TOR Leafs
1
BOS Bruins
1
2. tempo
(0-1 : 1-0)
NJ Devils
2
PIT Penguins
0
pausa
(1-0 : 1-0)
WAS Capitals
0
MON Canadiens
4
pausa
(0-0 : 0-4)
COB Jackets
1
STL Blues
2
pausa
(1-1 : 0-1)
OTT Senators
2
PHI Flyers
1
2. tempo
(0-1 : 2-0)
TOR Leafs
NHL
1 - 1
2. tempo
0-1
1-0
BOS Bruins
0-1
1-0
 
 
14'
0-1 COYLE
1-1 MATTHEWS
30'
 
 
COYLE 0-1 14'
30' 1-1 MATTHEWS
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 16.11.2019 03:04
NJ Devils
NHL
2 - 0
pausa
1-0
1-0
PIT Penguins
1-0
1-0
1-0 ZAJAC
7'
 
 
2-0 COLEMAN
40'
 
 
7' 1-0 ZAJAC
40' 2-0 COLEMAN
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 16.11.2019 03:04
WAS Capitals
NHL
0 - 4
pausa
0-0
0-4
MON Canadiens
0-0
0-4
 
 
27'
0-1 DANAULT
 
 
30'
0-2 WEBER
 
 
32'
0-3 WEAL
 
 
35'
0-4 GALLAGHER
DANAULT 0-1 27'
WEBER 0-2 30'
WEAL 0-3 32'
GALLAGHER 0-4 35'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 16.11.2019 03:04
COB Jackets
NHL
1 - 2
pausa
1-1
0-1
STL Blues
1-1
0-1
1-0 GAVRIKOV
10'
 
 
 
 
20'
1-1 MACEACHERN
 
 
30'
1-2 SCHENN
10' 1-0 GAVRIKOV
MACEACHERN 1-1 20'
SCHENN 1-2 30'
Start delayed.
Ultimo aggiornamento: 16.11.2019 03:04
OTT Senators
NHL
2 - 1
2. tempo
0-1
2-0
PHI Flyers
0-1
2-0
 
 
3'
0-1 PITLICK
1-1 ENNIS
34'
 
 
2-1 CHLAPIK
38'
 
 
PITLICK 0-1 3'
34' 1-1 ENNIS
38' 2-1 CHLAPIK
Ultimo aggiornamento: 16.11.2019 03:04
TiPress
LUGANO
01.06.18 - 07:010
Aggiornamento : 23:05

KHL, Ambrì, Lugano e un desiderio: parla Ivano Zanatta

L'ex direttore sportivo dei biancoblù si è lasciato alle spalle l'esperienza da vice-allenatore del Sochi e ora guarda avanti: «Un giorno mi piacerebbe tornare a Lugano, sarebbe un onore»

LUGANO - Viaggi, chilometri su chilometri, tanto lavoro e una miriade di dirette streaming per aggiornarsi su tutto ciò che l'hockey mondiale propone. Nella lunga stagione appena andata agli archivi Ivano Zanatta - una volta chiusa la sua avventura ad Ambrì la scorsa primavera - è (ri)partito dalla KHL (campionato che aveva già abbracciato in passato) per ricoprire il ruolo di vice-allenatore dell'HC Sochi. Una stagione logorante, ma senza dubbio arricchente. 

«Sono stato via dal 23 giugno scorso fino al 29 aprile, dopo i Mondiali in Ungheria con l'Italia - è intervenuto Ivano Zanatta - Dieci mesi senza tornare, ora mi godo qualche giorno di relax...».

Come è andata la stagione a Sochi?
«Inizialmente ero un po' spaventato del livello della nostra squadra, se paragonato alla concorrenza. Con il duro lavoro, però, abbiamo colmato un po' di questo gap. Siamo usciti al primo turno dei playoff, è vero, ma non ci aspettavamo di andare oltre. Non dobbiamo dimenticare che ci siamo pure tolti lo sfizio di ottenere 5 punti su 6 contro lo SKA San Pietroburgo, compagine che è arrivata fino alla finale della Western Conference. In generale è stato fatto un buon lavoro, soprattutto con i giovani». 

Ma non ci sarà un secondo anno, giusto?
«No, non resterò. Non ci sono le idee in chiaro sulla pianificazione della prossima stagione. In più ci sono alcuni problemi finanziari che preoccupano il club». 

La KHL è un campionato di fama mondiale, ma il tempo libero per sé è poco...
«Sicuramente. Tanto lavoro, tanti viaggi, tanti chilometri e pochissimo tempo per sé. Il poco tempo libero che avevo lo trascorrevo a guadare la tv russa e gli streaming di varie partite dei campionati europei. In KHL l'interesse attorno all'hockey è tantissimo e coinvolge tutti, dai giocatori agli allenatori».  

Dove sarai l'anno prossimo?
«Mi sto guardando attorno, in Svizzera o ancora in KHL». 

Ivano Zanatta si sente più un allenatore o più un direttore sportivo?
«Dipende dalla situazione in cui ti trovi. Entrambe le mansioni sono interessanti, l'importante è stare nell'ambiente. Basta avere le idee in chiaro in testa e poi tutto diventa allettante».

Ti rivedi un giorno sulla panchina del Lugano? 
«Il club ha una grandissima organizzazione e, quando riesci a vincere un titolo, qualcosa ti rimane sempre. Soprattutto se capita in un posto speciale come lo è per me Lugano. Sì, non nego che un giorno mi piacerebbe allenare di nuovo i bianconeri. Sarebbe un onore. Ho solo ottimi ricordi dei miei anni in riva al Ceresio. Sogno di tornare e di vincere di nuovo un campionato...».

12 mesi fa hai lasciato Ambrì. Che esperienza è stata quella leventinese?
«Arricchente. L'Ambrì lotta ogni giorno per restare in National League e, soltanto per questo, tanto di cappello al club. D'altro canto è vero che, in una simile realtà, servono persone con un po' di coraggio. Ma non nego che è stato un percorso utile, che senza dubbio mi tornerà utile in futuro». 

Quanto ti ha stupito la Nazionale svizzera al Mondiale?
«Questa è la chiara dimostrazione di quanto sia importante un programma di pianificazione serio. La Svizzera ha un'ottima organizzazione, a partire dalla massima serie e fino ad arrivare alle leghe minori. È un esempio Mondiale. Un paese così piccolo che riesce ad ottenere simili risultati è incredibile. Non dimentichiamo che il primo che ha creduto nell'hockey moderno è stato Geo Mantegazza il quale, 30 anni fa, ha portato il professionismo. Lui ha fatto partire tutto... Lo ripeto, la Svizzera deve essere un esempio Mondiale. Pensate a quanti giovani si gasano nel vedere i vari Fiala, Niederreiter, ecc. che ottengono simili risultati». 

L'anno prossimo ai Mondiali A ci sarà anche la tua Italia...
«Sì, ma è tutta un'altra realtà. In Italia fanno il massimo, ma è soffocata da altri sport come il calcio. L'hockey è isolato. O ci sarà un Geo Mantegazza di turno che nei prossimi anni farà progredire l'hockey oppure sarà praticamente impossibile raggiungere certi livelli».

Commenti
 
Gianni Domenigoni 1 anno fa su fb
Come tifoso dell’Ambrì non vedo l’ora che Panatta sia a breve l’allenatore del Lugano ?
Mat78 1 anno fa su tio
Per favore, anche no Ivano...
sergejville 1 anno fa su tio
Ivano, persona seria e grande conoscitore di hockey. Nonché CAMPIONE col Lugano!
Roberto Gnosca 1 anno fa su fb
Stai dove sei ..così non fai danni
Fabio Cabianca 1 anno fa su fb
???????
David Balzo 1 anno fa su fb
Intanto a Lugano ha vinto due titoli... in valle neanche il piora
Roberto Gnosca 1 anno fa su fb
No problem riprendetelo nuovamente ..forse così vincite il campionato..
Blobloblo 1 anno fa su tio
Mamma mia, lontano da Ambri per piacere!!! Solo Disastri!!!
Evry 1 anno fa su tio
A Lugano sarai sempre BENVENUTO, ma nel ruolo di DS.
Ivan Scara 1 anno fa su fb
“.... D'altro canto è vero che, in una simile realtà, servono persone con un po' di coraggio... “ (Ambrì) Delusione!!!! Ma in fondo lo ammette anche lui ......
Kevin Cescotta 1 anno fa su fb
Basta che non metti più piede alla Valascia!!
Gianluca Bonomi 1 anno fa su fb
Vedere la sua faccia e scritto sotto Ambrì mi ha fatto prendere un mezzo infarto ?
Kevin Cescotta 1 anno fa su fb
Gianluca Bonomi infatti ahaha Anzi se va a Lugano a fare ciò che (non) ha fatto con noi meglio ahaha
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Yoel Herrera Herrera 1 anno fa su fb
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
TENNIS
4 ore
Nadal è eliminato: King Roger se la vedrà con Tsitsipas
Nell'ultimo incontro del round robin Alexander Zverev ha superato Daniil Medvedev 6-4, 7-6(4)
NAZIONALE
4 ore
Itten-gol: e per la Svizzera è (quasi) fatta
La formazione rossocrociata ha liquidato la Georgia 1-0. Ora sarà sufficiente un solo punto contro Gibilterra. Nello stesso tempo si qualifica la Svezia, mentre l'Italia ha colto il nono successo
NATIONAL LEAGUE
4 ore
Il Davos continua a stupire: i grigionesi piegano lo Zugo in trasferta
La truppa di Wohlwend ha espugnato la Bossard Arena 5-4, tripletta di Hofmann per i Tori. Nello stesso tempo vincono anche Langnau e Bienne
HCAP
5 ore
All’Ambrì non basta un Super D’Agostini, biancoblù superati dai Dragoni
I biancoblù pagano a caro prezzo un avvio di gara disastroso e vengono sconfitti per 4-2 dal Friborgo. Ai ticinesi non è bastata la doppietta del cecchino canadese
QUALIFICAZIONE EURO 2020
6 ore
Storica Finlandia: doma il Liechtenstein e va per la prima volta all'Europeo
La compagine finlandese si è imposta 3-0. Nello stesso tempo vincono anche Grecia e Norvegia
TENNIS
8 ore
Nadal vince e ora spera: l'avversario di Federer è ancora sconosciuto
Il tennista spagnolo ha sconfitto Tsitsipas con il punteggio di 6-7(7), 6-4, 7-5
TENNIS
9 ore
Djokovic omaggia il campione: «Ho un'ammirazione assoluta per Roger»
Eliminato dalle Finals il serbo si è espresso a proposito del renano
SERIE A
10 ore
Frecciate a Sarri: «Non si scherza con CR7. Sta bene, e adesso?»
Le sorelle di Cristiano Ronaldo esultano per la tripletta e pungono il tecnico della Juve: «Dio non fallisce...»
TENNIS
13 ore
«Non dovevo scacciare dei fantasmi, ma è sempre speciale battere Djokovic»
Roger Federer, capace di eliminare Nole con una prestazione stellare, scherza e si prepara per le semi delle Atp Finals: «Mi sento giovane e in forma, ma credo sia merito del taglio di capelli...»
NATIONAL LEAGUE
16 ore
«Bisogna avere pazienza e fiducia in Kapanen»
Marco Baron ha parlato del momento dei bianconeri: «Al Lugano manca qualche gol, soprattutto da giocatori del calibro di Bürgler»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile