Keystone
HCL
12.04.18 - 22:410
Aggiornamento : 13.04.18 - 10:00

La prima zampata è dei Lions, Lugano ingabbiato alla Resega

Pettersson e compagni, solidissimi in difesa, si sono imposti in gara-1 della finalissima con il risultato di 1-0

LUGANO – Buona la prima per lo Zurigo. Impegnati sul ghiaccio della Resega in gara-1 della finalissima playoff, Pestoni e compagni si sono imposti sui rivali del Lugano con il punteggio di 1-0. La partita, veloce e molto fisica ma povera di reti, ha visto il risultato sbloccarsi solo al 34’. Una volta passati in vantaggio i Lions non hanno poi più ceduto il passo agli avversari difendendo il risultato. Si replica sabato all’Hallenstadion in gara-2.

In avvio di gara sono stati i bianconeri a portare pressione dalle parti di Flüeler. I tentativi di Hofmann (pericoloso in ripartenza dopo pochi minuti) e compagni sono però stati respinti dalla difesa ospite. Si è così proseguiti su ritmi altissimi e con un gioco molto fisico fino alla prima sirena. Le due squadre non hanno infatti trovato la via della rete con il gioco che è corso rapido e senza troppe interruzioni.

Ad inizio del secondo tempo sono stati gli zurighesi a rendersi maggiormente pericolosi grazie a due powerplay consecutivi. I tentativi di Pestoni (vicino alla rete in 5 contro 4) e soci sono però stati abilmente fermati dalla difesa ticinese. A sbloccare la contesa, dopo 34’13’’ minuti di parità, ci ha pensato Mike Künzle depositando in rete un disco vagante nello slot luganese. Il risultato è poi rimasto invariato fino alla seconda sirena nonostante l’insistenza degli ospiti (padroni del ghiaccio dopo la rete) e la grande occasione di Sangunetti a 2’’ dalla pausa.

La terza frazione di gioco si è aperta subito con tante emozioni e con le squadre attente a non sbilanciarsi per non rischiare di subire una rete pesante. Con il passare dei minuti i luganesi hanno cercato di alzare il ritmo e portare maggiore pressione in zona offensiva, respinti dal gioco arcigno della compagine di Kossmann. Si è così arrivati velocemente negli ultimi minuti di gara, dove le varie occasioni da rete del Lugano non hanno portato a nulla e lo Zurigo si è assicurato la vittoria.

LUGANO - ZURIGO 0-1 (0-0, 0-1, 0-0)
Rete: 34’13’’ Künzle (Sutter, Suter) 0-1.
Lugano: Merzlikins; Furrer, Johnston; Vauclair, Sanguinetti; Wellinger, Ulmer; Riva; Hofmann, Lajunen, Lapierre; Reuille, Sannitz, Walker; Romanenghi, Cunti, Fazzini; Bertaggia, Morini, Vedova; Zorin.
Penalità: Lugano 3x2’; Zurigo 2x2’
Note: Resega 7'200 spettatori (tutto esaurito). Arbitri: Eichmann, Hebeisen, Borga, Kaederli.

Commenti
 
sergejville 1 anno fa su tio
Grande ambiente, grande Resega. Lugano un po' timido ma vicino ai Lions (solidi e più manovrieri). 0-1 e si riparte. Forza Lugano!
El Jardinero 1 anno fa su tio
@sergejville Giustissimo. Partita molto tirata e loro tosti da ostacolare ogni nostro tentativo di costruzione.Dobbiamo cercare di riprenderci il break domani sera. Ma siamo sicuri che non ci serva Linus? Forza Lugano!!
BarryMc 1 anno fa su tio
@El Jardinero Ottime analisi, le vostre! Non so se serva Linus (a parte il fatto che i fenomeni come lui possono sempre servire). Secondo me serve soprattutto ritrovare intensità ed emozioni...si po' anche dire fisicità (cattiveria agonistica) ed adrenalina. Avanti a tutta!
TOP NEWS Sport
MOTOMONDIALE
2 ore
Rossi, arriva un'altra "spinta"
La Yamaha inserirà nella moto dell'italiano e di Viñales un nuovo dispositivo utile in partenza
TENNIS
5 ore
«Mi sembra evidente che Novak e Rafa vinceranno più Slam di me»
Roger Federer a due giorni dal via degli Australian Open: «I successi arrivati dopo l’infortunio al ginocchio dnel 2016 sono stati speciali»
HCAP
15 ore
Un Ambrì senza artigli si deve inchinare ai Tori
I biancoblù – nonostante una prova generosa – pagano le difficoltà in fase realizzativa e vengono superati per 3-1 dallo Zugo. Linea dei playoff sempre più lontana
HCL
15 ore
Uno-due micidiale del Langnau: Lugano beffato
Due reti in 95'' segnate nel terzo tempo hanno permesso ai Tigers di vincere alla Cornèr Arena in rimonta per 3-1. Bianconeri di nuovo sotto la riga
CALCIO
16 ore
Guerriero Sinisa: «Fatte 13 chemioterapie in 5 giorni, volevo spaccare la finestra con una sedia»
Il tecnico del Bologna vede la luce in fondo al tunnel: «Ho ripreso ad allenarmi un pochino per tornare in forma»
FORMULA 1
19 ore
Alonso critica Hamilton: «Il suo stile di vita? Con un'auto normale...»
Lo spagnolo è convinto che gran parte del merito dei successi del britannico (e di Schumacher) sia da attribuire alla monoposto
NATIONAL LEAGUE
21 ore
Carica su Bertaggia: quattro giornate a Rod
L'attaccante del Ginevra si era reso protagonista di una pericolosa carica ai danni del bianconero
CALCIO
21 ore
Derdiyok sceglie l'Uzbekistan
L'attaccante elvetico, accostato anche al Lugano, ha firmato per il Pachtakor Tashkent
SCI ALPINO
22 ore
Pinturault sfiora la rimonta: la combinata di Wengen va a un super Mayer
Il francese si avvicina all'austriaco, ma alla fine è dietro di sette centesimi
SWISS LEAGUE
1 gior
«Razzi a Lugano? Sarà speciale trovarmi dietro la transenna»
Sébastien Reuille, assistant coach dei Rockets, lancia la sfida contro i GCK Lions: «È una partita da non sbagliare, ci servono punti: l'obiettivo è lasciare l'ultimo posto. Squires? Valore aggiunto»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile