Tipress
Cervenka, che colpo per lo Zurigo.
NATIONAL LEAGUE
25.07.18 - 10:280
Aggiornamento : 18.09.18 - 14:49

I Leoni sono sempre affamati. Esodo da Davos

Ecco come si sono mosse le rivali delle ticinesi a due mesi dall’inizio del campionato. Oggi sotto la lente le prime cinque: Zurigo, Berna, Davos, Bienne e Zugo

ZURIGO - La caccia al leone zurighese partirà il prossimo 21 settembre. Ma i campioni svizzeri in carica non sono intenzionati ad abbandonare il loro trono. Anzi. E per comprendere le intenzioni bellicose dei Lions basta guardare la campagna di rafforzamento effettuata dal club zurighese. Pochi acquisti. Ma tutti mirati e di qualità. La difesa è stata ulteriormente rinforzata dall’acquisto di Maxim Noreau dal Berna e dalla conferma (inaspettata) di Kevin Klein, vero e proprio trascinatore della squadra durante gli scorsi playoff. Anche sul fronte offensivo i Lions si sono assicurati due veri e propri pezzi da novanta: Denis Hollenstein e Roman Cervenka, che vanno ad aggiungersi alle confermate bocche da fuoco Pettersson, Nilsson, Suter e Wick. A completare una rosa di qualità assoluta è poi giunto - sempre dalla capitale - pure Simon Bodenmann. Le 8 partenze, tra le quali quelle dei vari Pestoni (Davos), Künzle (Bienne) e Kenins (Losanna) non dovrebbero quindi far perdere il sonno agli esigenti tifosi dell’Hallenstadion.

Principali rivali dei leoni zurighesi saranno gli orsi bernesi. Per aiutare la squadra a rimettere il campanile al centro del villaggio, nella capitale sono arrivati sette nuovi giocatori. Interessanti sono gli acquisti dei due nuovi stranieri, entrambi provenienti dal Frölunda. Il primo, lo svedese Adam Almqvist, è un difensore offensivo dall’ottima visione di gioco e dall’eccellente primo passaggio chiamato a sostituire  Maxim Noreau. Il secondo, Jan Mursak, è un centro sloveno dotato di una visione di gioco fuori dal comune e pure di un discreto killer instinct. A dare sostanza, grinta e fiato al bottom-six bernese sono poi giunti i due ticinesi Daniele Grassi e Gregory Sciaroni, oltre all’altro aviatore Matthias Bieber.

Sul fronte delle partenze da registrare gli addii di Luca Hischier e Dario Meyer, entrambi emigrati alla corte di Del Curto. Nei Grigioni i due troveranno pure il ticinese Inti Pestoni, chiamato a rilanciare la propria carriera dopo la parentesi difficile vissuta a Zurigo. Ma non Simion e Jörg. Il saldo tra acquisti e cessioni dei gialloblù risulta infatti profondamente negativo. Un vero e proprio esodo. Tanto che ben 14 giocatori - tra cui Rödin, Little e Kousal - hanno deciso di lasciare Davos. Risultato? Del Curto, a meno di due mesi dall’inizio del campionato, si trova con il solo Magnus Nygren come unico straniero arruolabile (Lindgren è sempre ai box). Non proprio una situazione ideale.

Da parte sua il Bienne, rivelazione della scorsa stagione, continua nella sua campagna di rafforzamento. Alla Tissot Arena sono arrivati attaccanti del calibro di Damien Brunner, Mike Künzle e Damien Riat. Nel reparto arretrato i Seelander scommettono invece sul finlandese Salmela (Dinamo Riga) e su Sataric e Egli. Unica partenza di rilievo da segnalare è quella del giovane e talentuosissimo Valentin Nussbaumer che ha deciso di tentare l’avventura nordamericana.

Concludiamo questa prima carrellata sulle avversarie delle ticinesi (domani le altre cinque) con lo Zugo. La squadra della svizzera centrale, che intende dare la possibilità ad alcuni giovani provenienti dal proprio “farm team”, non ha compiuto follie sul mercato. Alla Bossard Arena sono comunque giunti giocatori interessanti e di prospettiva come Albrecht e Zyrd (Langnau) o Zgraggen (Ambrì). Arrivo di peso è quello del ticinese Dario Simion. Da segnalare che dopo dieci stagioni da giocatore, Josh Holden appende i pattini al chiodo e passa dietro la balaustra. Al suo posto, come straniero dell’EVZ Academy e quinto dei Tori, è stato acquistato lo svedese Pontus Widerström.

Tutti i movimenti in un colpo d'occhio: 

BERNA:

Arrivi (7) - Adam Almqvist (Frölunda), Aurelien Marti (Langenthal;, Matthias Bieber (Kloten), Daniele Grassi (Kloten), Jan Mursak (Frölunda), Gregory Sciaroni (Davos), Esbjörn Leiv Fogstad Vold (Juniori).

Partenze (6) -Maxim Noreau (Zurigo); Simon Bodenmann (Zurigo), Luca Hischier (Davos), Dario Meyer (Davos), Mika Pyörälä (Kärpät Oulu), Juhamatti Aaltonen (Skelleftea).

BIENNE:

Arrivi (8) - Dominik Egli (Kloten), Rajan Sataric (Rapperswil), Anssi Salmela (Dinamo Riga), Damien Brunner (Lugano), Michael Hügli (Rapperswil), Mike Künzle (Zurigo), Damien Riat (Ginevra), Ramon Tanner (Davos).

Partenze (7) - Benoit Jecker (Lugano), Cédric Hächler (Rapperswil), Nicholas Steiner (Kloten); Matthias Joggi (Ajoie), Fabian Sutter (Kloten), Philipp Wetzel (La Chaux-de-Fonds), Valentin Nussbaumer (Shawigan).

DAVOS: 

Arrivi (6) - Lukas Stoop (Kloten); Thierry Bader (Kloten), Luca Hischier (Berna), Dario Meyer (Berna), Inti Pestoni (Zurigo), Sami Sandell (Ilves).

Partenze (14) - Pascal Blaser (Winterthur), Marco Forrer (Friborgo), Simon Kindschi (Langnau), Noah Schneeberger (Friborgo); Nando Eggenberger (Oshawa Generals) Ken Jäger (Rögle), Mauro Jörg (Lugano), Robert Kousal (Brynäs), Broc Little (Linköping), Anton Rödin (Anaheim Ducks), Gregory Sciaroni (Berna), Dario Simion (Zugo), Ramon Tanner (Bienne), Samuel Walser (Friborgo).

ZUGO:

Arrivi (5) - Jesse Zgraggen (Ambrì), Miro Zyrd (Langnau); Yannick-Lennart Albrecht (Langnau), Dario Simion (Davos), Pontus Widerström (Frölunda).

Partenze (9) - Tobias Geisser (Washington Capitals), Robin Grossmann (Losanna), Timo Helbling (Rapperswil), Larri Leeger (Langnau); Nolan Diem (Langnau), Sandro Forrer (Friborgo), Timo Haussener (Lugano), Josh Holden (ritiro), Timothy Kast (Ginevra).

ZURIGO:

Arrivi (4) - Maxim Noreau (Berna), Simon Bodenmann (Berna), Roman Cervenka (Friborgo), Denis Hollenstein (Kloten).

Partenze (8) - Samuel Guerra (Ambrì), Matthias Seger (ritiro); Ronalds Kenins (Losanna), Lauri Korpikoski (Turku), Mike Künzle (Bienne), Inti Pestoni (Davos), Mattias Sjögren (Rögle), Linden Vey (CSKA Mosca).

Commenti
 
mats70 1 anno fa su tio
Tanto per chiarire, Pestoni e' stato scaricato dagli zsc perché troppo debole e per lo scarso impegno dimostrato
Meiroslnaschebiancarlengua 1 anno fa su tio
@mats70 E ha messo su panza.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
HCL
26 min
Postma e il Lugano davanti al rullo compressore
Fin qui capace di vincere 9 delle 10 partite disputate all'Hallenstadion, questa sera lo Zurigo ospiterà i bianconeri del debuttante difensore canadese
SERIE A
9 ore
«CR7? Serve rispetto per gli allenatori e i compagni»
Roberto Mancini ha detto la sua sul "caso" di Cristiano Ronaldo, furioso dopo essere stato sostituito da Sarri. Nel frattempo l'asso portoghese ha chiuso la polemica sui social
MOTOGP
12 ore
Marquez accarezza Rossi: «Discesa dolce dolce»
Lo spagnolo ha teso la mano al Dottore e parlato di rinnovo: «I soldi non mi interessano. Rimango in Honda se il progetto mi convince»
FORMULA 1
15 ore
«Leclerc veloce quanto Vettel e... più intelligente di quanto si pensi»
Felipe Massa ha spezzato una lancia in favore del pilota della Ferrari: «Sta gestendo perfettamente la situazione. È uno da seguire con attenzione»
SERIE A
18 ore
I fantastiliardi di Ronaldo e le p***e di Sarri
La seconda sostituzione consecutiva ha fatto infuriare il portoghese, che ha lasciato il mondo-Juve sbattendo la porta. Per i bianconeri necessaria una mediazione
SUPER LEAGUE
21 ore
Cornaredo non esplode: il Lugano non riesce a vincere in casa
La formazione bianconera non è ancora stata in grado di regalare un successo casalingo ai propri tifosi
NAZIONALE
1 gior
La giovane Nazionale stupisce: due punti totali per Bertaggia e Fazzini
I rossocrociati hanno conquistato la Deutschland Cup davanti alla Germania
TENNIS
1 gior
Niente da fare per Federer, esulta Thiem
Il campione renano è stato sconfitto con il punteggio di 7-5, 7-5
SUPER LEAGUE
1 gior
«Tutti ci hanno provato, ma senza fortuna. Dobbiamo trovare le giuste soluzioni»
Marco Aratore ha commentato la sconfitta col Basilea: «Non era facile, ma nel secondo tempo la reazione c'è stata. Dovevamo trovare la rete per metterli in difficoltà»
SUPER LEAGUE
1 gior
«L'importante è rimanere calmi, non bisogna stravolgere tutto»
Maurizio Jacobacci, mister del Lugano, si è espresso dopo il ko interno col Basilea: «Loro hanno segnato con troppa facilità. Ora abbiamo 14 giorni per lavorare bene»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile