Tipress
HCAP
10.01.18 - 07:000
Aggiornamento : 19:05

Ambrì (ri)ecco Cada: «Polso e grinta da vendere»

Il direttore sportivo dell'Ambrì, Paolo Duca, si è espresso in merito al nuovo head-coach degli Juniori Elite biancoblù: «Situazione difficile, serviva un cambiamento»

AMBRÌ - Nella giornata di ieri - martedì 9 gennaio - l'Ambrì ha riabbracciato Rostislav Cada. La società leventinese ha infatti deciso di ingaggiare il 63enne in qualità di head-coach degli Juniori Elite dell'Ambrì al posto di Diego Scandella. «Mi preme innanzitutto sottolineare quanto sia stata una decisione difficile e sofferta», ha analizzato il direttore sportivo dell'Ambrì Paolo Duca. «Non abbiamo deciso di cambiare per aver individuato il problema, tutt'altro. Diego (Scandella, che resterà comunque nello staff biancoblù, ndr) ha svolto un ottimo lavoro con tanto impegno e dedizione, ma la situazione era diventata abbastanza negativa. Di conseguenza abbiamo optato per l'avvicendamento in panchina con lo scopo di dare una scossa al gruppo e per affrontare il finale di stagione con uno spirito rinnovato. Per noi la categoria degli Juniori Elite A è troppo importante, soprattutto alla luce del cambiamento di strategia sportiva che abbiamo adottato alla fine della stagione scorsa».

Il compito del "sergente di ferro" ceco sarà dunque quello di dare al gruppo una scossa psicologica, dato che i giovani biancoblù occupano l'ultimo posto in classifica e sono reduci da una lunga serie di sconfitte. «Ci rendiamo conto che la situazione è difficile, ma siamo convinti che il "Roccia" sia un personaggio in grado di dare una vera spinta a questo gruppo e di tirare fuori il massimo da ogni giocatore. Lo conosco da una vita: è stato il mio allenatore per una decina d'anni ed è una persona che rispetto davvero tantissimo. Si tratta di un tecnico sicuramente molto valido, con tanta esperienza, determinazione, polso e grinta da vendere, esattamente quello che pensiamo di avere bisogno in questo momento: un leader».

Cada conosce molto bene il nostro Cantone e soprattutto la Leventina, dato che nella sua carriera è stato visto a più riprese dalle parti della Valascia e per ben nove stagioni. Aveva iniziato nel lontano 1995 proprio come head-coach degli Under 20, per poi diventare Assistant-coach e in seguito anche allenatore principale della prima squadra. «Siamo sempre rimasti in contatto e quest'anno era già venuto a trovarci. È arrivato ad Ambrì con il chiaro obiettivo di dare il suo contributo per salvare la categoria. Non sarà semplice, ma ha deciso di accettare la sfida grazie all'attaccamento che ha per questa regione e per questa società. Gli siamo molto riconoscenti».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Frankeat 2 anni fa su tio
Ahia.... vuoi vedere che un modo subdolo per far entrare dalla porta di servizio il futuro allenatore della prima squadra?
GAthos 2 anni fa su tio
@Frankeat ... beh, credo proprio che lo vuoi (e puoi) vedere solo tu!
clearview 2 anni fa su tio
@Frankeat Ma che panzane vai dicendo? Suvvia non abbiamo bisogno di idiozie italian style... Cereda non sta facendo un buon lavoro, Cereda sta facendo un OTTIMO LAVORO e il pubblico tutto gli è riconoscente malgrado le sconfitte.
Potrebbe interessarti anche
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
53 min
Proposta shock: «Facciamo infettare subito i piloti»
L'uscita di Marko, consulente della Red Bull, ha del clamoroso ed è stata bocciata: «Non è stata accolta bene...»
COMO
3 ore
Wanda sotto attacco: «Hai portato i nostri figli nell'epicentro del contagio»
La showgirl - ex moglie di Maxi Lopez - si è spostata da Parigi alla villa della famiglia Icardi sul lago di Como
SUPER LEAGUE
6 ore
«Situazione surreale, ci si guarda male anche a far la spesa»
Chiacchierata con il ticinese dello Xamax Igor Djuric: «Cerco di fare attenzione, non possiamo sottovalutare nulla»
NATIONAL LEAGUE
10 ore
«Covid-19? A Davos c'è molta disciplina»
L'attaccante dei grigionesi Aeschlimann ha la famiglia in Ticino: «C'è preoccupazione, ma siamo sempre in contatto»
ASUNCION
20 ore
«Ronaldinho? Non sta affatto bene»
L'ex Pallone d'Oro è tra le mura di un carcere di Asuncion. Kakà: «Situazione triste»
BUNDESLIGA
22 ore
Il Dortmund di Favre torna già ad allenarsi
Emre Can, ex Juve, ha fatto sapere che i gialloneri riprenderanno l'attività lavorando a coppie
SERIE A
23 ore
Covid-19, Godin attacca l'Italia: «Siamo stati esposti fino all’ultimo momento»
Il difensore dell'Inter, dall'Uruguay, critica le istituzioni: «Hanno continuato a tirare la corda»
MOTOMONDIALE
1 gior
Cadute e cordoli virtuali: Alex Marquez vince al Mugello
Dieci piloti hanno partecipato alla prima edizione dello "StayAtHomeGP"
LIGA
1 gior
«Non seguo il calcio e non so i nomi degli avversari»
Il portiere del Barça ha raccontato un simpatico aneddoto: «Vedo solo i big match o se gioca qualche mio amico»
SUPER LEAGUE
1 gior
«Scioccati, non ce l'aspettavamo»
Il 29enne è tra i nove che si sono visti recapitare la lettera (via WhatsApp) di licenziamento dal patron del Sion
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile