Keystone
L'OSPITE
19.03.18 - 21:380
Aggiornamento 20.03.18 - 13:35

«Brust lascia molti rebound davanti allo slot e il Lugano lo sa bene...»

L'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni ha parlato di gara-5 contro il Friborgo che avrà luogo martedì sera alla Resega: «Vedrei bene Slater al posto del portiere straniero»

LUGANO - Nella serata di domani - martedì 20 marzo - avrà luogo alla Resega gara-5 dei quarti di finale dei playoff fra Lugano e Friborgo.

I bianconeri conducono la serie 3-1 e un successo davanti ai loro tifosi permetterebbe alla truppa di Ireland di qualificarsi per le semifinali. «Si sapeva che in gara-4 i burgundi l'avrebbero messa sul piano delle emozioni e del ritmo», ha esordito l'ex attaccante di Ambrì e Lugano degli anni '90 Stefano Togni. «I bianconeri hanno però giocato bene difensivamente, non sono andati in panico, hanno fatto il lavoro sporco, preso colpi e fermato tanti dischi, meritando di conseguenza di vincere per la terza volta nella serie. Alla Resega bisognerà chiuderla, senza fretta anche perché la pressione è tutta sul Friborgo e un successo permetterebbe al gruppo di avere più giorni di riposo in vista delle semifinali».

Sarà dunque necessario scendere sul ghiaccio esattamente come nell'ultima gara, ovvero calmi e sfruttare nel momento giusto le occasioni da rete... «È risaputo che in attacco il Lugano ha molto talento e nei playoff chi gioca meglio difensivamente può fare la differenza. In questo momento Sannitz e compagni sono solidi dietro, giocano in maniera semplice e sono concreti davanti».

E domani Ireland potrà optare ancora una volta su Klasen a discapito di Johnston... «È difficile sapere come vorrà comportarsi l'head-coach dei bianconeri. In una serie dei playoff la quarta partita è sempre la più difficile da vincere. Sarà fondamentale avere pazienza, essere sempre positivi e aiutarsi l'uno con l'altro».

Dal canto suo il Friborgo potrebbe decidere di lasciare fuori il portiere Brust e inserire capitan Slater insieme a Holos, Birner e Cervenka... «Si sa che Brust lascia molti rebound davanti allo slot e adesso i giocatori del Lugano ne sono consapevoli. Nel caso Slater potesse giocare lo vedrei bene sul ghiaccio al posto del portiere straniero, anche se è uguale in fondo chi scende sul ghiaccio: i ticinesi sanno come giocare e il loro sistema di gioco è molto efficace».

Come vedi le altre partite? «La squadra che più mi ha sorpreso è lo Zurigo. In questo periodo i Lions stanno giocando davvero bene e anche Flüeler ha alzato il suo livello. I risultati sono dalla loro parte e domani hanno la grande possibilità di chiudere la serie. Lo Zugo dovrà vincere per forza se non vuole salutare i playoff prematuramente e per questo motivo si scoprirà. Il Berna dovrebbe invece chiudere i conti davanti ai propri tifosi, mentre Davos-Bienne è la serie più equilibrata, anche se si sapeva che grigionesi e seelanders sono due squadre che si assomigliano molto».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
lugano
serie
friborgo
brust
playoff
rebound davanti
slot
slater
resega
molti rebound
TOP NEWS Sport
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report