TOP E FLOP
22.01.18 - 18:560
Aggiornamento : 22:25

Lugano, tante frecce per Ireland. L'Ambrì balbetta, poi c'è anche chi vola...

Cinque bianconeri e un biancoblù formano la nostra linea top della settimana, nella quale non potevano mancare la saracinesca Merzlikins e l'ispirato Bürgler. Ehlers fa sognare il Langnau

AMBRÌ/LUGANO - L'Ambrì ci prova, ma fatica e balbetta, il Lugano riprende a "correre" e porta a 3 i successi filati: gli spunti interessanti non sono mancati anche nell'ultima settimana di National League. I leventinesi, dopo la sconfitta rimediata a Zugo, hanno perso anche alla Valascia contro i Tigrotti di Ehlers e si ritrovano ora a -13 dal decimo posto. Da parte loro gli uomini di Ireland, dopo la bella vittoria a Malley, hanno piegato di misura e con carattere i Tori nello scontro d'alta classifica: superato un momento difficile i sottocenerini hanno - almeno per ora - ricominciato a veleggiare a una buona velocità di crociera.

Considerando quanto mostrato da biancoblù e bianconeri abbiamo proposto la Top of the week ticinese per indicare chi, secondo noi, ha lasciato maggiormente il segno.

Top of the week ticinese:

Portiere: Elvis Merzlikins

Difensori: Julien Vauclair, Alessandro Chiesa

Attaccanti: Dario Bürgler, Luca Cunti, Marco Müller

Top assoluto: Heinz Ehlers (Langnau)

Flop assoluto: Ambrì

Elvis Merzlikins: Solido e affidabile, Merzlikins è una certezza su cui il Lugano può sempre contare e, nel weekend, lo ha confermato una volta di più. Prezioso a Losanna, fondamentale nel successo contro i Tori (1-0): il 23enne lettone con licenza svizzera ha conquistato il terzo shutout stagionale facendo ammattire Stalberg e compagni. Intrattabile quando è in serata di grazia, Elvis è un valore aggiunto.

Alessandro Chiesa: Costante e sicuro, il roccioso capitano bianconero non si tira mai indietro e si mette sempre a disposizione dei compagni. Oltre al lodevole lavoro difensivo, il 30enne sa trovare anche qualche guizzo vincente, per informazione chiedere allo Zugo di Kreis... una sua zampata su un rebound concesso da Stephan ha deciso il match al vertice giocato alla Resega. Chiesa, oltre che un esempio, è un tassello fondamentale di questo Lugano.

Julien Vauclair: Il difensore 38enne, che come bilancio personale può vantare un invidiabile +11 (+3 solo nel weekend), si conferma un pezzo davvero importante e affidabile nel puzzle bianconero. Prezioso a tutta pista, venerdì a Malley Vauclair si è tolto anche la soddisfazione di aprire lo scorse fulminando Zurkirchen per il momentaneo 1-0. In stagione Julio, oltre all'immancabile lavoro difensivo, ha già siglato 5 reti e fornito 6 assist: il "vecchio" leone continua a ruggire e far gioire i propri tifosi.

Dario Bürgler: In grande spolvero venerdì a Losanna, l'attaccante 30enne - salito nel frattempo a quota 16 gol in stagione - ha spianato la strada ai bianconeri con una splendida tripletta. Ottima l'intesa con Cunti e Romanenghi nel terzo blocco d'attacco tutto rossocrociato: Ireland si gode il suo sniper (non l'unico a sua disposizione...) a conferma dei tanti assi che, nel momento più opportuno, può e potrà calare questo Lugano.

Luca Cunti: Il centro ex Zurigo ha vissuto un fine settimana decisamente positivo. Schierato in linea insieme a Bürgler e Romanenghi (pure a quest'ultimo va una nota di merito per l'ottimo lavoro svolto), Cunti ha sfornato assist (3 in totale) agendo con efficacia a tutta pista. Con un bilancio personale di +6 e 19 punti messi fin qui a referto (7 gol), il 28enne è una risorsa preziosa - e con parecchia esperienza - nel roster bianconero.

Marco Müller: In un weekend sicuramente non esaltante per i colori biancoblù, il 23enne si è però confermato come un elemento valido e una bella realtà nell'Ambrì di Cereda. Frizzante e incisivo (2 reti e 1 assist nelle ultime due partite), l'attaccante cerca sovente di inventarsi qualcosa per cambiare l'inerzia del match ed è sempre uno degli ultimi a mollare. Davvero pregevole (ma purtroppo inutile ai fini del risultato), il gol del 3-2 realizzato contro il Langnau. Müller dopo un primo periodo di adattamento, è in costante crescita e si sta rivelando sempre più importante nello scacchiere leventinese.

Top assoluto della settimana - Heinz Ehlers: Continua a volare il brillante e concreto Langnau di Heinz Ehlers. Idee chiarissime, un sistema di gioco solido ed estremamente efficace: il coach danese ha la capacità di sfruttare al meglio ogni elemento a sua disposizione e i suoi Tigrotti continuano a sorprendere e macinare punti. Dopo i due shutout di Ciaccio nello scorso weekend, i bernesi - con Punnenovs tra i pali - hanno mantenuto la porta inviolata anche venerdì contro il Kloten (1-0). Sabato alla Valascia Gautschi ha trafitto Ciaccio rompendo l'incantesimo, ma ciò non ha fermato il cammino del Langnau capace infine di imporsi 3-2 e chiudere un weekend da 6 punti. L'ottavo posto occupato da un Ginevra in frenata è lontano ora solo 3 lunghezze... a 8 partite dal termine della regular season dalle parti della Ilfis si inizia a crederci veramente. Con Ehlers alla guida - coach che anche a Losanna aveva ottenuto grandissimi risultati - tutto sembra possibile.

Flop assoluto della settimana - Ambrì: Reduce dalla brutta sconfitta rimediata alla Valascia contro il Losanna, l'Ambrì arrivava alle sfide del weekend con la precisa intenzione di rialzare il capo e riguadagnare fiducia. Poche soddisfazioni, due ko e zero punti: questo invece il magro bottino raccolto dagli uomini di Cereda, nettamente battuti a Zugo nella serata di festa di Holden&Co (7-3), e piegati pure dal Langnau a domicilio (2-3). Non tutto è da buttare, sia chiaro, ma sono tanti gli aspetti da migliorare nella speranza di invertire un trend negativo che inizia a preoccupare in vista della fase più calda della stagione. 3 vittorie nelle ultime 14 partite: in Leventina - con il fanalino di coda Kloten a sole 3 lunghezze e il decimo posto lontano ormai 13 punti -, ci si deve rimboccare le maniche per tentare di ripartire. Siamo certi che coach Cereda cercherà di toccare i tasti giusti e, lavorando a testa bassa, stimolare i suoi per i prossimi duelli contro Bienne e Berna.

HOCKEY: Risultati e classifiche

I Top of the week “ticinesi” 2017/18 – 18

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CHAMPIONS LEAGUE
1 ora
Inter distratta, frittata (quasi) fatta
Nerazzurri fermati dal Borussia Mönchengladbach. Bayern e Atalanta travolgenti.
NATIONAL LEAGUE
4 ore
«Protocolli e protezioni, ma il Covid può stravolgere i piani»
La morsa del coronavirus sta mettendo sotto pressione il campionato. La parola a Raeto Raffainer, ds del Davos.
CALCIO REGIONALE
4 ore
Si ferma il calcio regionale
I vari campionati sono stati congelati almeno fino al 12 novembre.
SUPER LEAGUE
6 ore
«Non ha senso continuare così»
Il Sion non potrà accogliere tifosi al Tourbillon. Dal Canton Vallese altra mazzata per lo sport elvetico
NL/HCL
9 ore
«Stop al campionato? Non è l'opinione di tutti i club»
Il CEO dell'HCL è tornato anche sulla decisione del Canton Berna (riduzione a 1'000 tifosi): «Capisco l'arrabbiatura...»
NAZIONALE
12 ore
Emergenza Covid, le Nazionali annullano gli impegni di novembre
Swiss Ice Hockey ha preso questa decisione dopo aver valutato attentamente l'evolversi della pandemia.
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
16 ore
«O fa il botto o lo prendono a botte»
«Inter grande ma obbligata a vincere. Antonio bravo, ma solo le montagne non si muovono».
CHAMPIONS LEAGUE
1 gior
Manita Barcellona, è festival del gol
Colpaccio United in casa del PSG. Borussia maltrattato dalla Lazio.
HCAP
1 gior
L’Ambrì piange ancora dopo il 60’
Biancoblù ripresi e battuti dai vodesi, impostisi 2-3 alla Valascia.
MOTOMONDIALE
1 gior
«Vale era un killer, ora si accontenta di un quinto posto. È triste...»
L'australiano a otto anni dall'addio alle competizioni: «Non c'è alcuna possibilità che torni a gareggiare»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile