Canada
3
Usa
0
fine
(2-0 : 1-0 : 0-0)
Svezia
4
Russia
7
fine
(1-0 : 0-6 : 3-1)
Canada
MONDIALI
3 - 0
fine
2-0
1-0
0-0
Usa
2-0
1-0
0-0
1-0 DUBOIS
2'
 
 
2-0 TURRIS
9'
 
 
3-0 MCCANN
36'
 
 
2' 1-0 DUBOIS
9' 2-0 TURRIS
36' 3-0 MCCANN
Ultimo aggiornamento: 21.05.2019 22:30
Svezia
MONDIALI
4 - 7
fine
1-0
0-6
3-1
Russia
1-0
0-6
3-1
1-0 LANDESKOG
8'
 
 
 
 
21'
1-1 ANISIMOV
 
 
25'
1-2 DADONOV
 
 
29'
1-3 OVECHKIN
 
 
35'
1-4 KAPRIZOV
 
 
37'
1-5 GRIGORENKO
 
 
38'
1-6 MALKIN
2-6 NYLANDER
52'
 
 
 
 
53'
2-7 ORLOV
3-7 EKMAN-LARSSON
57'
 
 
4-7 KLINGBERG
59'
 
 
8' 1-0 LANDESKOG
ANISIMOV 1-1 21'
DADONOV 1-2 25'
OVECHKIN 1-3 29'
KAPRIZOV 1-4 35'
GRIGORENKO 1-5 37'
MALKIN 1-6 38'
52' 2-6 NYLANDER
ORLOV 2-7 53'
57' 3-7 EKMAN-LARSSON
59' 4-7 KLINGBERG
Ultimo aggiornamento: 21.05.2019 22:30
TiPress
HCAP/HCL
05.02.18 - 08:550
Aggiornamento : 11:07

Risveglio Ambrì, delusione Lugano

Le due squadre ticinesi arrivano al break olimpico con il morale diametralmente opposto: in Leventina il decimo posto è un po' più vicino, in riva al Ceresio si devono riordinare le idee

AMBRÌ/LUGANO - Una settimana di fuoco per l’Ambrì, capace di battere nell’ordine Servette, Friborgo e Davos per un totale di otto punti messi in carniere. Insomma i biancoblù, come d’incanto, hanno cambiato marcia riaprendo – complice un Losanna decisamente in piena crisi – il discorso decimo posto. Certo gli otto punti di distacco dai vodesi restano tanti nonostante, prima della finale playout, manchino ancora nove partite, di cui due scontri diretti. Dunque perché non “sognare” una salvezza diretta? Nella settimana si sono distinti Fora (5 assist), Kubalik (3 gol, 2 assist), Zwerger (3 gol, 3 assist), Lhotak (3 gol, uno a incontro), Müller ed Emmerton (1 gol, 3 assist). Dal rientro di quest’ultimo, dopo l’infortunio alla spalla, i sopracenerini hanno ottenuto quattro vittorie in cinque gare.

Alla Valascia, in seguito a un periodo di appannamento forse anche fisiologico con l'allontanamento dalla riga-playoff, hanno finalmente ripreso la retta via. Peccato la pausa arrivi proprio ora: in queste settimane sarà importante preparare al meglio il finale (thriller) di stagione. 

Se per l’Ambrì la pausa arriva al momento sbagliato, il break alla Resega è una manna dal cielo. I bianconeri – dopo l'affermazione maturata martedì a Davos ai rigori – sono dapprima usciti battuti venerdì nello “scontro diretto” per il terzo posto contro il Bienne per poi incappare in una brutta sconfitta (per usare un eufemismo) sabato contro l’ultima della classe Kloten. Contro Grassi e compagni i ragazzi di Ireland si sono dimenticati di scendere in pista (forse la testa di alcuni era già a Pyeongchang?), rimediando appunto una figuraccia. Lo 0-5 di parziale scaturito nel secondo periodo deve far riflettere e soprattutto deve rappresentare un monito in vista della fase decisiva (e più importante) della stagione. 

Adesso – nelle ultime tre gare di regular season – l’obiettivo dev’essere quello di difendere il quarto rango (sinonimo di vantaggio casalingo nei quarti di finale) dagli attacchi dei Lions, ora staccati di quattro punti. E a tal proposito alla ripresa delle ostilità ci sarà proprio Lugano-Zurigo: una sfida subito appetitosa per dimostrare di essere già entrati in clima playoff e per poter catalogare la partita contro gli Aviatori come un brutto “incidente di percorso”... 

Commenti
 
sergejville 1 anno fa su tio
Forza Lugano!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report