TiPress
SWISS LEAGUE
02.02.18 - 14:510
Aggiornamento 18:59

«Stiamo preparando il futuro, ci vuole più concorrenza per forzare i ragazzi»

Jan Cadieux, head coach dei Rockets: «Vogliamo finire bene per continuare a porre le basi a livello di carattere e attitudine. Hrabec? Al momento non è dominante come lo scorso anno»

BIASCA - Costantemente al lavoro sul ghiaccio e fuori, i Ticino Rockets - con ancora sole sei fatiche in calendario, la prima delle quali questa sera in casa col Rapperswil -, vogliono finire bene la stagione per poi continuare il loro percorso di crescita e lo sviluppo del progetto. «Sono contento dei recenti risultati, non era facile - spiega coach Jan Cadieux, reduce con i suoi razzi da due successi nelle ultime 4 partite - Guardando la classifica era chiaro da tempo che per i playoff eravamo fuori, ma i ragazzi stanno lottando e danno tutto ogni giorni per finire bene. Nelle ultime sfide abbiamo avuto anche successo, questo ci permette di continuare a crescere».

L’obiettivo, sia chiaro, non erano comunque i playoff. «Sappiamo che non lo erano, ma si sa anche che per crescere bisogna imparare a vincere ed essere ambiziosi: è così che si sviluppano i giocatori. Anche dalle ultime prestazioni si capisce che il progetto sta andando bene e per il futuro è importante. Le basi sono solide. Ora bisogna pensare a come aumentare la qualità».

Cosa si può fare? Ampliare la rosa? «Sì, tra quest’anno e la stagione scorsa c’è stata tanta differenza. Con il passaggio di Cereda ad Ambrì in estate diversi giocatori - che se lo meritavano - lo hanno seguito. A livello di numeri non li abbiamo potuti sostituire tutti e questo ha fatto in modo che venisse a mancare un po’ di concorrenza interna. Alcuni elementi, anche senza giocare bene con costanza, hanno avuto molti minuti. Questa non è la realtà dell’hockey professionistico. Ci vuole più concorrenza per forzare i ragazzi ad uscire dalla loro zona di confort».

A questo proposito sono già stati effettuati dei try-out con alcuni ragazzi d'oltre Gottardo. «Sì, abbiamo già invitato 15 ragazzi da diverse squadre. È stato fatto per mandare un segnale: stiamo cercando soluzioni per migliorare il gruppo. Aumentando il livello del collettivo si aiutato tutti, anche quelli che sono già qui. Si alza il livello degli allenamenti e quello individuale: resta questa l’idea del progetto».

Dunque finire bene e poi ampliare la rosa: lavoro sul ghiaccio e dietro la scrivania. «Esattamente. Finire bene per continuare a porre le basi a livello di carattere e attitudine. Non si possono prendere gli impegni alla leggera, vogliamo continuare a giocare al meglio anche se ora siamo "corti" a livello numerico. In questa parte di stagione la squadra è comunque in crescita, stiamo preparando il futuro».

Del gruppo a tua disposizione c'è qualcuno già "pronto", qualcuno che in estate farà il salto in NL? «È difficile dirlo adesso, ma ce ne saranno sicuramente meno rispetto all'anno scorso, che è stato un po’ speciale. Vedo un paio di elementi pronti a lasciare il progetto e andare in un team di vertice di Swiss League. Alla fine però ci sono sempre delle sorprese: da qui ad agosto possono cambiare tante cose, anche a livello di crescita fisica dei giocatori. Di certo posso dire che Stefan Müller (portiere 21enne, ndr) è pronto e andrà a Lugano».

Su Roman Hrabec cosa puoi dirci? Lo scorso anno aveva brillato (20 gol e 22 assist) e sembrava destinato ad entrare stabilmente nel roster biancoblù. Quest'anno con i Rockets ha totalizzato 8 punti (4 gol) in 29 match e Cereda ad Ambrì non lo ha mai impiegato. Ha rallentato? «Non ha rallentato, ma l'anno scorso aveva approfittato tanto della qualità dei giocatori al suo fianco. Quest'anno il suo ruolo è cambiato, doveva essere una locomotiva, un leader come quelli che c'erano nella passata stagione. Non ha fatto questo step. Nell'hockey di alto livello conta il presente, ha avuto la chance di allenarsi ad Ambrì in estate, ora è con noi. Al momento non è dominante come lo scorso anno. Ad ogni modo potrà sicuramente avere nuove chance per fare un "clic"», conclude Jan Cadieux.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
ragazzi
finire bene
progetto
concorrenza
stagione
giocatori
futuro
jan
quest anno
rockets
Risultati
24.05.2018
NHL
TB Lightning
 0 - 4 
fine
0-1
0-2
0-1
WAS Capitals
 
29.05.2018
NHL
VEGAS Knights
  
02:00
WAS Capitals
 
Classifiche
LNA
1
Berna
50
102
2
Zugo
50
91
3
Bienne
50
89
4
Lugano
50
86
5
Friborgo
50
77
6
Davos
50
75
7
Zurigo
50
75
8
Ginevra
50
71
9
Langnau
50
67
10
Losanna
50
63
11
Ambrì
50
57
12
Kloten
50
47
Ultimo aggiornamento:06.03.2018 23:01
LNB
1
Lakers
46
107
2
Langenthal
46
91
3
Olten
46
80
4
La Chaux de Fonds
46
80
5
Ajoie
46
79
6
Turgovia
46
78
7
Visp
46
73
8
Zugo Academy
46
59
9
GCK Lions
46
54
10
Winterthur
46
34
11
Ticino Rockets
46
24
Ultimo aggiornamento:19.02.2018 23:47
NHL
EASTERN ATLANTIC
1
TB Lightning
82
113
2
BOS Bruins
82
112
3
TOR Leafs
82
105
4
FLO Panthers
82
96
5
DET Wings
82
73
6
MON Canadiens
82
71
7
OTT Senators
82
67
8
BUF Sabres
82
62
EASTERN METROPOLITAN
1
WAS Capitals
82
105
2
PIT Penguins
82
100
3
PHI Flyers
82
98
4
COB Jackets
82
97
5
NJ Devils
82
97
6
CAR Hurricanes
82
83
7
NY Islanders
82
80
8
NY Rangers
82
77
WESTERN CENTRAL
1
NAS Predators
82
117
2
WIN Jets
82
114
3
MIN Wild
82
101
4
COL Avalanche
82
95
5
STL Blues
82
94
6
DAL Stars
82
92
7
CHI Blackhawks
82
76
WESTERN PACIFIC
1
VEGAS Knights
82
109
2
ANA Ducks
82
101
3
SJ Sharks
82
100
4
LA Kings
82
98
5
CAL Flames
82
84
6
EDM Oilers
82
78
7
VAN Canucks
82
73
8
ARI Coyotes
82
70
Ultimo aggiornamento:10.04.2018 23:29
TOP NEWS Sport
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report