Keystone
+ 1
HCAP
19.01.18 - 21:580
Aggiornamento : 20.01.18 - 11:16

Zero testa, poco cuore: figuraccia Ambrì a Zugo

Pesante sconfitta per i biancoblù, caduti 3-7 alla Bossard Arena

ZUGO - Svagato, slegato, leggero e colpevolmente “assente”, l'Ambrì ha fatto una magrissima figura alla Bossard Arena, finendo travolto 3-7 dallo Zugo.

Partendo - come praticamente accade sempre - senza i favori del pronostico, la truppa biancoblù ha spesso ovviato ai propri limiti giocando con buona intensità. Laddove non arrivavano con la qualità, i leventinesi ovviavano con attenzione, applicazione e grinta. Questo ha permesso loro, da settembre in avanti, di collezionare qualche scalpo prestigioso e, in linea di massima, di fare sempre una buonissima impressione. In casa dei Tori il tanto applaudito carattere però non si è visto, se non a sprazzi. Questo ha reso dolorosissima la serata, pessima la figura fatta.

Capaci di replicare con Lauper (5'45”) al veloce vantaggio di Lammer (5'18”), i biancoblù hanno infatti velocemente perso l'orientamento, finendo travolti dalla mareggiata-Zugo. Nuovamente sopra nel punteggio con Diem (9'), i Tori sono arrivati solo per caso avanti di una sola rete alla prima sirena. Avrebbero meritato di più. La loro superiorità si è però concretizzata nei secondi 20' quando Diaz (doppietta) e Klingberg, approfittando delle distrazioni rivali, hanno chiuso di fatto i conti firmando un pesantissimo 5-1.

Incassata la certa strigliata di Cereda, l'Ambrì ha cominciato l'ultimo parziale con il piglio giusto, riuscendo anche ad accorciare le distanze con Müller (42'). Il match non ha in ogni caso cambiato trend: per evitare di complicarsi la vita, allo Zugo è infatti bastato pigiare il piede sull'acceleratore per passare con Stalberg (45') e Holden (51'), e finire così con il confezionare l'imbarazzante – per i leventinesi, a segno negli ultimi secondi con Guggisberg – 7-3 finale.

Sabato, in casa contro il Langnau, l'Ambrì avrà l'occasione per un pronto riscatto. Vincere sarebbe importantissimo, darebbe un senso in più ai prossimi playout. Una sconfitta e la relativa “fuga” dei bernesi sarebbe invece un brutto colpo: renderebbe quasi certa la serie finale per evitare lo spareggio.

ZUGO-AMBRÌ 7-3 (2-1, 3-0, 2-2)
Reti: 5'18” Lammer (Diem) 1-0; 5'45” Lauper 1-1; 8'01” Diem (Lammer) 2-1; 31'28” Diaz (Suri) 3-1; 32'37” Diaz (McIntyre) 4-1; 36'48” Klingberg (McIntyre) 5-1; 41'16” Müller (Kubalik) 5-2; 44'07” Stalberg (Holden) 6-2; 50'21” Holden (Diaz) 7-2; 59'57" Guggisberg 7-3.
AMBRÌ: Conz; Zgraggen, Plastino; Gautschi, Fora; Jelovac, Ngoy; Collenberg; Zwerger, Taffe, D'Agostini; Kubalik, Müller, Guggisberg; Lauper, Berthon, Lhotak; Incir, Kostner, Trisconi; Mazzolini.
Penalità: Zugo 1x2'; Ambrì 4x2'.
Note: Bossard Arena 6'898 spettatori. Arbitri: Eichmann, Mollard, Borga, Gurtner.

Keystone
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
Evry 2 anni fa su tio
Ma cosa prtendete.... Auguri
Paola Nelly Dellagiovanna Morandi 2 anni fa su fb
Troppo forte lo Zugo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
20 min
«Lugano? Sono un po' preoccupato: tante partenze e... nessun volto nuovo»
Il responsabile tecnico della Federazione ticinese (FTC) - Livio Bordoli - si è anche espresso in merito al trasferimento di Patrick Rossini al Chiasso: «Si tratta di un bel colpo»
NATIONAL LEAGUE
2 ore
Colpo Bienne: ecco Rantakari
Il difensore finlandese è stato prestato dal Davos ai Seelanders per sostituire Salmela, il quale si è fratturato uno zigomo
NATIONAL LEAGUE
3 ore
In palio punti d’oro, Lugano e Ambrì riprendono la caccia
Con la bagarre playoff sempre accesissima, le ticinesi tornano subito in pista dopo i duelli del weekend. I bianconeri ospitano il Rappi, i biancoblù vanno a Bienne
TENNIS
5 ore
Wawrinka fa sua la battaglia di tre ore
L'elvetico ha sconfitto Dzumhur con il punteggio di 7-5, 6-7, 6-4, 6-4
TENNIS
6 ore
Belinda non stecca e passa il turno
La sangallese ha superato la Schmiedlova 6-3, 7-5
VIDEO
TENNIS
14 ore
«Sbucciami la banana!»... ma la raccattapalle dice di "no"
Elliot Benchetrit si è reso protagonista di una richiesta tutta particolare in occasione del match contro il kazako Popko
SUPER LEAGUE
14 ore
Super League da 10 a 12 squadre? I club sono favorevoli
A metà marzo un'assemblea generale straordinaria si esprimerà sul possibile cambiamento
SUPER LEAGUE
16 ore
«A Lugano ho lasciato un pezzo del mio cuore»
Carlinhos Junior ha salutato i bianconeri dopo due anni e mezzo per trasferirsi in Asia: «Desideravo vivere una nuova avventura e adoro la cultura giapponese»
SUPER LEAGUE
18 ore
Renzetti arrabbiato e deluso: «Junior? C’è un danno economico, non è uno scherzo»
Il presidente del Lugano ha commentato la partenza - verso il Giappone - dell'attaccante brasiliano: «Sono molto dispiaciuto per tanti motivi, non posso negarlo»
MERCATO
20 ore
Addio Lugano, Junior va in Giappone
L'attaccante brasiliano si è accordato con i giapponesi dello Shimizu S-Pulse
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile