BERTENS K. (NED)
BENCIC B. (SUI)
15:30
 
BERTENS K. (NED)
0 - 0
15:30
BENCIC B. (SUI)
WTA-S
STUTTGART GERMANY
Winner plays Petkovic or Kerber.
Ultimo aggiornamento: 25.04.2019 14:48
Keystone
LNA
20.11.16 - 08:000
Aggiornamento : 14:00

«Del Ticino mi manca il calore: i derby alla Valascia erano davvero speciali»

Alain Miéville si è espresso a proposito della sfida che ha opposto il suo Losanna all'Ambrì, parlando della stagione in generale: «Troppo spesso abbiamo degli strani blackout»

LOSANNA - Uno dei giocatori più delusi in merito alla sconfitta patita dal Losanna ad Ambrì (2-3) è indubbiamente Alain Miéville. Il 30enne, due stagioni alla Valascia dal 2012 al 2014, si è espresso a proposito del campionato in generale e dei problemi che stanno incontrando i vodesi in queste ultime partite.

Alain Miéville, cos'è successo venerdì? Sembrava che il Losanna avesse la sfida in pugno...
«Ultimamente abbiamo incontrato troppo spesso questo tipo di problema. Ci è successo abbastanza sovente di avere degli strani blackout che durano per un tempo intero e contro l'Ambrì vincevamo 2-0 a soli 20' dal termine: non è possibile incassare due reti in tre minuti. È anche vero che i biancoblù hanno giocato molto bene l'ultimo periodo, ma noi non possiamo assolutamente permettere agli avversari di rientrare in partita in questo modo».

In questo campionato chiunque può battere chiunque. È questa la particolarità della LNA?
«Ovviamente non esistono più le squadre deboli, così come match vinti ancora prima di giocare: per questo motivo non si può mai abbassare la concentrazione. In ogni caso da quando gioco a Losanna non ci siamo mai imposti alla Valascia e oltre tutto non è la prima volta che perdiamo una partita negli ultimi minuti».

Anche l'anno scorso siete partiti alla grande e poi siete calati notevolmente...
«È vero. Siamo partiti anche quest'anno molto forte, vincendo tanti match consecutivamente, e adesso siamo calati. Il fatto di avere questi blackout di cui parlavo prima ci costa spesso la vittoria, ma sta a noi migliorare questo aspetto. Dobbiamo smetterla di avere questo calo di concentrazione, perché se riusciamo a giocare come sappiamo per tutti i 60' abbiamo delle grandi possibilità di vincere molti più incontri».

Il vero campionato inizia nel mese di novembre-dicembre o i giochi sono già fatti?
«Niente è ancora deciso e chiunque può ancora cambiare completamente la propria situazione in classifica. Noi abbiamo avuto la fortuna di vincere molte partite a inizio campionato, ma non possiamo speculare su questo. Se vogliamo qualificarci per i playoff dobbiamo cercare di non perdere per strada punti preziosi come quelli di venerdì, contro delle dirette concorrenti. Dobbiamo cercare di essere più compatti a livello di squadra».

La seconda vita di Miéville. Il cambiamento da Ambrì a Losanna ti ha fatto bene?
«Si, personalmente si è trattata della migliore opzione che avevo a disposizione e adesso a Losanna mi trovo bene. Per il momento sono soddisfatto del mio campionato».

Hai visto sia l'Ambrì che il Lugano. Cosa ti è piaciuto di queste due squadre?
«Il Lugano ha molti talenti che giocano insieme, mentre l'Ambrì ha dei gocatori che giocano bene fra di loro: i biancoblù sono un buon gruppo e l'abbiamo visto contro di noi, penso che questo abbia fatto la differenza».

Cosa ne pensi della situazione dell'Ambrì? Sono anni che ormai la squadra stenta...
«In LNA non è così semplice emergere perché c'è sempre una top-6/top-8 che comprende praticamente sempre le solite squadre, poi ci sono le ultime 4/6 che sono Bienne, Ambrì, Losanna, Langnau, talvolta il Kloten, più un'altra che a turno stenta. Bisogna lavorare sempre molto per riuscire a qualificarsi per i playoff e ogni tanto capita che una "piccola" faccia l'exploit».

Ti manca qualcosa del Ticino?
«Il calore in Ticino era particolare e i derby alla Valascia erano davvero speciali. A Losanna non c'è una partita che ricorda questo match».

Commenti
 
TOP NEWS Sport
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report