Vaduz
2
Grasshopper
3
fine
(2-0)
FC Stade Ls Ouchy
2
Winterthur
2
2. tempo
(1-1)
Aarau
Losanna
20:30
 
L'OSPITE
29.09.17 - 10:000
Aggiornamento : 13:01

«Con un paio di accorgimenti i bianconeri potranno risalire la china»

L'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni ha anche parlato degli stranieri: «Sanguinetti deve prendersi più responsabilità e provare a fare la differenza»

LUGANO - In attesa del derby contro l'Ambrì, il Lugano si trova attualmente in settima posizione in classifica con 11 punti, a sette lunghezze di distanza dalla capolista Friborgo (18). I bianconeri, dopo aver vinto quattro partite consecutive, sono stati sconfitti nelle ultime due uscite stagionali, perdendo un po' di contatto con le prime della classe. 

«Il Lugano è un'ottima squadra e, nonostante abbia perso gli ultimi due match, in precedenza aveva offerto delle ottime prestazioni, come per esempio la grande rimonta alla PostfFinance Arena di Berna», ha analizzato l'ex attaccante di Lugano e Ambrì degli anni '90 Stefano Togni. «Nelle ultime due partite i bianconeri non hanno racimolato punti, ma hanno dapprima giocato contro il Losanna che doveva riscattare alcuni risultati - con i vodesi che sono scesi sul ghiaccio con il coltello fra i denti - poi, contro lo Zugo, la squadra non ha giocato male ma ha perso per dei dettagli. Il livello di gioco di quell'incontro è stato davvero alto e il Lugano è mancato nelle situazioni speciali: in boxplay ha incassato due reti, mentre il powerplay non c'è stato, così i Tori sono riusciti a prevalere».

Lo Zugo è comunque una delle pretendenti al titolo e doveva in ogni caso riscattare la brutta sconfitta rimediata in casa alla seconda giornata di campionato... «Bisogna dire che gli svizzero centrali sono un gruppo molto ostico, ma il problema dei bianconeri è che devono mantenere per tutti i 60' la stessa intensità di gioco: la squadra gioca spesso degli ottimi primi tempi, ma poi tende a calare e questo aspetto andrebbe migliorato. Il roster è composto da giocatori di assoluto talento in grado di districarsi al meglio in tutte le situazioni. Ognuno dovrebbe giocare in maniera più semplice e magari essere più compatti in difesa. Sicuramente con un paio di accorgimenti il Lugano potrà nuovamente risalire la china».

Cosa ne pensi dei due nuovi stranieri Sanguinetti e Lajunen? «Penso che Sanguinetti non sia ancora entrato completamente nei meccanismi del Lugano. I bianconeri l'hanno soprattutto acquistato come playmaker per i powerplay, ma finora non ha ancora espresso tutto il suo potenziale. Ha bisogno di tempo, ma dovrebbe alzare il suo livello in tutte le situazioni di gioco, sia offensivamente che difensivamente, prendersi più responsabilità e offrire prestazioni come ha fatto lo scorso anno a Kloten. Dal canto suo Lajunen mi piace molto come centro. Lavora nelle due direzioni, è un giocatore molto intelligente e sono convinto che possa disputare una bella stagione».

E i "vecchi" Lapierre e Klasen? «Lapierre è un buon giocatore e lo sta dimostrando, anche perché il Lugano ha bisogno di lui sul ghiaccio e non sulla panchina dei penalizzati. Ha iniziato bene la stagione e se mantiene questa attitudine potrà sicuramente dare molto alla squadra. Infine la classe di Klasen non si discute. Ha perso qualche partita di preparazione per infortunio, ma è sempre il vero trascinatore del gruppo».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCL
1 ora
L’HCL per la tutela e la difesa degli animali
Loeffel: «Spero fortemente che i nostri tifosi prendano contatto con i responsabili dell’ATDA per l’adozione di Blacky»
HCAP
2 ore
Colpo Ambrì: il nuovo straniero è Julius Nättinen
Nella scorsa stagione l'attaccante 23enne si è laureato miglior realizzatore del campionato finlandese
SUPER LEAGUE
3 ore
Il Lugano ci crede: «L'YB è forte ma non partiamo sconfitti...»
Mister Jacobacci è carico in vista della trasferta di Berna: «Bottani? È un peccato averlo perso»
CHALLENGE LEAGUE
7 ore
«Rinnovare? No, non era fattibile»
Patrick Rossini ha raccontato l'addio al Chiasso, diventato effettivo lo scorso 30 giugno
LUGANO
11 ore
Come ti bacchetto Shaqiri in tutte le lingue del mondo
Niente filtri né ipocrisia: così, con le sue parole, il mister ticinese ha conquistato pagine in mezzo mondo.
SUPER LEAGUE
12 ore
Il Lugano nella tana dell' YB: nel gruppo c'è consapevolezza
Mister Jacobacci è carico in vista della trasferta nella Capitale
SUPER LEAGUE
21 ore
Il Sion di Tramezzani perde ancora
I vallesani sono stati sopraffatti in casa dal Lucerna di Celestini con il punteggio di 2-0
SERIE A
22 ore
82 gol in 29 partite: l'Atalanta si divora anche il Napoli
La formazione bergamasca ha regolato i partenopei con il punteggio di 2-0
TENNIS
23 ore
Roland Garros con il pubblico: fino a 20'000 persone al giorno
Lo Slam francese è stato riprogrammato dal 27 settembre all'11 ottobre
FORMULA 1
1 gior
Crisi da coronavirus? Lewis chiede... l'aumento
Il britannico avrebbe chiesto 45 milioni di euro a stagione al posto dei 40 che percepisce ora
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile