TiPress
HCAP
05.03.18 - 22:160
Aggiornamento : 23:48

L’Ambrì chiude col sorriso

Nell’ultimo turno di regular season i biancoblù vincono 3-2 contro lo Zugo, guadagnando punti importanti su Kloten e Losanna in vista dei playout

AMBRÌ - Serata positiva per l’Ambrì Piotta di Cereda che alla Valascia ha chiuso la stagione regolare con una bella vittoria per 3-2 ai danni di un poco convincente Zugo, già sicuro del secondo posto finale. Di D’Agostini, Kubalik e Fora le reti dei padroni di casa, che con questa vittoria si portano a -6 dal Losanna e a +10 sul Kloten.

Primi 10’ minuti a senso unico alla Valascia, con i padroni di casa che hanno assediato a lunghe riprese il terzo degli zugani (apparsi da subito poco dinamici complice forse la nullità della posta in palio), fino a trovare il meritato vantaggio al 6’ con D’Agostini, abile ad accentrarsi e a sorprendere Aeschlimann (schierato da Kreis per dare un po’ di riposo a Stephan) con un preciso polsino. L’Ambrì ha poi continuato a produrre occasioni, peccando però di opportunismo per trovare il raddoppio, e, improvvisamente, al 13’ lo Zugo ha colpito alla prima vera conclusione verso Conz (preferito a Karhunen), firmando il pareggio con Diem.

Dopo un finale di primo tempo che ha visto gli uomini di Cereda smarrire la grande aggressività iniziale, i padroni di casa sono tornati in pista con la giusta convinzione nel periodo centrale, approfittando di un powerplay per riportarsi in vantaggio al 26’ grazie alla conclusione improvvisa di Kubalik (al decimo centro stagionale nella serata del suo rientro in pista dopo aver scontato la giornata di squalifica). Giusto il tempo di festeggiare e il cinismo dello Zugo ha gelato nuovamente i biancoblù, riportandosi in parità 3’ più tardi con la segnatura di McIntyre (lasciato troppo libero nello slot) dopo un ottimo passaggio di Klingberg. Come in occasione della prima rete zugana, l’Ambrì ha accusato un il colpo e ha dovuto stringere i denti quando per resistere a due situazioni di inferiorità numerica ravvicinate.

I leventinesi hanno dimostrato una buona solidità in boxplay anche in entrata del terzo conclusivo, che si è poi sviluppato su ritmi bassi fino al 50’, quando i locali, grazie a un paio di cambi con tanta intensità, hanno trovato il 3-2 con il tiro chirurgico partito dalla linea blu dal bastone di capitan Fora (alla fine premiato quale migliore in pista). Lo Zugo ha quindi cercato di mettere pressione alla ricerca del nuovo pareggio, ma la serata opaca dei Tori, non ha portato ad altre realizzazioni, consentendo a un buon Ambrì di ottenere tre punti importanti.

Una vittoria meritata, la prima della stagione contro la formazione di Kreis, che carica l’ambiente biancoblù in vista della sfida di sabato alla Valascia contro il Kloten, in occasione della prima delle sei giornate del turno preliminare dei playout.

Ambrì Piotta-Zugo 3-2 (1-1;1-1;1-0)

Reti: 5’49’’ D’Agostini 1-0. 13’01 Diem (Lammer) 1-1. 25’31’’ Kubalik (Zwerger, esp. Zehnder) 2-1. 28’44’’ McIntyre (Klingberg) 2-2. 50’18’’ Fora (Gautschi) 3-2

Ambrì Piotta: Conz; Zgraggen, Plastino; Pinana, Fora; Jelovac, Ngoy; Gautschi; Zwerger, Emmerton, D'Agostini; Kubalik, Müller, Lhotak; Mazzolini, Goi, Monnet; Bianchi; Kostner, Incir; Lauper

Penalità: Ambrì 4 x 2’; Zugo 4 x 2’

Note: Valascia, 2’648 spettatori. Arbitri: Dipietro, Mollard; Kovacs, Küng

TiPress
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
Evry 1 anno fa su tio
Tutto da vedere..... contro gli ultimi "materassi del campionato" non vedo che problemi ci siano, ma ... vendiamo la pelliccia dell'orso dopo di averlo preso" e adesso acqua in bocca e basta con le sparlate !!!
hcap76 1 anno fa su tio
@Evry Cambia disco che s'è rotto..e anche tu hai rotto!!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
HCL
56 min

L'estate bianconera? Festa a Reuille, sfilate e sette amichevoli

Definiti gli appuntamenti prestagionali del Lugano. Prima alla Cornèr Arena il 1. agosto

VIDEO
UN DISCO PER L'ESTATE
3 ore

Le tredici gemme del mago Valeri

Giunto in Leventina a seguito del primo lockout della NHL, Kamensky ha fatto innamorare di sé un’intera tifoseria in sole dodici partite

TENNIS
12 ore

«Quando avevo dieci anni odiavo Roger Federer»

Daniil Medvedev ha svelato un curioso retroscena riguardante la sua infanzia: «Non potevo più vederlo vincere»

TENNIS
15 ore

La prima sull'erba sorride a King Roger

Il campione renano ha superato John Millman con il punteggio di 7-6, 6-3. Dal canto suo Wawrinka, impegnato al Queen's, non è sceso in campo per maltempo

SUPER LEAGUE
16 ore

Celestini sereno: «Io molto tranquillo, senza Renzetti... vedremo»

Mercato e allenamenti sono le uniche preoccupazioni del mister del Lugano, che al momento non sta pensando al possibile arrivo di Novoselskiy. «Io e lui potremmo convivere? Certo»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report