contro il temibilissimo attacco del Bienne.
HCAP / HCL
19.10.18 - 12:100
Aggiornamento : 16:13

Capolista e Cenerentola nel menù delle ticinesi

Il Lugano va a Bienne per conquistare i primi punti in trasferta. L'Ambrì ospita il Rapperswil per ottenere la terza vittoria filata. E dopo il campionato, ecco la coppa Svizzera...

LUGANO - Il Lugano vuole i primi punti in trasferta. L’Ambrì cerca la terza vittoria consecutiva. Hanno obiettivi chiari le ticinesi che questa sera affronteranno la prima e l’ultima forza del campionato nell’undicesima fatica stagionale. Ma centrarli non sarà evidente per entrambe. Soprattutto per i bianconeri, che saranno ospiti della capolista Bienne.

Contro i bernesi gli uomini di Ireland, ringalluzziti dall’importante vittoria ottenuta in Finlandia e dal conseguente - prestigioso - passaggio del turno in CHL, dovranno confermare la ritrovata solidità difensiva messa in mostra nelle ultime 4 partite (solo due reti incassate tra coppa e campionato). Un’impresa non delle più facili visto che la squadra di Törmänen può attualmente vantare (e di gran lunga) il migliore attacco del campionato (40 reti). Per contenere le folate offensive di Rajala e compagni Elvis dovrà indossare il vestito buono, quello che gli ha permesso di ottenere tre shutout negli ultimi dieci giorni (due con lo JYP Jyväskylä, l’altro con il Rapperswil). Ma più in generale tutta la squadra dovrà giocare, pattinare e sacrificarsi per 60 minuti. Solo così sarà possibile spezzare anche in campionato il tabù delle trasferte. Solo così i bianconeri potranno fugare definitivamente tutte le nuvole nere che iniziavano ad aleggiare sopra la Còrner Arena.

Totalmente agli antipodi la sfida che attende i biancoblù. Alla Valascia scenderà infatti la cenerentola del campionato. Ovvero quel Rapperswil, ultimissimo in classifica con soli tre punti, che nelle prime dieci partite disputate ha segnato la miseria di 9 reti. Tutto facile per un Ambrì che nelle ultime due giornate ha sconfitto - e bene - Davos e Losanna? Non proprio. Perché è proprio nelle partite di questo genere - dove si parte favoriti - che si nascondono le maggiori insidie. La squadra di Cereda dovrà quindi dimostrare maturità. Dovrà mettere in pratica il proprio "game plan" senza concedersi distrazioni e senza badare al valore dell’avversario. Perché solo con impegno, sudore e intensità i biancoblù potranno conquistare altri tre punti, compiendo un ulteriore passo nella direzione giusta.

Dopo il turno odierno il campionato si prenderà qualche giorno di pausa cedendo il posto agli ottavi di Coppa Svizzera. Le due ticinesi saranno impegnate entrambe in casa: il Lugano accoglierà lo Zugo (sabato alle 20.00) mentre l’Ambrì ospiterà il Losanna (domenica alle 13.30).

Commenti
 
Findus 8 mesi fa su tio
Conosco molto bene i miei polli... stasera si rilancia il Rapperswil
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
MADRID
9 ore

Liga, che gaffe: CR7 fuori dalla storia, dentro Tamudo e Aspas

In Spagna hanno scelto venti giocatori (ed ex) "iconici". Si sono dimenticati di Cristiano Ronaldo...

TENNIS
12 ore

Finalmente Wawrinka, battuti Evans e la pioggia

Tra rinvii e acciacchi, il vodese ha superato il primo turno al Queen's. Piegato 6-3, 6-4 Daniel Evans

SUPER LEAGUE
13 ore

Triennale per Piccinocchi all'Ascoli

Il centrocampista, cresciuto calcisticamente nel Milan, lascia Lugano dopo quattro anni

TOUR DE SUISSE
14 ore

Bis di Viviani, ancora beffato Sagan

Il velocista italiano ha superato allo sprint lo slovacco, che è però rimasto in giallo

SUPER LEAGUE
16 ore

Ciccio Lodi al Lugano? Voci totalmente infondate

La notizia diffusa da La Gazzetta dello Sport non ha trovato conferme negli ambienti bianconeri

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report