TiPress
HCAP - L'ANALISI
07.10.18 - 14:390
Aggiornamento : 20:45

Tris di sconfitte: Ambrì, servono continuità e maggior compattezza

I biancoblù sono usciti con un solo punto dal trittico con Lugano, Zurigo e Berna. A coach Cereda il lavoro non manca

AMBRÌ - Cinque partite in una settimana, con l'arduo e spigoloso trittico Lugano-Zurigo-Berna affrontato tra martedì e venerdì: per l'Ambrì sono stati giorni intensi dai qual sono arrivate molte risposte e indicazioni per coach Cereda. Dopo aver superato brillantemente il primo weekend (6 punti conquistati contro Langnau e Ginevra), la truppa biancoblù ha sofferto parecchio, peccato a livello di costanza e rimediato tre ko - diversi tra loro - nei duelli contro tre top-team della nostra Lega.

Dopo la pessima prestazione fornita nel derby, dove il Lugano ha avuto vita troppo facile banchettando davanti ai propri tifosi (netto e meritato 6-2 rifilato ad un Ambrì "pasticcione" e mai in partita), Kubalik e compagni hanno reagito a livello di gioco e attitudine nel match dell'Hallenstadion. Dalla trasferta a Zurigo i biancoblù sono però tornati con un punto e parecchi rimpianti, poiché dopo il 2-2 firmato da D'Agostini (3 gol nelle ultime 4 gare) e il 3-2 firmato da Novotny al 46', non sono riusciti a difendere il vantaggio venendo poi castigati dal gol-lampo di Noreau all'overtime. I rimpianti aumentano se si pensa che nei minuti finali del terzo periodo (sul 3-3) l'Ambrì non ha sfruttato un powerplay; arma che, in questo inizio di stagione, aveva portato tanti gol pesanti (come sarebbe stato in questo caso...).

Con Manzato tra i pali - titolare dopo le due performance poco convincenti del sin qui altalenante Conz -, l'Ambrì non ha retto l'urto del Berna. Propositivi e combattivi nel primo periodo, con tre ottime occasioni non sfruttate da Novotny, Kubalik (a secco in questi tre match) e Goi; i leventinesi si sono via via disuniti e hanno perso lucidità dal secondo periodo in poi. Dopo aver incassato l'1-0 ad opera di Haas - splendida conclusione sotto l'incrocio dei pali al 25'-, i sopracenerini hanno iniziato a dare troppo tempo e spazio ai famelici Orsi che, con giocate anche di classe, hanno trovato la via del gol per ben sei volte. Le ultime due incassate da Benji Conz, gettato nella mischia al posto di Manzato per tentare di dare una scossa ai suoi. Il 6-1 finale - col gol della bandiera di Zwerger, salito a quota 7 punti - è il ko più netto dall'inizio della stagione.

In estrema sintesi le tre sfide contro Lugano, Zurigo e Berna ci dicono - o meglio ci confermano - che l'Ambrì non può giocare solo "a tratti". Per colmare il gap e battagliare con le rivali più attrezzate deve lottare dal primo all'ultimo secondo, poter contare su una difesa più solida e avere maggior compattezza a livello collettivo (già 27 i gol subiti sin qui). Non è semplice, ma Cereda sa bene su cosa insistere. Cambi corti, continuità nei 60', energia, attenzione e costanza - cercata anche la scorsa stagione - tra un match e l'altro.

Per l'Ambrì, a quota 10 punti dopo 8 partite, il lavoro insomma non manca: non resta che rimboccarsi le maniche e, sfruttando i giorni a disposizione (niente match infrasettimanali), preparare al meglio l'incontro di venerdì contro lo zoppicante Davos di Del Curto.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pardo54 1 anno fa su tio
Due risultati tennistici la dice lunga sulla tenuta della difesa.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
1 ora
Lugano & coronavirus: i risultati del giocatore coinvolto
La società bianconera ha chiarito la questione riguardante il proprio calciatore risultato positivo al Covid-19
AUTOMOBILISMO
2 ore
Scandalo e figuraccia: Abt sospeso da Audi per l'imbroglio nel GP virtuale
Il pilota tedesco aveva fatto correre al suo posto un professionista di esports: «Chiedo scusa a tutti»
SERIE A
5 ore
«Ho pensato al ritiro, ho più risonanze che presenze»
Douglas Costa, giocatore della Juve: «È fastidioso non essere mai al top della forma»
HCL
8 ore
Walker: «Un'esperienza che ricorderò per sempre»
L'attaccante del Lugano Julian Walker e il cestista Westher Molteni hanno incontrato a Riva l’Associazione InSuperAbili
FORMULA 1
12 ore
Vettel & Hamilton la coppia perfetta: «Sarebbe il top per la F1...»
Ecclestone: «Potremmo assistere a un campionato emozionante ed equilibrato... e i due piloti hanno un buon feeling»
CHAMPIONS LEAGUE
21 ore
Liverpool-Atletico Madrid: 41 morti
L’incrocio alla base dei decessi “britannici” per coronavirus nei 25-30 giorni seguenti
SUPER LEAGUE
23 ore
«Stiamo peggio ora che a gennaio»
«Quello che ripartirà sarà un campionato del tutto nuovo».
HCAP
1 gior
Zwerger operato
L’austriaco frenato da un problema tendineo.
SUPER LEAGUE
1 gior
«Io non giocherei, noi ultima ruota del carro»
Ripresa difficile per i calciatori: corpo e mente messi alla prova.
LUGANO
1 gior
Convivere con il virus: Lugano, lentamente si riparte
Il gruppo di Super League si è ritrovato agli ordini di mister Jacobacci.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile