Keystone
HCL
09.09.17 - 22:090
Aggiornamento : 10.09.17 - 09:25

Ribaltato lo Zugo, il Lugano si rimette subito in piedi

Reduci dal derby perso alla Resega, i bianconeri hanno immediatamente trovato il riscatto andando a vincere 4-2 in casa dei Tori

ZUGO - Presentatosi a Zugo con Kparghai al posto dell’infortunato Ulmer e con nuove linee offensive disegnate da coach Greg Ireland, il Lugano è riuscito a imporsi 4-2, riscattandosi così dopo la sconfitta patita nel derby.

In un primo tempo molto equilibrato, i bianconeri sono partiti subito forte e hanno ottenuto il primo vantaggio dopo poco più di un minuto di gioco con Bürgler, abile a deviare un tiro dalla linea blu. La risposta dello Zugo non si è però fatta attendere a lungo e un troppo libero Stalberg ha trafitto Merzlikins con un potente slap al 3’. Il contraccolpo psicologico c'è stato ma gli ospiti sono in ogni caso riusciti a passare nuovamente in vantaggio con Gregory Hofmann, che ha insaccato su assist illuminante di Cunti al 9’36’’.

La seconda frazione di gioco è proseguita sui buoni ritmi visti nel primo tempo con Chiesa e compagni che sono stati costretti a capitolare per la seconda volta di fronte ad una magistrale azione di powerplay dello Zugo, finalizzata da Dominic Lammer al 31’51’’. La rete ha galvanizzato i Tori che, guidati da uno Stalberg sempre pericoloso, hanno aumentato la pressione e si sono resi più volte pericolosi. Ma il risultato è rimasto invariato fino alla seconda pausa.

La terza frazione si è aperta con la prima rete nel nostro campionato di Lajunen che, con un misto di bravura e fortuna, ha siglato il nuovo vantaggio luganese. Lo Zugo ha provato a impattare la sfida ma un grossolano errore di Stalberg in uscita al 41’18’’ ha permesso a Bürgler di segnare il suo secondo gol di serata e, così, di portare il risultato sul 4-2 per i bianconeri. Chiudendo di fatto il confronto. Il risultato non è infatti più cambiato fino al 60’.

Un buon Lugano ha quindi intascato i primi 3 punti stagionali e ha smorzato le critiche del post derby. Ora Klasen e compagni sono chiamati a proseguire su questa strada, a partire dalla partita casalinga di martedì contro il Kloten.

ZUGO-LUGANO 2-4 (1-2; 1-0; 0-2)
Reti: 1’19’’ Bürgler (Furrer, Klasen) 0-1; 3’06’’ Stalberg (Lammer) 1-1; 9’32’’ Hofmann (Cunti, Walker) 1-2; 31’51’’ Lammer (Grossmann, Kast) 2-2; 41’18’’ Lajunen (Vauclair) 2-3; 47’14’’ Bürgler 2-4.
LUGANO: Merzlikins; Furrer, Sanguinetti; Vauclair, Wellinger; Ronchetti, Chiesa; Kparghai; Sannitz, Lapierre, Fazzini; Klasen, Lajunen, Bürgler; Hofmann, Cunti, Walker; Reuille, Morini, Bertaggia; Romanenghi.
Penalità: Zugo 5x2'; Lugano 6x2'.
Note: Bossard Arena 7'200 spettatori. Arbitri: Prugger, Wiegand, Borga, Huguet.

Commenti
 
sergejville 1 anno fa su tio
Dopo aver toppato il derby, ottima reazione su una delle piste più difficili del campionato.
El Jardinero 1 anno fa su tio
@sergejville Giusto ! Anche se io non direi che abbiamo toppato il derby, ossìa il derby È una partita a sé stante..l'abbiamo persa..Ma la squadra c'è. Peccato ora perdere per qualche partita Hoffmann....
BarryMc 1 anno fa su tio
@El Jardinero Concordo con entrambi! Comunque anche per me il derby è stato toppato, soprattutto dal profilo dell'attitudine, mi spiego: HCAP pronto a lottare e soffrire, HCL decisamente meno. È solo per quello che abbiamo (giustamente) perso. Perché non si può prescindere dal fuoco sacro, tutto il resto, se c'è e HCL ce l'ha, segue.
Bruna Tengattini 1 anno fa su fb
Grande lugano
TOP NEWS Sport
HCL
1 ora

Lugano: ecco il centro Ryan Spooner

Nuovo acquisto per il club bianconero che si è assicurato un attaccante di spessore con alle spalle 329 battaglie in NHL

SUPER LEAGUE
3 ore

Ecco Dalmonte per l'attacco del Lugano

Il 21enne - che vanta 7 presenze in Serie A - proviene dal Genoa. Arriva in bianconero con la formula del prestito

UN DISCO PER L'ESTATE
5 ore

Lo Chief e la sua seconda vita in Leventina

Prima scelta assoluta nel draft del 1977, Dale McCourt sbarca ad Ambrì nella stagione 1984/85. Oltreoceano aveva perso la gioia di giocare ad hockey, con i colori biancoblù la ritroverà

NATIONAL LEAGUE
14 ore

«A Davos dopo una stagione frustrante, ma con l'Ambrì mi sono lasciato bene»

Lorenz Kienzle riparte dai grigionesi: «Wohlwend mi ha voluto a Davos, sa cosa aspettarsi da me. Famiglia? Resta in Ticino, farò avanti e indietro insieme al mio cane»

SUPER LEAGUE
17 ore

L'ultimo arrivato è carico: «Lugano? Ho trovato una mentalità vincente»

Filip Holender si è espresso in merito al suo esordio con i bianconeri: «Il mio motto è dare il massimo per il club»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report